In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Le pastoie della mente, Cap. 2: I Fondamenti

La prima analisi/denuncia europea dei metodi e delle credenze di Hubbard e della sua Chiesa di Scientology.

Di Cyril Vosper. Prima edizione, Neville Spearman Limited, 1971 / Seconda Edizione, Granada Publishing Limited, 1973.
© Cyril Vosper. http://xenu.apana.org.au/acsrc/books/vosper/

Traduzione e note a cura di Martini, 2006.

 

Le fonti principali dei fondamenti di base di Dianetics e Scientology sono gli Assiomi, le Prelogiche e le Logiche.

L'Assioma Uno di Scientology è l'assunto su cui poggia il resto della disciplina.

«LA VITA È FONDAMENTALMENTE UNO STATICO», ulteriormente definito come «uno statico di vita non ha massa, né moto, né lunghezza d'onda, né posizione nello spazio o nel tempo. Ha l'abilità di postulare e percepire».

Hubbard ha ridefinito in termini moderni di sapore scientifico l'antico concetto indù Vedanta di anima o spirito il quale, anche se sembra abitare l'universo fisico, appartiene in realtà a un ordine nettamente diverso.

Tale statico viene chiamato Theta (ottava lettera dell'alfabeto greco). Unità individuali di Theta, come ad esempio le persone, vengono chiamate Thetan. Il Theta può essere visto come Dio, l'Infinito, l'Essere Supremo. Si potrebbe fare un'analogia con un oceano di Theta, in cui ogni goccia è un Thetan. La spiegazione di cosa animi creature inferiori come i pappagalli o i canarini è un po' confusa, ma si suggerisce che dei Thetan degenerati "governino" una o più di tali creature, il che, di nuovo, è simile alla credenza indù.

L'universo fisico è inferiore poiché in sé non è animato. La presenza dei Thetan nell'universo fisico è spiegata dal fatto che all'inizio dell'universo, che Hubbard ha variamente fissato in 76 trilioni, 142 trilioni e 320 trilioni di anni fa, eravamo tutti "giovani" Thetan che non avevano di meglio da fare che costruirsi un universo in cui poter giocare. Nella sua "Teoria dei Giochi" Hubbard si dilunga molto, ma senza troppa lucidità, sul fatto che per permettere l'esistenza di un gioco devono esistere barriere, libertà, regole, intenzioni e disponibilità a parteciparvi. Ludo, ad esempio, ha tutti questi ingredienti ed è perciò una versione compatta della vita, come vista da Hubbard.

L'Assioma Due dice: «Lo statico è capace di considerazioni, postulati e opinioni». Grazie al pensiero, e solo al pensiero, la vita può adottare o rinunciare a qualsiasi ruolo, situazione o ambiente. Mentre è, per definizione, a totale e permanente causa sulle sue situazioni, per la stessa definizione può essere effetto a diversi livelli - può CAUSARE se stessa ad essere effetto. Questo è un fondamento importante del ragionamento di Hubbard.

Assioma Tre: «Spazio, energia, oggetti, forma e tempo sono il prodotto di considerazioni fatte e/o su cui lo statico è stato d'accordo, e vengono percepiti unicamente perché lo statico considera di poterli percepire». E con questo si estendono le proprietà e capacità dello Statico di Vita a dimensioni divine. L'universo fisico esiste essenzialmente perché la vita considera [pensa] la sua esistenza e con uno sforzo di collaborazione la vita è in grado di introdurre in esso la realtà. (Assioma Ventisei: «La realtà è apparenza concordata di esistenza».). Perciò, mentre Scientology mantiene il concetto mistico secondo cui la vita è un'illusione - essendo primariamente questione di pensiero - grazie a un accordo tra le unità di vita secondo cui l'universo fisico è ordinato e organizzato in questo o quel modo, esso diviene "Reale". Si cerca quindi di ignorare domande enigmatiche del tipo «Se un albero cade nella foresta e non c'è nessuno a sentirlo, quell'albero produce rumore?». E anche il fatto che se qualcuno salta dalla scogliera mentre "considera" che tutto è un'illusione della sua mente il collo di quel qualcuno si romperà comunque in modo dolorosamente "reale".

Ovviamente un Thetan è immortale. Ognuno di noi esiste fin dall'inizio dell'universo. L'universo l'abbiamo fatto noi, o quanto meno abbiamo collaborato a crearlo. Ora però non siamo più in grado di creare universi. Non siamo nemmeno più capaci di «scagliare in giro un po' di pianeti», come dice Hubbard. Abbiamo perso quelle abilità e ora viviamo in modo superficiale e pieno di paure. Potenzialmente abbiamo ancora le abilità degli Dei, e grazie ad Hubbard e con Scientology abbiamo la possibilità di recuperare quelle abilità. Sembrerebbe che tutto il Theta esistesse già in stato di totale consapevolezza prima della creazione dell'universo. Tale creazione avvenne per il perverso desiderio del Theta di fare esperienze. Il perché qualcosa in uno stato di totale consapevolezza abbia il bisogno di fare esperienze, o anche se sia possibile che esso sperimenti qualcosa non è molto chiaro, ma presumibilmente la totale consapevolezza era straordinariamente noiosa senza nulla da poter sperimentare, poiché nello stato precedente dell'universo non c'erano COSE. Elementi così accurati come quelli scoperti da Hubbard potrebbero essere di grande interesse per cosmologi e astronomi che quindi potrebbero chiudere bottega e tornarsene a casa - tutto il loro lavoro è già stato portato a termine da qualcun altro. Ma essi insistono nel litigarsi su universi in espansione, statici o pulsanti, e continuano a scoprire tutte quelle quasar.

Assioma Quattro: «Lo spazio è un punto di vista della dimensione». Ancora una volta si vede come la vita, semplicemente guardando, crei dimensione e spazio. Non esiste spazio fino a quando non si adotti un punto di vista e non si guardi.

Assioma Cinque: «L'energia consiste di particelle postulate nello spazio». I Thetan, molto tempo fa, dissero l'equivalente di «E luce sia», e luce fu. Contemporaneamente noi creiamo le leggi stesse in base a cui l'energia opera. «Tali assunti o considerazioni sono la totalità dell'energia», dice con ritrosia Hubbard. Il perché Einstein e molti altri abbiano lavorato così duramente per stabilire una Teoria del Campo Unificato quando Hubbard avrebbe potuto dire loro tutto al riguardo, è un'ulteriore prova che gli scienziati sono pazzi.

Assioma Sei: «Gli oggetti consistono di particelle raggruppate».

Assioma Sette: «Il tempo è fondamentalmente un postulato che lo spazio e le particelle persisteranno».

Assioma Otto: «L'apparenza del tempo è il cambiamento di posizione di particelle nello spazio».

Assioma Nove:« Il cambiamento è la manifestazione primaria del tempo».

Assioma Dieci: «Lo scopo più elevato nell'universo è la creazione di un effetto».

I restanti quarantasei Assiomi di Scientology consistono in prevalenza di approfondimenti dei modi in cui la vita gestisce se stessa in relazione all'universo fisico. È evidente da tutti gli Assiomi che Theta è a totale causa sull'universo. Solo per una serie di errori, probabilmente deliberati all'inizio ma ora accidentali - poiché abbiamo ridotto le nostre capacità al punto che gli "incidenti" possono avvenire - e nel corso di un lungo lasso di tempo, siamo stati ridotti al nostro attuale livello di inconsapevolezza spirituale.

Quasi tutta Scientology consiste nella scoperta e nell'affinamento di metodi grazie ai quali il Thetan può essere persuaso a rinunciare ai suoi limiti auto imposti.

Il concetto di individuo che è solo l'ombra del suo vero stato, la conseguenza di una caduta in disgrazia, non è originale, poiché tutte le più importanti religioni contengono qualcosa di simile. Hubbard ha collocato tale assunto su una base fattuale e sostiene che ristabilire la supremazia non è solo una questione di fede, quanto un problema risolvibile con procedure scientifiche.

Sebbene Hubbard affermi che i suoi assiomi sono verità lampanti, ci si trova in imbarazzo quando si vuole testarli per accertarne la validità. Ma è anche certo che a quel punto la fede e la convinzione soggettiva giocheranno un ruolo più importante dei test scientifici, delle analisi e della statistica. Questo comunque non è uno dei punti di critica più importanti, poiché il tentativo di convalidare il materiale di Scientology, per non parlare dei punti grandiosi come la creazione dell'universo, è al momento oggettivamente impossibile, se mai diverrà possibile in futuro. Si ha a che fare esclusivamente con impressioni soggettive e probabilmente la prova meno attendibile è proprio quella fornita dallo scientologist.

Un non scientologist, indipendentemente da quanto da vicino osservi, non riuscirà ad apprezzare la piena soggettività dello scientologist. Dovrebbe diventare uno scientologist nel vero senso della parola e, nel farlo, escludere totalmente l'oggettività. Gli Assiomi di Hubbard sono verità lampanti per gli scientologist, ma non lo sono in modo così lampante per tutti gli altri.

Si sostiene che la validità delle parole di Hubbard sia evidente dai successi ottenuti dalla pubblicazione di teoria e pratica di Scientology. Anche se vi fossero veri successi, il che resta comunque aperto al dubbio, resta però la domanda se il successo sia grazie a Scientology o per Scientology. Sicuramente nessun scientologist ammetterebbe mai che la sua filosofia sia qualcosa di meno di quanto Hubbard promette. Ma bisogna anche dire che non gli sarebbe permesso restare scientologist se dubitasse di uno qualsiasi dei materiali di Hubbard. Solo chi professa una fede totale può aspettarsi qualche "guadagno" da Scientology, visto che le sue personali opinioni non hanno valore e sono dannose. Un astronomo può mantenere dubbi sulla validità di gran parte dei dogmi dell'astronomia - e questo è, almeno in teoria, un sano atteggiamento della scienza - ma la sua è una ricerca essenzialmente oggettiva. Scientology è una ricerca fortemente soggettiva e perciò coinvolge motivazioni e desideri personali.

Stranamente in queste circostanze gli Assiomi di Scientology, affermando che «fondamentalmente tutto è pensiero», danno un indizio di molti dei successi di Scientology, e inaspettatamente invalidano tutto il resto. Se la riflessione e il pensiero sono le abilità più importanti della vita e se Scientology viene presentata come avere sufficiente forza ed attrattiva da farci pensare che funzioni allora, e solo allora, funzionerà.

Sebbene ciò possa veramente invalidare l'asserita oggettività di Scientology, non lo rende necessariamente meno valido. Anche la psicologia, la psicoterapia, la medicina e molte altre discipline autorevoli non sempre riescono a fare affermazioni oggettive. Se Scientology può migliorare lo stato dell'individuo in senso reale, pragmatico e applicabile allora il ragionamento che vi sta alla base conta poco. La questione si sposta perciò sulla qualità del risultato piuttosto che sul metodo. Il fine, forse per una volta, potrebbe giustificare il mezzo ma quel fine deve essere un miglioramento straordinario.

Si sostiene che gli Assiomi di Scientology siano unici. Nessun'altra disciplina ha iniziato ad operare con una serie così completa di assunti. È vero, ma fin dall'inizio gli Assiomi limitano l'analisi oggettiva e come in tante altre discipline che sono il frutto della mente di un solo uomo, le preferenze personali limitano l'applicazione di tecniche analitiche. Se uno scientologist diverso da Hubbard dovesse scoprire e identificare un errore in tali assunti dovrebbe fondare un'altra setta, diversa da Scientology. Se fosse un vero credente sarebbe patologicamente incapace di mettere addirittura in dubbio i pronunciamenti di Hubbard. Di tanto in tanto sono apparsi gruppi scissionisti ma sono stati talmente bizzarri da far sembrare Scientology il massimo della razionalità.

Con la costruzione di una serie di assunti da cui possono essere tratte ulteriori conclusioni si può rapidamente costruire una metodologia per accertare tali ulteriori conclusioni. È abbastanza giusto, a patto che i fattori che costituiscono i fondamenti siano davvero fondamentalmente veri o siano sufficientemente fluidi da permettere un cambiamento. La verità apparirà sempre relativa. Ma Hubbard afferma che i suoi assunti sono la VERITA' e non offre ulteriori prove. In altre parole, lui, solo tra tutti gli uomini, ha stabilito un'assoluta verità e la offre graziosamente, o piuttosto la vende, all'umanità.

Scientology non è una scienza perché i suoi assunti sono affermati fin dall'inizio come verità e non vengono permessi ulteriori controlli. Potrebbe avere un valore, ma non è una scienza [1].

Le sette Prelogiche riguardano l'autodeterminazione [o "autodeterminismo" come dicono gli scientologist] in relazione all'unità di vita o statico invece che il concetto generale di Theta. Le Prelogiche non aggiungono nulla alle definizioni assiomatiche di unità di vita, salvo mostrare come l'autodeterminazione sia la motivazione delle stesse. Ciò contraddice l'Assioma Tre ed altri Assiomi che sostengono che per la creazione di un vero universo è necessario l'accordo tra le unità di vita.

In materiale precedente Hubbard sottolinea il concetto che attraverso l'applicazione delle tecniche di Scientology un individuo in stato di "altrui determinismo" - vale a dire che i suoi pensieri, considerazioni, postulati e opinioni sono annullati da un agente esterno - riacquisterà "autodeterminismo" al punto da poter praticare il "pandeterminismo", vale a dire che i suoi pensieri, considerazioni, postulati e opinioni terranno in considerazione la miglior sopravvivenza di tutti gli aspetti della vita e dell'ambiente. Questa piacevole affermazione è molto più facile a dirsi che a farsi. L'approccio degli ultimi anni di Hubbard si è affidato sempre meno al "pandeterminismo" dei suoi seguaci e sempre di più al dire loro semplicemente che cosa fare e pensare.

Le ventiquattro Logiche sono un adattamento della Semantica Generale di Alfred Korzybski e contengono una curiosa miscela di logica aristotelica e di ciò che Korzybski chiamava logica "non aristotelica". Sembra che Hubbard si sia letto le 800 pagine di Science and Sanity di Korzybski e da lì abbia preso i "Fatti Logici" più semplicemente definiti e generici. Un fattore importante di Scientology, che le dà l'apparenza di tecnologia, è l'aspetto di relativismo derivato direttamente dalla Semantica Generale, e che Hubbard chiama "Scale Graduali". Nelle sue Scale Graduali Hubbard assegna dei valori arbitrari alle caratteristiche umane in relazione l'una all'altra, come si può vedere dal breve esempio della Scala del Tono riportato più avanti.

Sebbene tali scale possano avere validità in ambiti noti, Hubbard le estende fino a punti di assoluto, nonostante la Logica Sei affermi che «Gli assoluti sono irraggiungibili».

La teoria della logica di Korzybski sostiene che il pensiero giunge a risposte scorrette quando considera che le sole alternative possibili siano Bianco e Nero, Buono o Cattivo, Giusto o Sbagliato, e propone una teoria di utilizzo semantico che indichi con precisione i toni di grigio, il grado di bontà e cattiveria, di giusto o di sbagliato. L'adattamento scientologico di questa teoria mostra il tipico entusiasmo hubbardiano e spinge le Scale Graduali fino a punti assoluti. La Scala del Tono si estende da livelli noti come Paura (1.0), Rabbia (1.5), Noia (2.5), Entusiasmo (4.0) giusto per citare alcuni valori arbitrari, fino a Serenità dell'Essere (40), sostenendo che quest'ultima è un assoluto raggiungibile. Hubbard afferma inoltre che il Tono 40 è uno stato talmente elevato da essere irreale nell'universo fisico, cioè il giocatore nel gioco della vita avrà abilità talmente superiori da essere incapace di giocare.

Contemporaneamente le Logiche di Scientology contengono assunti di grande valore per Scientology stessa. Logica Cinque: «Una definizione dei termini è necessaria per il coordinamento, l'esposizione e la risoluzione di supposizioni, osservazioni, problemi e soluzioni e per la loro comunicazione». Quando si leggono i libri di Scientology o si ascoltano le conferenze registrate di Hubbard ci si chiede se si tratti dello stesso uomo che ha prodotto tale "Logica", poiché i numerosi glossari contenuti nei suoi libri non fanno nulla per definire chiaramente i suoi termini o i loro parametri. Il Dizionario di Scientology probabilmente riduce la comprensione dello scientologese.

Infine, sempre in tema di Logiche, la numero Diciassette dice: «Quei campi che maggiormente dipendono dall'opinione autorevole per i loro dati contengono la minor quantità di leggi naturali note». È mai esistito un campo che contenga più opinioni autorevoli di Scientology? Anche quando Hubbard afferma una Legge Naturale lo fa con un'autorevolezza e autorità da trasformarla da Legge Naturale in Legge tipicamente Hubbardiana.

Oltre agli Assiomi, alle Prelogiche e alle Logiche di Scientology esistono 194 Assiomi di Dianetics. Così come tutti i pronunciamenti di Hubbard sull'ordinamento e l'organizzazione del Cosmo, anche gli Assiomi di Dianetics sono una miscela di fatti dimostrati e di comodi assunti. Per quanto l'universo possa essere sbalorditivo con il suo raggio osservabile di 10.000 milioni di anni luce il quale contiene circa 100.000 milioni di galassie, ognuna composta da circa 50.000 milioni di stelle, il facile riassunto che ne fa Hubbard è ancora più sbalorditivo in quanto ad audacia.

Gli Assiomi di Dianetics coprono alcuni degli stessi ambiti di quelli di Scientology, anche se Hubbard descrive Dianetics come una psicoterapia pura [2] e afferma che tutte le questioni spirituali appartengono a Scientology. Si dice infatti che Dianetics riguardi le Dinamiche da Uno a Quattro, Scientology invece tutte e otto.

Assioma di Dianetics Uno: «La sorgente della vita è uno statico con proprietà peculiari e particolari», cioè un altro modo per dire che «La vita è fondamentalmente uno statico» - Assioma di Scientology Uno. Molte delle questioni teoriche di Scientology sono sottolineate negli Assiomi di Dianetics. L'Assioma di Dianetics Tre ad esempio dice: «Quella parte dello statico della vita che entra violentemente in contatto con l'universo materiale ha, come suo scopo dinamico, la sopravvivenza, e solo la sopravvivenza». Il che introduce uno dei principali assunti di Scientology: Hubbard considera la spinta verso la sopravvivenza come la motivazione più generale della vita. Tale spinta è divisa in otto Dinamiche:

Prima: è la spinta verso la sopravvivenza del sé; Seconda: è la spinta verso la sopravvivenza attraverso il sesso o i bambini; Terza: è la spinta della sopravvivenza attraverso un gruppo di individui o come gruppo; Quarta: è la spinta alla sopravvivenza attraverso tutta l'umanità, e come umanità intera; Quinta: è la spinta alla sopravvivenza attraverso forme di vita come animali, uccelli, insetti, pesci e vegetazione e la spinta alla sopravvivenza delle stesse; Sesta: è la spinta alla sopravvivenza come universo fisico e comprende Materia, Energia, Spazio e Tempo da cui deriva la parola MEST; Settima: è la spinta alla sopravvivenza attraverso lo spirito o come spirito; Ottava: è la spinta alla sopravvivenza attraverso un Essere Supremo o, più esattamente, l'Infinito. Viene chiamata Ottava Dinamica perché il simbolo dell'Infinito messo in piedi rappresenta il numero "8".
L'ottava lettera dell'alfabeto greco è la Theta, il che deve indubbiamente significare qualcosa...!

Le Otto Dinamiche mostrano una chiara espansione dal singolo all'infinito, o almeno è ciò che dovrebbero dimostrare. Si può stabilire se un individuo mostra maggiore o minore grado di abilità a sopravvivere - potenziale di sopravvivenza - dal numero di dinamiche sul quale opera. La vita piena e completa sarebbe quella che le comprende tutte e otto. Questo individuo fortunato sarebbe immensamente superiore - sarebbe un Homo novis piuttosto che un Homo sapiens o Homo sap, come Hubbard usava dire per esprimere la sua opinione sullo stato attuale dell'essere umano.

Nella Scala del Tono citata in precedenza e illustrata qui sotto, il livello 2.2 tra noia e antagonismo è lo spartiacque tra sopravvivere e soccombere. La spinta alla sopravvivenza è la motivazione essenziale, ma quando l'individuo è aberrato nello spirito e nella mente opera verso il soccombere. Nella Scala della Consapevolezza illustrata più sotto, i punti che vanno da "Bisogno di Cambiamento" (-4) fino a "Non Esistenza" (-34) sono consapevolezza diminuita - l'individuo sta soccombendo a falcate piene - e i punti da "Bisogno di Cambiamento" fino a "Potere su tutte le Otto Dinamiche" (presumibilmente da +22 all'infinito) dimostrano un'accresciuta consapevolezza e desiderio di sopravvivere. Via via che l'individuo si sposta dai punti 2.2 (Scala del Tono) e -4 (Scala della Consapevolezza), la spinta a sopravvivere o la spinta a soccombere aumentano progressivamente, a seconda della direzione.


LA SCALA DEL TONO EMOTIVO


|----------------------------- -------------------- -----------------------------
| 40.0 Serenità dell'Essere
|   8.0 Ilarità
| |------------------- ----------
|     SCALA DEL     |   4.0 Entusiasmo
|     TONO DEL     |   3.0 Conservatorismo
|     THETAN     |   2.5 Noia
| |   2.0 Antagonismo
| |   1.8 Dolore
| |   1,5 Rabbia
|     Ben oltre     |     THETAN       1.2 Nessuna Compassione
|     la morte del corpo     |     PIU'       1.1 Ostilità Nascosta
|     da "0" in giù     |     CORPO       1.0 Paura
|     per completare     |   0.9 Compassione
|     il "non essere"     |   0.8 Propiziazione
|     come thetan     |   0.5 Afflizione
| |   0.375 Fare Ammenda
| |   0.05 Apatia
| |   0.0 Morte
| |------------------- --------
| |  -1.0 Punire Corpi
| |  -1.5 Controllare Corpi
| |  -2.2 Proteggere Corpi
| |  -3.0 Possedere Corpi
| |  -3.5 Approvazione da Corpi
| |  -4.0 Aver Bisogno di Corpi
| |  -8.0 Nascondersi
|----------------------------- -------------------- -----------------------------


LA SCALA DEI LIVELLI DI CONSAPEVOLEZZA


21. Sorgente
20. Esistenza
19. Condizioni
18. Realizzazione
/\ 17. Chiarimento
 |   16. Scopi
 |   15. Abilità
 |   14. Correzione
 |   13. Risultato
 |   12. Produuzione
 |   11. Attività
 |   10. Predizione
 |     9. Corpo
 |     8. Aggiustamento
 |     7. Energia
 |     6. Illuminazione
 |     5. Comprensioni
 |     4. Orientamento
 |     3. Percezione
 |     2. Comunicazione
 |     1. Riconoscimento
 |     
 |    -1. Aiuto
 |    -2. Speranza
 |    -3. Richiesta di Miglioramento
 |    -4. Necessità di Cambiare
 |    -5. Paura di Peggiorare
 |    -6. Effetto
 |    -7. Rovina
 |    -8. Disperazione
 |    -9. Sofferenza
 |   -10. Intontimento
 |   -11. Introversione
 |   -12. Disastro
 |   -13. Irrealtà
 |   -14. Illusione
 |   -15. Isteria
 |   -16. Shock
 |   -17. Catatonia
 |   -18. Oblio
 |   -19. Distacco
 |   -20. Dualità
 |   -21. Segretezza
 |   -22. Allucinazione
 |   -23. Sadismo
 |   -24. Masochismo
 |   -25. Esaltazione
 |   -26. Glee (tipo di follia)
 |   -27. Fissità
 |   -28. Sgretolamento
 |   -29. Dispersione
 |   -30. Dissociazione
 |   -31. Criminalità
 |   -32. Non Causatività
 |  
 |   -33. Disconnessione
 |   -34. Inesistenza


A prima vista può sembrare molto semplice. Le difficoltà insorgono quando si cerca di applicare le scale alla vita reale, piuttosto che alla vita come vista da Scientology. Lo scopo di Scientology è innanzitutto instaurare l'autodeterminazione dell'individuo, un altro modo per dire che lo si deve far vivere e sopravvivere completamente in quanto se stesso sulla Prima Dinamica. Poiché lo stato mentale di OGNI individuo, con la sola eccezione degli scientologist, non è autodeterminato [a causa di engram e spiriti alieni - ndt], quell'individuo non può essere completamente sulla Prima Dinamica, vale a dire che tutte le attività verso la sopravvivenza di ogni altra Dinamica sono fittizie e irreali. Indipendentemente da quanto orgoglio il marito o la moglie non scientologist provino per il loro matrimonio o i loro figli (Seconda Dinamica); da quanto un imprenditore, un leader sindacale o una pop star abbiano successo in relazione ai loro rispettivi gruppi (Terza Dinamica); da quanto di aiuto per l'umanità in generale possa essere lo statista (Quarta Dinamica); da quanto bravo sia il contadino nel curare campi e greggi (Quinta Dinamica), tutto viene azzerato ed è una illusione o una finzione, a meno che Scientology non sia presente e si assicuri che l'individuo stia operando prima e innanzitutto come se stesso. Solo con Scientology l'individuo può essere sicuro di operare attraverso le altre Dinamiche in quanto se stesso.

Ulteriori complessità vengono introdotte quando si osserva che nella vita reale un individuo potrebbe avere successo su alcune Dinamiche e non averlo su altre. Egli potrebbe essere in totale Apatia (0.05) sull'Ottava Dinamica e in Non Esistenza (-34) in tema di Dio e religione. Potrebbe essere a Entusiasmo (4.0) e Comprensione (+5) in relazione alla sua nuova auto sportiva, Sesta Dinamica. Sulla Seconda Dinamica potrebbe essere in uno stato di Noia (2.5) e Bisogno di Cambiamento (-4) per quanto riguarda il matrimonio. La sua abilità a mantenere in vita il pesciolino rosso per più di pochi giorni potrebbe essere bassa, e potrebbe non riuscire a distinguere una pianta di pisello odoroso da una quercia, il che probabilmente significa che si trova su Afflizione (0.5) e Disastro (-12) sulla Quinta Dinamica. Ma, abbastanza stranamente, ha un magnifico cane alsaziano per cui di nuovo prova Entusiasmo (4.0) ed Energia (+7). Tutto questo rende la vita molto difficile.

I livelli della Scala del Tono inferiori a 0.0 sono quelli in cui al momento si trovano gli esseri umani non scientologist. Avendo perso la consapevolezza di stare muovendo un corpo in qualità di statico immateriale privo di massa, movimento ecc., quasi tutti sono scesi a livelli di Tono e Consapevolezza estremamente degradati da cui riescono a malapena a infondere sufficienti meccanismi mentali per mantenere il corpo a un livello di tono apparente. Noi, povere cose degradate, pensiamo di essere il nostro corpo. Non sappiamo di essere immortali, entità meravigliosamente separate che giocano con gioia al gioco della vita come fossimo burattinai. Se dimostro Rabbia, Paura o Entusiasmo attraverso il mio corpo si tratta solamente di una drammatizzazione e non è il mio vero "io", la consapevolezza dell'unità consapevole, che sta provando quelle emozioni. Un meccanismo mentale spinge il mio corpo a recitare la parte mentre dentro mi faccio piccolo piccolo chiedendomi cosa diavolo stia succedendo e provando "Bisogno di un Corpo"! Poi Hubbard accusa gli psichiatri di avere un'opinione degradata degli uomini, e sostiene che la sua invece è alta e rispettosa.

Assioma di Dianetics Undici: «Un organismo vivente è composto di materia ed energia nello spazio e nel tempo, animate da THETA. Simbolo: da qui in poi l'organismo o gli organismi viventi saranno rappresentanti dalla lettera greca LAMBDA». Sorvolando sul fatto che "da qui in poi" l'organismo o gli organismi viventi non vengono rappresentati dalla lettera lambda né nei restanti Assiomi di Dianetics, né nel resto di Dianetics e Scientology, gli assiomi che seguono suonano piuttosto come una introduzione in stile Reader's Digest alla biologia e al misticismo. Ad esempio, l'Assioma Quarantadue dice che: «Il virus e la cellula sono materia ed energia, animate e dirette nello spazio e nel tempo da THETA». Lo si poteva già dedurre dall'Assiona Undici, visto che non è poi un gran segreto il fatto che gli organismi complessi sono spesso comporti da virus e cellule. L'evoluzione viene brevemente discussa nell'Assioma Sedici: «Il cibo di base di ogni organismo consiste di luce e sostanze chimiche. Gli organismi a livelli superiori di complessità possono esistere solo perché esistono livelli inferiori di convertitori. THETA determina l'evoluzione degli organismi dalle forme più semplici a quelle più complesse e li sostiene attraverso l'esistenza di forme convertitrici inferiori».

Eccetera. In tutti i suoi pronunciamenti, quando si tratta di inter relazioni tra spirito, corpo, mente, pensiero e universo fisico Hubbard dà un appoggio formale all'opinione corrente, arricchendola con la sua personale interpretazione di come la vita, la vita da lui intesa, manipoli l'ambiente per adattarsi alle regole.

Si tratta di una prospettiva gradevole e in qualche modo lusinghiera poiché significa che ogni creatura vivente ha la possibilità di riconquistare poteri immensi sull'implacabilità dell'universo. È lo stesso messaggio, sebbene in termini molto diversi, diffuso da tutte le fedi maggiori sulla spiritualità essenziale della razza umana. Quasi tutte le opinioni di Hubbard restano semplici opinioni, nonostante lui sostenga obiettività scientifica. E questo è sicuramente il più grande errore della sua disciplina. Se egli sostenesse di aver introdotto una nuova variazione sul tema della religione e fosse onesto nel suo approccio affermando che solo tramite la fede l'uomo può conquistare la benedizione di Scientology, attirerebbe chi è d'accordo, o trova conforto nella sua fede. Affermando che Scientology è L'UNICA verità, la Strada verso la Libertà Totale e così via, e mescolando il suo credo con incomprensibili discorsi pseudo scientifici, la fede viene ridotta a livello di inganno di bassa lega. Scientology ha molti punti ammirevoli e si meriterebbe qualcosa di più di questo trattamento. Se Scientology è una scienza allora vi sono falle enormi di ragionamento, falle che dovrebbero essere riempite prima di fare qualsiasi altro assunto.

Anche ammettendo che vi sia un'essenza, o élan, totalmente separata e distinguibile che anima materia, energia, spazio e tempo e che, ad esempio, crea l'essere umano, sarebbe stato molto meglio se Hubbard avesse spiegato esattamente come ciò avviene, in termini precisi e osservabili, piuttosto che usare quel suo linguaggio pomposo e spesso incomprensibile. Anche ammettendo che gli esempi attuali di vita su questo pianeta siano troppo degradati per postulare o pensare in senso positivamente creativo, Hubbard nella sua saggezza deve conoscere COME si fa. Sfortunatamente però Hubbard sta bene attento a non dire che lui, o i suoi seguaci maggiormente addestrati, sono dotati di tali poteri. Si giustifica dicendo che levitare a un metro da terra o muovere gli oggetti con la sola forza della mente farebbe impazzire tutti i non scientologist. Naturalmente il solo motivo per cui un non scientologist non può dimostrare potere mentale sull'ambiente è che è troppo degradato dalle esperienze con l'universo fisico, e ha perso tutta la fiducia e la conoscenza della sua superiorità. Hubbard e i suoi seguaci più stretti dovrebbero essere sicuramente in grado di dimostrare la loro capacità ad apportare cambiamenti nell'ambiente. Poiché non lo fanno, si può solo concludere che non sappiano farlo e che l'intera struttura teorica sia erronea.

Se il Thetan è la causa primaria che infonde energia alla mente attraverso il cervello, e quindi al corpo e da lì all'universo esterno, da dove viene tale energia? La crea dall'aria e se sì, come? Se usa altre fonti di energia, come le utilizza? Poiché è una funzione così importante per qualsiasi cosa si pensi o si faccia, ed è così profondamente personale, i Thetan dovrebbero sapere come si fa. Hubbard sostiene che la fonte dell'energia è il Thetan stesso, che la crea, ma essendo in uno stato di incoscienza ha delegato anche le funzioni primarie a basi meccaniche. Anche se fosse vero, deve esistere un punto in cui anche tale funzione automatica riceve impeto, energia, e la domanda resta sempre la stessa: COME?

Questa domanda non è unica di Scientology. Probabilmente è qualcosa che riguarda, o dovrebbe farlo, tutte le branche della scienza. ESISTE una differenza tra cose animate e inanimate. Che cos'è questa differenza e come essa anima la materia?

Che Scientology non conosca la risposta non è grave. Che affermi di conoscerla e agisca come se la conoscesse invece è molto triste, perché finché penserà di avere la risposta per tutto avrà smesso di cercare.


Note:

1. Si rammenta che nel 1971, quando uscì la prima edizione di questo libro, Scientology si presentava ancora al pubblico prevalentemente come una scienza esatta, e non piuttosto come religione. L'insistenza sulla sua religiosità iniziò a rivestire importanza con i primi clamorosi processi americani dei primi anni '80. In Italia solo dopo il maxiprocesso iniziato nel 1986.

2. Anche in questo caso va tenuto conto della data di stesura del libro, il 1971. Ora, infatti, anche Dianetics si è conquistata un posto nel regno dello spiritual-religioso, a differenza dei suoi esordi in cui si trattava di una "scienza moderna della salute mentale" e di una serie di pratiche psicoterapiche, con nessun accenno alla spiritualità. La riscrittura della propria storia che fa di continuo il movimento fondato da Hubbard, si tratti di Dianetics o di Scientology, è di per sé degna di studio. Ai primi anni '80, cioè ai tempi della mia affiliazione, Dianetics veniva definita come la presenta Vosper, cioè DIA, greco = attraverso; NOUS, greco =mente. In anni più recenti invece il "nous" è magicamente diventato "spirito, anima".

 
 
 
INDIETRO INDICE AVANTI
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it