In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Narconon: Gli scientologist infiltrano le scuole britanniche. Una onlus contro la droga è un gruppo di facciata di una organizzazione "pericolosa".

I devoti della Chiesa di Scientology hanno avvicinato migliaia di bambini britannici grazie a una onlus che visita le scuole per tenere conferenze sulle droghe. Un'inchiesta del Sunday Times ha scoperto che il Marlborough College è una tra le oltre 500 scuole di tutta la Gran Bretagna in cui la onlus ha tenuto lezioni. Tratto da The Sunday Times, 7 gennaio 2007.

Traduzione a cura di Martini, gennaio 2007.

 
I critici di Narconon, la onlus in oggetto, sostengono che si tratta di un gruppo di facciata per promuovere gli insegnamenti di Scientology - la controversa "religione" fondata da L. Ron Hubbard, defunto scrittore di fantascienza.

Le scuole contattate la settimana scorsa hanno riferito di non sapere nulla dei collegamenti tra la onlus e Scientology. Nella letteratura sulle droghe del gruppo non appare alcun riferimento alla chiesa.

Il sito Web di Narconon UK dichiara che il suo lavoro è basato sulla "tecnologia di riabilitazione dalle droghe" di Hubbard e pubblica la sua fotografia, ma fa riferimento a lui in quanto scrittore e non come fondatore di Scientology.

Il Narconon promuove una serie di teorie e trattamenti non ortodossi - basati sulle opere di Hubbard - che gli esperti dicono non essere sostanziate da evidenza scientifica. In California, dove il Narconon ha la sua sede generale, il Dipartimento Statale dell'Educazione ha lanciato un appello alle scuole contro la consulenza della onlus [1].

L'ombudsman [difensore civico] delle carceri britanniche ha a sua volta avvisato i direttori di bandirlo dagli istituti di pena a causa della sua associazione a Scientology. Il sito Web di Narconon International dichiara che «Il ministro della salute in Inghilterra [sic] ha anche sostenuto finanziariamente la riabilitazione Narconon residenziale». Ma il Dipartimento della Salute nega di esserne a conoscenza.

La settimana scorsa, nel corso di una conversazione con un giornalista sotto copertura, la onlus ha fatto i nomi di otto scuole in cui ha tenuto lezioni. Tra di esse la Coombe Girls, scuola statale di New Malden, Surrey, la Golden Hillock, scuola secondaria di Birmingham, la Arts Educational London Schools (AELS), scuola privata di Chiswick, West London, e la Ricards Lodge, scuola superiore di Wimbledon, Londra sudoccidentale. Diverse scuole, tra cui il Marlborough College, hanno rifiutato di rilasciare commenti sulla consulenza della onlus. Chi invece lo ha fatto ha detto di non essere al corrente del suo background Scientology.

Genitori, un parlamentare anziano e un gruppo convenzionale di consulenza sulle droghe hanno espresso preoccupazione sul fatto che il Narconon fosse stato autorizzato a insegnare ai ragazzi. John Gummer, l'ex ministro di Gabinetto, ha detto: «Scientology è una organizzazione pericolosa. Non sta in piedi né a livello intellettuale, né a livello scientifico. Si tratta piuttosto di cattiva fantascienza. Se agli scientologist è stato permesso l'ingresso nelle scuole sotto la maschera dell'ente caritativo, la cosa è estremamente preoccupante. Le scuole devono sapere esattamente a chi aprono la porta e non dovrebbero avere nulla a che fare con gli scientologist».

La settimana scorsa un giornalista sotto copertura ha contattato il Narconon fingendosi un imprenditore interessato ad avvalersi della onlus per lavorare in diverse scuole. Lucy Skirrow, la direttrice del Narconon che si occupa di scuola, è una scientologist di West London. Ha citato il Marlborough College - la scuola del Wiltshire che tra le ex allieve enumera anche Kate Middleton, la fidanzata del Principe William - come riferimento per la legittimità dell'operato del Narconon. Secondo la Skirrow, «Lo scorso anno abbiamo tenuto lezioni a circa 56.000 studenti e insegnanti, e a 38.000 l'anno precedente... gli effetti sono stati positivi... i ragazzi sostengono che il loro punto di vista è veramente cambiato». Ha proseguito affermando: «Un sacco dei comportamenti dei ragazzi sono tali perché hanno una nutrizione sbagliata, e alla fine potrebbero finire con l'assumere droghe. Poi, naturalmente, le droghe distruggono le vitamine presenti nell'organismo e la cosa prende una piega ancora peggiore».

La sua descrizione della filosofia della onlus appare in maggior dettaglio sul sito Web del Narconon, in cui vi si afferma che le droghe restano immagazzinate per anni nei tessuti adiposi ma possono essere lavate via seguendo un regime di vitamine e sauna. Tale metodo deriva dalle opere di Hubbard, ma è decisamente contestata da terapeuti convenzionali e scienziati.

Forse questa visione non ortodossa - e il nome di Hubbard sul sito Web e sul rapporto annuale del Narconon - avrebbe dovuto far suonare un campanello di allarme negli insegnanti del Marlborough e delle altre scuole che hanno pagato alla onlus 140 sterline [210 euro] per ogni lezione tenuta ai loro allievi. Ma fino a pochi giorni fa - quando sono state contattate dal Sunday Times - le scuole non erano al corrente delle controversie che circondano il Narconon.

La onlus, che ha sede a St. Leonards, East Sussex, sostiene di essere una organizzazione indipendente, ma il Professor Stephen Kent, accademico canadese e autorità per quanto riguarda Scientology, afferma: «I collegamenti tra Narconon e Scientology sono concreti. Naturalmente gli scientologist cercano di coinvolgere nel programma i non-scientologist, ma il motore che sta dietro il programma è Scientology».

La rivelazione arriva mentre la Chiesa di Scientology è impegnata in una campagna per acquisire nuovi discepoli e conquistare l'accettazione della società britannica. I suoi critici però sostengono che si tratta di una setta che usa tecniche di vendita dura e di controllo mentale per separare i devoti sia dal loro patrimonio che, nei casi più gravi, dalle loro famiglie. Gli scientologist rifiutano le accuse, sostenendo di avere una lunga storia di risoluzione di conflitti familiari.

Andreas Heldal-Lund, che ha condotto ricerche su Scientology e gestisce Operation Clambake, sito Web critico dell'organizzazione, afferma: «Tanta gente potrebbe considerarli innocui, una specie di barzelletta, per via dei loro insegnamenti e credenze. Ma in realtà si tratta della setta più pericolosa e controversa presente al giorno d'oggi nel mondo occidentale, e rappresenta una vera minaccia alla libertà di parola».

In Gran Bretagna il Narconon enumera tra i suoi fiduciari e membri di primo piano numerosi scientologist. Tra di essi Mchael "Woody" Woodmansey, ex batterista di David Bowie.

Due anni fa il Dipartimento dell'Educazione dello Stato della California ha chiesto a un panel di esperti in tossicodipendenze, tra cui quattro medici, di valutare l'operato del Narconon nelle scuole [2]. Steve Heilig, uno dei membri del panel e direttore della San Francisco Medical Society, la scorsa settimana ha riferito: «Nell'analizzare il Narconon abbiamo ritenuto che esso non riflettesse la conoscenza scientifica, e nemmeno che costituisse un buon approccio educativo all'argomento. Esistono numerosi problemi per quanto riguarda la sua scientificità - tipo affermazioni secondo cui le droghe restano per sempre nei tessuti adiposi a meno che non si ricorra a tecniche specifiche quali l'assunzione di niacina e le saune. Ed è a quel punto che scatta il campanello d'allarme sui suoi collegamenti con Scientology, perché quelle sono le stesse teorie che escono da alcuni scritti di L. Ron Hubbard, che è stato uno scrittore di fantascienza».

Il governo britannico aveva espresso preoccupazione sul Narconon già otto anni fa. Un memo del 1998 dell'unità di strategia contro la droga dell'Home Office metteva in guardia sul fatto che la onlus aveva «le sue radici nella Chiesa di Scientology e non [è] un programma convenzionale di riabilitazione».

Il consiglio di Tower Hamlets, east London, ha avvisato le sue scuole contro la consulenza del Narconon. DrugScope, una delle principali organizzazioni caritative che si occupano di droghe, ha detto: «Riteniamo che la qualità delle informazioni del Narconon non sia obiettiva. Non ha alcuna credibilità».

Stephen Shaw, l'ombudsman delle carceri, ha consigliato che i prigionieri degli istituti britannici non ricevessero educazione sulle droghe dal Narconon perché esso è «così chiaramente associato alla Chiesa di Scientology».

Le rivelazioni del Sunday Times sollevano ora questioni serie su come il Narconon sembri essere scivolato attraverso le maglie dei minuziosi controlli scolastici.

Genitori di allievi del Marlborough hanno riferito di non essere stati informati delle lezioni. «Avrei preferito sapere che esisteva un collegamento tra gli scientologist e gli insegnamenti dati a scuola a mio figlio» ha dichiarato una madre. E sembra che le scuole stesse brancolassero nel buio. Alison Jerrard, capo degli insegnanti della Ricards Lodge, ha riferito che: «All'epoca non avevamo alcun motivo di pensare che vi fosse qualcosa di non appropriato, o nulla di fuorviante». Delle scuole contattate, la Marlborough, la Golden Hillock e la AELS non hanno rilasciato commenti sulle attività del Narconon.

Ieri un portavoce del Narconon ha detto di ritenersi soddisfatto della validità della scienza promossa dalla sua organizzazione. Ha aggiunto che il Narconon sarebbe stato felice di dichiarare i suoi collegamenti con Scientology, se le scuole glielo avessero richiesto. La Skirrow ha aggiunto: «Naturalmente [il Narconon] ha forti collegamenti con [Scientology]. Non c'è nulla di nascosto. Ma credo che alcune presone si siano confuse e pensino si tratti di Scientology. Non è così».

Un portavoce della Chiesa di Scientology ha sottolineato che il Narconon è un'organizzazione separata aperta a gente di tutte le religioni. Ha aggiunto che: «Il Narconon tra i suoi diplomati (tossicodipendenti in recupero) ha un tasso di successo documentato del 75-80%, che è il più alto nel suo campo. Ecco perché abbiamo costituito il Narconon Network e perché scientologist e non scientologist continuano a sponsorizzare l'apertura di nuovi centri».


I segreti di una chiesa che crede che un governatore galattico sia stato la causa di tutti i nostri mali

Fondata a Phoenix, Arizona, nel 1952 da L. Ron Hubbard, lo scrittore di fantascienza, Scientology sostiene di essere la religione a crescita più rapida del pianeta. Aprì la sua prima chiesa a Los Angeles nel 1954 ed ora dice di avere 120.000 seguaci nel Regno Unito e 10 milioni in tutto il mondo. I suoi membri avanzano attraverso una struttura gerarchica e, su alcuni livelli chiave, vengono messi al corrente di nuovi "segreti". L'avanzamento avviene tramite il pagamento di corsi o lavorando all'interno dell'organizzazione.

Il suo sistema di credenze è stato descritto come una utopia regressiva il cui l'uomo cerca di tornare a uno stato che un tempo era perfetto, avvalendosi di procedimenti segreti intesi a metterlo in contatto con il suo spirito primordiale.

Nel 1995 un segreto chiave relativo al modo in cui gli scientologist credono si sia formato il mondo trapelò grazie a un "thetan operante" disilluso, cioè uno dei membri di più alto rango nell'organizzazione.

Secondo gli insegnamenti di Scientology, 75 milioni di anni fa un malvagio signore della guerra galattico di nome Xenu radunò 13,5 trilioni di esseri di una zona sovrappopolata della galassia, li trasportò in volo sulla Terra, li scaricò dentro ai vulcani e poi li vaporizzò con delle bombe atomiche. Le loro anime - o thetan - così sparpagliate vennero poi intrappolate e sottoposte a suggestioni ipnotiche - vennero cioè inculcate loro idee false - tra cui i concetti di Dio, Gesù Cristo e religione organizzata. Quelle anime poi si appiccicano agli esseri umani e sono l'unica causa dei nostri problemi odierni, sia personali che globali.

Fin dal suo lancio Scientology si è dimostrata eccezionalmente robusta ed è cresciuta con costanza. In America domina città intere e anche in Gran Bretagna alcuni bambini sono stati cresciuti ed educati come scientologist.

Ciò che preoccupa maggiormente i critici è la segretezza della religione e la sua intolleranza al dissenso. I membri che sono critici della chiesa vengono dichiarati "apostati" e scomunicati, e spesso tagliati fuori da famiglia e amici che devono "disconnettere" da loro.

Negli anni '60 Hubbard scrisse una direttiva conosciuta come Fair Game [Bersaglio Libero] in cui diceva che chi si oppone a Scientology poteva essere «ingannato, querelato, gli si poteva mentire e poteva essere distrutto».


Dall'interno

Otto settimane fa sono stato inviato sotto copertura per per condurre un'inchiesta sugli scientologist nella loro nuova sede nei pressi della Cattedrale di Saint Paul, nella City di Londra, scrive un reporter del Suday Times.

L'esperienza mi ha scosso. Mi aspettavo di trovare un'organizzazione eccentrica, ma per lo più innocua. Ciò che ho scoperto è invece un gruppo paranoico e dogmatico che - attraverso un misto di tecniche di vendita piramidale e sottile intimidazione - preda le persone vulnerabili per espandersi e arricchirsi.

Dopo essermi presentato a uno dei "body routers" [instradatori] o "addetti al benvenuto" dell'organizzazione, sono stato accompagnato dentro e mi hanno mostrato una serie di video che descrivevano felici famiglie scientologist; poi sono stato sottoposto a un "test della personalità" che ha caratterizzato l'inizio di un ritornello ricorrente: uno scavare continuo per identificare le mie insicurezze e i difetti caratteriali.

Mi hanno detto che il test aveva rivelato miei problemi di "concentrazione", "depressione" e "auto stima", ma che non dovevo preoccuparmi. Con solo un po' di lavoro, Scientology mi avrebbe rimesso in sesto. Nelle settimane successive ho frequentato diversi corsi al costo di circa 200 sterline [300 euro] e nel frattempo sono stato reclutato come "expeditor" - il primo gradino della scala per ottenere un incarico a tempo pieno nell'organizzazione.

Facevo parte di una squadra pagata in base alle entrate settimanali dell'organizzazione - cifra che in parte dipende dal numero di persone che si riescono a reclutare. Sono stato testimone di diverse tattiche e pratiche fortemente non ortodosse:

L'uso di una specie di rivelatore di bugie/stress chiamato "e-meter" per testare le reclute allo scopo di scoprire la loro "rovina", o vulnerabilità.

Pressioni sui nuovi membri dello staff per riferire e documentare i dettagli della loro vita sessuale, compreso i nomi di tutte le persone con cui si avevano avuto rapporti.

Incoraggiare i membri a identificare le "persone soppressive" della loro vita - persone che avevano un impatto negativo su di loro tra cui genitori e altri familiari.

Ma forse la cosa più inquietante sono stati i quattro test all'e-meter a cui mi sono dovuto sottoporre. Attaccato allo strumento, sono stato letteralmente grigliato sul mio background, su cosa ne pensassi di Scientology e sui miei precedenti impieghi. Era come se mi stessero rivoltando in modo da poter accertare il mio potenziale per diventare un membro obbediente.

In un'altra occasione mi è stato detto di cercare di concentrarmi sul conteggio a voce alta di una serie di numeri mentre un altro studente mi faceva domande sulla mia vita sessuale. L'idea era di farmi imparare a ignorare le distrazioni mentre concentravo tutte le mie energie su una singola impresa. È stato a quel punto che ho deciso di averne avuto abbastanza.


Note di Martini:

1. Si veda: Le scuole invitate ad abbandonare il programma antidroga, San Francisco Chronicle, feb. 2005.

2. Si veda anche:

  • Perizia specialistica sul Narconon, Su richiesta del Consiglio Nazionale Svedese per la Salute e il Welfare, Stoccolma 26 novembre 1996;
  • Dossier Narconon;
  • Programma di Purificazione: truffa e abuso della professione medica , 1989: il Pretore di Modena condanna gli operatori del locale centro Dianetics;
  • I centri Narconon, Le attività dei centri Narconon in base ai rapporti della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, delle testimonianze e delle intercettazioni telefoniche. I suoi collegamementi, fino a quel momento negati, con la Chiesa di Scientology. Capitolo 10 dalla sentenza/ordinanza di Rinvio a Giudizio di 140 scientologist del 8 ottobre 1988. Le conclusioni del Giudice Istruttore della Procura di Milano dopo un'indagine durata anni, l'escussione di centinaia di testimoni, l'ascolto di migliaia di ore di intercettazioni telefoniche e il vaglio di decine di migliaia di documenti sequestrati.
 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it