In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
La chiesa dell'odio di Tom Cruise ha cercato di distruggermi

All'inizio di questa settimana un giornalista della BBC è stato mostrato mentre sbraitava come una furia dopo essere stato perseguitato da fanatici di Scientology. Adesso uno degli autori del Mail racconta come anch'egli sia rimasto vittima di una feroce campagna diffamatoria della setta.

Di Paul Bracchi, Daily Mail, 19 maggio 2007, traduzione a cura di Martini, maggio 2007.

 
La voce all'altro capo del telefono tremava.

«È il Signor Bracchi?»

«Sì, sono io» risposi.

Il chiamante non sarebbe potuto essere più sollevato. Si pensava che fossi morto. Qualcuno aveva messo in giro la chiacchiera che ero rimasto ucciso in una sparatoria.

Gli stessi che avevano cercato di ottenere il mio numero di telefono, non in elenco, avevano distribuito opuscoli che mi attaccavano e avevano mandato un investigatore privato americano - un ex poliziotto di Los Angeles - fino in Inghilterra per impaurire e diffamare la fonte che mi aveva aiutato a smascherare le loro attività.

Quasi quotidianamente lettere minatorie arrivavano via fax e posta al giornale per cui lavoravo. Venivano lasciati messaggi sulla segreteria telefonica della casa del direttore. Estranei si presentarono nel paese in cui viveva facendo domande su di lui.

I colpevoli dietro questa campagna di intimidazione? Fate un passo verso la Chiesa di Scientology.

Questa settimana il Mail ha smascherato evidenti e inquietanti collegamenti tra la "chiesa" e la Polizia della City di Londra. Il nostro articolo è stato seguito da una puntata di Panorama [trasmissione investigativa della BBC] in cui si è visto il giornalista John Sweeney perdere le staffe con uno scientologist. Il reporter ha poi raccontato di essere stato provocato oltre il tollerabile da una campagna concertata di molestie da parte del gruppo [1].

Più di chiunque altro, io posso capire perché.

Per sei mesi Sweeney ha investigato questa cosiddetta religione. Io lo stavo facendo da oltre un anno quando cominciarono a circolare storie sulla mia "spiacevole dipartita".

Quando leggerete questo articolo la Chiesa di Scientology avrà indubbiamente mollato di nuovo i suoi mastini - scusate, ufficiali dell'Ufficio degli Affari Speciali - contro di me.

Il fondatore stesso della "religione" - lo scrittore di fantascienza L. Ron Hubbard - emise direttive su come "maneggiare la stampa", compresi suggerimenti su come fare affinché un reporter venga "licenziato e screditato". Bene, con me hanno già provato e fallito.

Il mio primo articolo - I segreti di Saint Hill - fu pubblicato oltre dieci anni fa. Saint Hill è il castello di East Grinstead, West Sussex, dove ha sede il quartier generale britannico di Scientology.

La reazione violenta fu immediata. Vedete, il primo principio di Scientology è: "spara al messaggero".

Vennero presi di mira anche i critici che contribuirono al mio articolo. Alcuni di loro si ritrovarono sull'uscio Eugene Ingram - che durante un caso legale tenutosi negli Stati Uniti era stato definito "individuo insidioso". Egli "fece visita" alla madre 77enne di una delle mie fonti, oltre che al paese dello Staffordshire in cui i suoi genitori prima vivevano, e ai parenti della moglie. Naturalmente Ingram sapeva bene che i parenti dell'uomo non avrebbero "sputato veleno" sulla mia fonte. Ed è questo, il punto. Voleva semplicemente far sapere a me - e a tutti quelli che mi avevano aiutato - che lui era in città. Nel gergo di Scientology si chiama "investigazione rumorosa". E ha un solo scopo: intimidire.

Le vere vittime di Scientology, naturalmente, non sono i giornalisti ma i genitori che hanno perso figli e figlie in questo gruppo di fanatici illusi. Le loro storie strazianti - di cui vi racconterò più sotto - aiutano a spiegare il perché, in Gran Bretagna, Scientology non è riconosciuta né come chiesa né come ente benefico. Essa è, in realtà, una setta.

Agli scientologist la parola setta non piace, quindi lasciate che la ripeta - SETTA.

Hubbard, l'uomo che creò Scientology nel 1952, ha un curriculum vitae decisamente insolito per un leader religioso e spirituale. Oltre che essere uno scrittore era un bugiardo congenito: in breve, un "ciarlatano".

Esiste un'opinione di un giudice dell'Alta Corte che nel 1984 disse che le teorie di Hubbard erano «corrotte, sinistre e pericolose». Se non altro la sopravvivenza del movimento è la prova che con i soldi - e Scientology in tutto il mondo vale miliardi - potete fare in modo che la gente, anche persone intelligenti, credano quasi a tutto.

Stelle come Tom Cruise e John Travolta hanno dato a Scientology un profilo e una patinatura da showbusiness che semplicemente non si merita. Infatti chi non ha familiarità con le sue tattiche e la sua storia considera gli scientologist - che sono convinti che tutti discendiamo da una razza di alieni chiamati thetan - al più bizzarri, ma non certo malvagi.

In Gran Bretagna questa ignoranza è stata ferocemente sfruttata. In ottobre, nel cuore dello Square Mile di Londra, ha aperto i battenti un centro Scientology da 24 milioni di sterline che è ora una delle 30 "missioni" del paese [2].

Il Narconon, un gruppo Scientology che sostiene di allontanare dalle droghe, è stato invitato in scuole e college [3]. Quanti insegnanti e genitori conoscono i collegamenti di Narconon con la setta?

"Volontari della comunità" di Saint Hill - potrebbe esservi un nome più ironico per la sede di una setta? -hanno fatto entusiasticamente pressioni nella City su politici, ufficiali di polizia e imprenditori.

La pulsione al reclutamento era parte del "master plan" di Hubbard, spiegato nei dettagli nei documenti di Scientology: vale a dire infiltrare e convertire le istituzioni chiave della società. Il procedimento, così si pensa, alla fine porterà a un Governo Scientology. E la "chiesa" è riuscita a coltivare contatti.

Fino a 20 funzionari della Polizia della City di Londra - da agenti comuni a sovrintendenti - hanno accettato dagli scientologist ospitalità del valore di migliaia di sterline. Tra le altre cose, inviti gratuiti del valore di 500 sterline a testa per una cena di beneficenza in cui l'ospite d'onore era Tom Cruise, che ora si dice abbia acquistato casa nei pressi di Saint Hill.

Un alto funzionario della polizia è apparso in un video di Scientology e un terzo, il sovrintendente Capo Kevin Hurley, ha parlato all'inaugurazione della nuova "missione" nei pressi della Cattedrale di Saint Paul, dicendo che la setta stava «accrescendo la ricchezza spirituale della società».

Vorrei fare una domanda al Sovrintendente Capo Hurley. Quale tipo di chiesa, negli anni Settanta, pose in essere in America una serie di operazioni occulte che culminarono con la collocazione di microspie al dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti? [4] Il suo squillante appoggio è stato un trionfo per i mistificatori di Saint Hill.

La vecchia e angusta base londinese della "chiesa" in Tottenham Court Road non poteva essere più diversa dalla nuova, splendida casa in EC4. Quale miglior luogo per corteggiare nuovi e influenti amici? Tra di essi c'è Sebastian Sainsbury, uno degli eredi della dinastia Sainsbury, direttore esecutivo europeo della Lakeshore Capital, che gestisce un capitale di quasi un miliardo di sterline.

Scientologist con opuscoli e volantini sono anche calati sulla banca di investimento Bridgewell Group, sugli studi legali Eversheds, Dechert LLp, Shadbolt e Co. E sui consulenti di Pubbliche Relazioni Merlin. Si pensa che l'organizzazione disponga di un ricco conto spese per offrire ottimi pranzi ai contatti, e si può certo permettere di essere generosa.

Nel solo Regno Unito Scientology vale milioni di sterline, e molta della sua ricchezza proviene da quanto i membri pagano per i corsi.

Emerge ora che gli scientologist hanno avuto, per la base londinese, uno sgravio fiscale di 281.344 sterline su 351.680 - uno sconto dell'80%. La City of London Corporation ha dichiarato che il gruppo poteva godere di tale riduzione in quanto impegnata in "opere caritative".

Alderman Ian Luder, membro della Corporation e partner del principale studio di consulenza e contabilità della City, Grant Thornton, ha parlato all'inaugurazione dell'edificio, lodando l'aiuto "efficace" che Scientology dà ai tossicodipendenti.

Nel 2003 la Advertising Standards Authority [Garante del Mercato e della Pubblicità] confermò l'esposto presentato dalla Church of England per dichiarazioni infondate secondo cui il programma scientologico Narconon, una combinazione di esercizio fisico, terapia vitaminica, assistenza e sedute in sauna per sudare via le tossine, aveva salvato «250.000 persone dall'abuso di droga».

Si dice che le campagne promozionali di Scientology siano capeggiate dall'Ufficio degli Affari Speciali del gruppo. Ufficialmente quel dipartimento è responsabile delle pubbliche relazioni e delle questioni legali. Ma si sostiene che gli operativi di OSA siano anche il servizio segreto di Scientology.

Chi mina i costumi e le credenze di Scientology - tra loro anche i giornalisti - deve essere trattato spietatamente. Hubbard disse che erano "Fair Game" [Bersaglio Libero] e potevano essere «imbrogliati, querelati, gli si poteva mentire, potevano essere distrutti».

La setta sostiene che quella direttiva non esiste più. Il racconto che segue rivela una storia diversa.

Una donna, che chiameremo Sarah, ha raccontato che lei e il marito, che entrò brevemente nella "chiesa" qualche anno fa, hanno ricevuto minacce di morte dopo che lui fu ingiustamente sospettato di avere rubato documenti Scientology da Saint Hill.

«Un giorno due tizi ben piantati e in abito scuro di Saint Hill si presentarono alla mia porta» ha riferito. «Dissi che mio marito non c'era ma entrarono con la forza e cominciarono a frugare sugli scaffali. Al ritorno di mio marito lo caricarono in macchina.

«Quando tornò tremava da capo a piedi. Mi raccontò che avevano minacciato di ammazzarlo se non avesse rivelato l'ubicazione di alcuni documenti rubati».

In seguito ricevettero per posta una comunicazione dattilografata in cui l'uomo veniva etichettato "Persona Soppressiva" (nemico di Scientology) e in cui lo si informava che adesso era "Fair Game". Altre comunicazioni seguirono.

«Per mesi, quasi quotidianamente, nella posta trovammo lettere anonime», ha raccontato Sarah. «Dicevano "Sei un bastardo", "sei morto", "Nulla ti salverà" - fu davvero spaventoso. Dopo tre mesi ci trasferimmo e non dicemmo a nessuno dove stavamo andando».

Dove trova l'organizzazione i soldi per ingaggiare questi tirapiedi? Beh, le organizzazioni religiose possono essere molto redditizie - come riconobbe lo stesso Hubbard.

Gigantografie di Hubbard adornano la nuova sede londinese e molte delle sue dichiarazioni solenni (come ad esempio "L'uomo è fondamentalmente buono ed è questa bontà fondamentale che vogliamo liberare") sono riprodotte alle pareti. Un commento però che non vedrete mai in bella mostra è quello che Hubbard fece a una convention di scrittori prima di inventare Scientology.

«Scrivere per un centesimo a parola è ridicolo», disse. «Se uno volesse davvero fare un milione di dollari dovrebbe fondare la sua religione». Sedute introduttive di base di Scientology costano 80 sterline. Poi c'è un altro corso da 300, poi un altro...

In realtà attraversare tutti gli stadi della "illuminazione" di Scientology - il cosiddetto Ponte della Libertà Totale - può costare centinaia di migliaia di sterline e diverse persone vi hanno lasciato intere eredità, hanno ri-ipotecato la casa o si sono trovate sommerse di debiti.

Una coppia di anziani "perse" la figlia Emily quando, nel 2002, sposò uno scientologist. Il padre ha raccontato: «Mia moglie lo notò subito, ma io cercai di ignorare la cosa. Ma poi divenne chiaro che non era più la figlia affettuosa e altruista che avevamo cresciuto.

«Una volta ci sedemmo con lei e cercammo di discutere le mie sensazioni e ciò che vidi mi turbò nel profondo. Dopo alcuni minuti di nostri discorsi razionali e ragionevoli, Emily scoppiò: "come osate mettere in dubbio la mia religione? Quanto avete letto sono tutte bugie, se tornerete ancora sull'argomento non vorrò più avere rapporti con voi".

«Credo che dire che è stata plagiata sarebbe troppo semplicistico. Era manipolazione mentale al massimo livello. Se sceglierà di tornare indietro la accoglieremo a braccia aperte, ma sono distrutto. Non riesco a sopportare il pensiero di quanto sta succedendo alla mia meravigliosa figlia».

Qual è stata la frase usata dal Sovrintendente Capo Hurley per descrivere i suoi nuovi vicini nella City? Ah sì, che stavano "accrescendo la ricchezza spirituale della società".

Per chi, come me, si è trovato faccia a faccia con la collera di questa setta, sono parole che suonano vuote come le sciocchezze su cui si basa la Chiesa di Scientology stessa.


Note di Martini:

1. Si veda Scientology attacca la BBC, 14 maggio 2007.

2. Si veda: Plastilina e orsi di pezza alla nuova base britannica di L. Ron Hubbard, 28 ottobre 2006 e Lasciate che piova: il bel mondo di Scientology si unisce ai seguaci per lanciare il centro da 24 milioni di sterline nel cuore della City, 23 ottobre 2006.

3. Si veda: Narconon: Gli scientologist infiltrano le scuole britanniche, 7 gennaio 2007.

4. Si vedano i capitoli "Infiltrazione" e "Operazione Meisner" del libro A Piece of Blue Sky - Uno squarcio di cielo blu e i capitoli "La caduta degli scientologisti inizia con false identità", "Un libro spiega in dettaglio i fondamenti logici del "sistema di spionaggio" della chiesa" e "L'imprevisto giudiziario dà a Scientology i suoi primi "martiri" " della monumentale inchiesta del St. Petersburg Times che nel 1980 vinse il Premio Pulitzer quale miglior reportage nazionale.


Si veda anche: Scientology, la critica, gli investigatori e la diffamazione
Le molestie alla curatrice di questo spazio Web, maggio 2007

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it