In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Le pastoie della mente, Cap. 1: Perché Scientology?

La prima analisi/denuncia europea dei metodi e delle credenze di Hubbard e della sua Chiesa di Scientology.

Di Cyril Vosper. Prima edizione, Neville Spearman Limited, 1971 / Seconda Edizione, Granada Publishing Limited, 1973.
© Cyril Vosper. http://xenu.apana.org.au/acsrc/books/vosper/

Traduzione e note a cura di Martini, 2006.

 
La parola SCIENTOLOGY fu coniata da uno scrittore americano di fantascienza, Lafayette Ronald Hubbard, dal greco SCIO, conoscere nel suo senso più ampio, e dal latino LOGOS, studiare. Pertanto Scientology è lo studio della conoscenza o knowingness [sapere], e le tecniche con cui si acquisisce la knowingness.

Scientology fu un'evoluzione di L. Ron Hubbard del 1952 dalla precedente DIANETICS (DIA, greco - attraverso; NOUS, greco - mente, intelletto) creata due anni prima con la pubblicazione del libro di Hubbard Dianetics: The Modern Science of Mental Health [Dianetics: la scienza moderna della salute mentale, poi ristampato in Italia con il titolo Dianetics: la forza del pensiero sul corpo]. Questo libro di 400 pagine delineava i metodi con cui una persona non qualificata poteva applicare le tecniche di Dianetics per risolvere i suoi problemi, nevrosi, malattie psicosomatiche, repressioni, inibizioni e così via. Facendo un paragone con il pessimismo della psicologia e della psicoterapia, Hubbard descriveva Dianetics come comune buon senso che produceva invariabilmente i risultati desiderati e, in virtù di tale ottimismo, Dianetics si conquistò accettazione diffusa, sebbene di breve durata.

Il quasi totale rifiuto degli assunti di Hubbard da parte di autorevoli psicologi, psichiatri e psicoterapeuti, oltre che dell'opinione medica, non impedirono a Hubbard di capitalizzare sull'accettazione diffusa e di creare organizzazioni che applicavano le tecniche dianetiche su basi professionali. Sebbene molte migliaia di persone sia negli Stati Uniti che in Canada avessero vicendevolmente provato le tecniche dianetiche su amici e conoscenti, e sebbene la stragrande maggioranza avesse poi lasciato perdere quasi subito, nacque uno zoccolo duro di sostenitori. Nonostante il quasi totale rifiuto pubblico, la stampa derisoria e i commenti televisivi, il movimento lentamente si ingrossò. È praticamente impossibile stabilire precisamente quale sia stata l'origine della storia di Dianetics e Scientology, poiché sono rimasti pochissimi dei suoi primi sostenitori. Ma uno di essi fu John Cambell Jr., editore di Astounding Science Fiction (ora Analog Science Fiction-Science Fact). John Campbell, Jr. ora come allora è ritenuto il decano della fantascienza adulta e intellettuale. Nei suoi editoriali, che tra i fan della fantascienza venivano considerati alla stregua degli editoriali del Times per la stampa mondiale, Campbell fu veramente generoso di elogi per Dianetics. Il numero del maggio 1950 della sua rivista fu dedicato interamente all'articolo di Hubbard intitolato "Dianetics: l'evoluzione di una scienza".

In tale articolo Hubbard paragonava la mente umana a un calcolatore elettronico molto complicato. Sosteneva che se un calcolatore ha un "marca 7", vale a dire un impulso che registra continuamente il numero 7 in tutti i calcoli, allora può essere paragonato alla mente umana aberrata. Ogni qual volta si facciano calcoli su un calcolatore con il "marca 7" tutti i risultati saranno scorretti in virtù di quel 7. Similmente tutte le menti umane hanno i loro "marca 7" che alterano l'accuratezza del calcolo mentale. L'unica difficoltà è che se nel caso del calcolatore il difetto è facilmente identificabile, con la mente umana non lo è, in quanto i "marca 7" vengono offuscati dalla giustificazione, dalla ragionevolezza e dalla paura.

La parola ENGRAM fu presa a prestito dalla biologia dove significava "tessuto cellulare cicatrizzato" [traccia mnemonica permanente su una cellula] e in Dianetics fu adattata per intendere "cicatrice mentale"; descrive tutti i "marca 7" della mente umana. Più precisamente, l'engram viene definito come "una rappresentazione tramite immagini mentali di un'esperienza contenente dolore, incoscienza e una vera o presunta minaccia alla sopravvivenza; è una registrazione nella Mente Reattiva di qualcosa effettivamente avvenuto nel passato e contiene dolore e incoscienza, entrambi registrati nella rappresentazione tramite immagini mentali chiamate engram".

Venne così costruita un'intera nuova scienza della mente. L'engram dianetico potrebbe essere paragonato a ciò che la psichiatria chiama trauma, ma Hubbard lo delineò con maggiore accuratezza. Similmente la Mente Reattiva di Dianetics è qualcosa di paragonabile all'inconscio di Freud, ma anche in questo caso Hubbard fu più preciso nella sua definizione: "Mente Reattiva: una parte della mente di una persona che funziona totalmente su una base stimolo-risposta (dato un certo stimolo darà una certa risposta), che non è sotto il controllo della sua volontà e che esercita forza e potere di comando sulla sua consapevolezza, scopi, pensiero, corpo ed azioni. Essa consiste di massa da problemi sugli scopi, engram, engram secondari e locks".

Nei capitoli successivi verranno date maggiori informazioni sulla mente come intesa da Hubbard nelle sue Dianetics e Scientology, ma l'engram e la mente reattiva costituirono le basi di Dianetics e ancora rappresentano le maggiori aree di attacco di Scientology. Sono concetti facilmente comprensibili, molto più della verbosità della psichiatria e della psicologia, e Hubbard sostiene siano alla base di tutte le malattie fisiche e mentali.

Le sue tecniche per ridurre il potere dell'engram - cioè i suoi metodi per trasformare le memorie inconsce in ricordi consci furono, agli albori di Dianetics, paragonabili alle teorie psicanalitiche. Tuttavia, quando Hubbard ampliò la portata della sua materia trasformandola in una filosofia religiosa - Scientology - introdusse precisione meccanica nel tentativo di aggirare le inter relazioni personali casuali che avevano assillato i metodi dianetici originali e, al contempo, introdusse elementi di esoterismo e di misticismo. Ed è quest'ultimo elemento che distingue Scientology dalle altre forme di psicoterapia.

Hubbard ha cercato di produrre una filosofia essenzialmente pratica che è sia una summa della conoscenza dell'Uomo di se stesso e del suo ambiente, sia un mezzo per aumentare la propria conoscenza. Ha descritto la disciplina come superiore a ogni altra ricerca, poiché l'auto conoscenza e l'autocontrollo sono prerequisiti alla certezza in ogni altro studio. Egli sostiene di aver fatto parte del gruppo di ricerca originale che sviluppò la bomba atomica americana, presumibilmente il Manhattan District Project, 1942-1945, sebbene sia difficile dargli credito in quanto in quel periodo era comandante di corvetta della Marina degli Stati Uniti. Tuttavia dalla conoscenza acquisita in fisica nucleare [1] e da ciò che afferma essere un'intima esperienza con il misticismo Orientale, egli in Scientology ha saldato assieme le idee dell'Occidente e la fede Orientale. L'ha fatto a tal punto che molti dei suoi scritti hanno lo stile di un manuale di meccanica anche se trattano le idee più fantastiche. Dopo la poderosa verbosità della gran parte degli studiosi che trattano la medesima materia, le affermazioni dirette di Hubbard, giuste o sbagliate che siano, sono davvero una boccata d'aria fresca.

Il maggior impatto del suo approccio, sia nella ventina di libri che ha scritto su Dianetics e Scientology, sia nelle migliaia di ore di conferenze registrate che ha tenuto, è sicuramente la certezza con cui tratta i problemi. Con smisurata fiducia in se stesso egli affronta nodi gordiani quali la definizione di Vita, la reincarnazione, la comunicazione, i dischi volanti, il sesso, la politica, e tutti gli altri problemi minori che riguardano la risoluzione della mente umana, con un pragmatismo più grande di quello di Alessandro. Alcune delle cose che dice sono assurde, ma allo stesso tempo molte sono davvero pertinenti ed è questa curiosa miscela di verità e falsità, di fatti e finzione che dà a Scientology il suo impatto E la sua forza.

Nei primi stadi dell'addestramento e della terapia il neofita viene attratto dalla loro praticità quasi ingegneristica: roba buona e solida, applicabile alla vita di tutti i giorni, con pochi indizi del materiale sconclusionato, non comprovato né comprovabile che arriverà in seguito.

È a questo stadio che inizia il condizionamento, accidentale o programmato che sia, e che è una parte integrante dell'intera procedura. Con la stessa disinvolta autorità che Hubbard aveva usato per analizzare succintamente la comunicazione, egli porta il neofita verso zone più discutibili. «La vita è fondamentalmente uno Statico» è un assunto che Hubbard descrive come VERITA' LAMPANTE. Prosegue spiegando che «... lo Statico di vita non ha massa, lunghezza d'onda, collocazione nello spazio o nel tempo. Ha l'abilità di postulare e di percepire». Si tratta di una chiara descrizione di un universo immateriale, l'unità di vita. È un bel ragionamento e potrebbe anche essere la verità lampante che Hubbard sostiene essere, ma al neofita mai, in nessun momento, viene permesso mettere in dubbio tali assunti. Il neofita li deve accettare come VERITA', oppure è fuori. La parola di Hubbard non si mette in discussione. Esistono centinaia di assunti simili che si devono accettare come "fatti". Non è che siano necessariamente scorretti, potrebbero pure essere fatti, potrebbe essere la più pura verità. Il pericolo è che centinaia di migliaia di scientologist di tutto il mondo nutrono una fede implicita nella parola di Hubbard, senza avere mai confrontato le sue parole e azioni con quelle di altri maestri.

Da una parte Hubbard offre indubbi benefici in termini di aumento di consapevolezza, calma mentale, uno scopo per un'esistenza che ne sarebbe altrimenti priva. Dall'altra richiede aderenza totale al suo straordinario impianto di credenze, pseudoscienza, opinioni e folklore. Presenta una psicoterapia comprensibile che può certamente accrescere felicità e autostima. Da questi piccoli successi Hubbard profetizza e promette ulteriori e più stupefacenti benefici. Nessun super uomo dei fumetti, nessun eroe della fantascienza da quattro soldi potrà mai gareggiare con la prodezza e la lucidità mentale del suo Thetan Operante. Nessun postulato del mistico orientale potrà mai gareggiare con la sicura abilità e supremazia di uno scientologist completamente addestrato. Hubbard supera qualsiasi altro scrittore di fantascienza. Le sue fantasie non solo sono più straordinarie e più accuratamente elaborate, ma la gente ci crede davvero. Ci sono state diverse mode di natura stravagante a cui hanno creduto molte persone, spesso con la sola giustificazione che sembrava una bella cosa in cui credere. La Oregone Energy (o Energia Vitale) di Wilhelm Reich e la sua Oregone Box; la piramidologia e la sua determinazione pseudoarcheologica del sacro Cubito e del suo sacro Centimetro; l'omeopatia del dott. S.C. Hahnemann e la sua Legge dei Simili; l'iridologia, con cui tutti i disturbi fisici possono essere diagnosticati ispezionando l'iride dell'occhio; la Semantica Generale del conte Alfred Korzybski; la naturopatia; la frenologia; c'è chi ha creduto e crede in tutto questo e molto altro, accettando "prove" e "riscontri" con una stupefacente ingenuità. Quasi tutte quelle discipline contengono un fondamento di osservazione fattuale su cui è stata costruita una sovrastruttura di assunti strampalati.

Scientology è molto simile a quasi tutte le altre pseudoscienze. È stata sviluppata e rigidamente controllata da un solo uomo le cui parole vengono ritenute sacrosante dai seguaci. L'atteggiamento verso la critica è che il critico è finanziato da interessi occulti che vogliono mantenere la razza umana a livello primitivo, oppure è un pazzo; forse entrambe le cose. I successi vengono proclamati a voce alta, mentre i fallimenti sono ignorati oppure diligentemente giustificati. I seguaci descrivono apertamente il Fondatore come un genio di statura eccelsa e di divina ispirazione, e lui ovviamente ha la medesima considerazione di se stesso. La sua disciplina è L'UNICO modo per risolvere le difficoltà, e lo fa con tanta facilità da far sembrare gli altri ricercatori del settore degli stupidi sempliciotti. Il leader e i suoi seguaci si arrogano un'autorità di giudizio delle faccende umane che nella realtà è ingiustificata.

A differenza delle altre mode ed eccentricità, Scientology non è argomento puramente comico che attrae chi ha bisogno di qualcosa in cui credere. È una materia molto più vasta che tocca ogni aspetto della vita. Forse i primi successi di Dianetics derivarono principalmente dalla sicurezza di Hubbard e dal suo essere un ottimo venditore, ma nessuno stratagemma può reggersi in piedi per venti anni e attirare centinaia di migliaia di seguaci dedicati senza che vi sia un valore reale. In Scientology vi è sicuramente un valore, anche se si tratta unicamente di auto inganno o del risultato di un condizionamento mentale accuratamente costruito. Gli scientologist sono felici perché sentono di stare compiendo un'opera vitale nel salvare le qualità di un'umanità e di una civiltà che essi, e molti altri, vedono erosa dal materialismo e dall'egoismo. Portate loro via Scientology e si uniranno alla massa frustrata. Portate loro via la raison d'etre e gli porterete via la fede.

Ma, sebbene Scientology abbia un impatto più forte di, diciamo, la Teosofia, e sebbene per i suoi seguaci produca probabilmente risultati di un certo valore, seppur limitato, ci sono due aspetti di Scientology che la rendono unica.

Nonostante Hubbard sostenga che Scientology è una filosofia pratica senza legami a movimenti politici e ideologici, egli sembra davvero propenso ad "accettare responsabilità", come dice lui, per il destino dell'uomo, sia in senso molto politico che ideologico. Ad esempio ha costruito la sua organizzazione mondiale in modo da «...trascinare la società sotto di noi». Con questo intendendo che il suo obiettivo a lungo termine è il controllo dell'intera razza umana, sebbene in modo benevolente da parte sua e dei suoi seguaci. Dopo la mia esperienza di quattordici anni nel caos delle organizzazioni di Scientology, caos dovuto alla struttura rigida e impraticabile entro cui esse sono costrette (il famoso "Organigramma" di L. Ron Hubbard) posso solo dire che se il mondo godrà mai di tale miracoloso sistema se lo sarà semplicemente meritato.

La seconda caratteristica che rende unica Scientology è il suo sistema di Etica. Sostenuto da Hubbard come essenziale per la corretta funzionalità della terapia, il suo sistema di Etica spazia da un semplice codice di comportamento per i seguaci fino alle modalità con cui trattare chi è antagonista a Scientology. E queste ultime hanno attirato molti commenti pubblici.

«I movimenti di massa possono nascere e diffondersi senza credere in un Dio, ma mai senza credere in un demonio. Generalmente la forza di un movimento di massa è proporzionata alla vivacità e tangibilità del suo demonio.» (Erich Hoffer, "The True Believer: Thoughts on the Nature of Mass Movements", London, Secker & Warburg; 1952)

Il "demonio" di Scientology è la Persona Soppressiva, l'SP.

Chiunque sia antagonista a Scientology è ovviamente antagonista di se stesso dell'intera razza umana, poiché Scientology è il solo modo per risolvere i problemi dell'umanità. Apponendogli l'etichetta di Persona Soppressiva, così dice la teoria, l'individuo saprà che gli astuti scientologist gli stanno addosso. Se sa cos'è bene per lui, il "soppressivo" si riabiliterà, pagherà gli onorari e proseguirà sulla Strada verso la Libertà Totale. Di solito non è così che funziona, ma è una buona teoria da propinare ai seguaci. Fa sembrare umana la disumanità della Disconnesione e del Fair Game.

Serve anche per fare di chiunque un potenziale nemico. Dando loro gli stimoli giusti, anche gli scientologist più affidabili possono diventare degli SP. Agli occhi degli scientologist soltanto L. Ron Hubbard è affidabile al 100%. Tutto il mondo è abitato da "demoni" o potenziali "demoni". Solo Hubbard è affidabile per quanto riguarda progresso, umanità e amore. Seguitelo, fate esattamente come vi dice e alla fine avrete la possibilità di farcela anche voi. Non credete a nessun altro. Un SP può essere molto, molto astuto.

Chi crede a queste cose, e lo fanno centinaia di migliaia di persone, crederà a qualsiasi cosa. Non si tratta di una credenza razionale. È un bisogno. L. Ron Hubbard con le sue Dianetics e Scientology ha soddisfatto il bisogno di molti, che gli sono riconoscenti per essere guidati. Gli sono grati per potergli obbedire. Per quanto riguarda Hubbard, le loro facoltà critiche sono assenti.

Questo tipo di persone è sempre stato il nucleo centrale di ogni movimento di massa.

Hubbard non predica un messaggio di intolleranza razziale, sebbene in molte delle sue conferenze vi siano chiari indizi che egli consideri le persone di colore spiritualmente inferiori ai bianchi. Naturalmente come per molte altre delle sue affermazioni anche l'ammirazione per gli Anglosassoni, di cui egli curiosamente è parte, trova prove nel suo atteggiamento. Egli cita i traguardi tecnologici, politici, artistici e sociali dei britannici e degli americani, e artatamente ignora i loro fallimenti. Ma il pregiudizio razziale o di colore non è un fattore centrale di Scientology. Se una persona di colore ha denaro a sufficienza per permettersi la sua terapia o l'addestramento allora è accolta a braccia aperte.

Ciò che è più sinistro è che Hubbard ha analizzato i diversi aspetti dell'esistenza riproponendoli in Scale Graduali. Ad esempio per quanto riguarda l'emozione c'è la Scala del Tono che, detto in parole povere, espone una guida semi matematica della qualità delle emozioni. Chi è in stato di "Noia" è a un livello superiore di chi è "arrabbiato", che a sua volta è a un livello superiore di chi si trova su "Ostilità Nascosta" o, scendendo, su "Propiziazione", "Paura", "Afflizione", "Apatia" o "Morte". Lasciando perdere qualsiasi considerazione sul fatto che tale scala è puramente e semplicemente l'opinione del sig. Hubbard e nella realtà non ha alcuna base statistica, l'individuo in stato di "Noia" è MIGLIORE dell'individuo in "Afflizione". Migliore in senso morale, etico, di affidabilità e di salute in generale. Usata nell'ambivalente mondo di Scientology questa distinzione non viene utilizzata solamente per stimare l'individuo e la sua abilità a farcela nell'ambiente, la qual cosa - se la Scala del Tono Emozionale fosse basata sulla realtà - avrebbe valore in molti ambiti al di fuori di Scientology.

Scientology la usa per giudicare. Se un individuo, gruppo o nazione è basso sulla Scala del Tono Emozionale allora NON MERITA CONSIDERAZIONE.

E qui ci avviciniamo molto a quel tipo di filosofia che può considerare gli altri come "non completamente umani". Portata agli estremi, essa può giustificare qualsiasi tipo di azione contro chi non sia ritenuto meritevole di diritti. E che questo sia parte integrante dell'intero approccio di Hubbard lo si capisce dalla sua sprezzante descrizione dei non scientologist, che egli definisce "WOG" [2], dall'affermazione secondo cui la Persona Soppressiva è "Fair Game" [Bersaglio Libero]. Come ha detto Sir Elqyn Jones, Q.C., nel recente caso di diffamazione che ha coinvolto Scientology, l'SP «può essere privato della proprietà o danneggiato con qualsiasi mezzo da qualsiasi scientologist. Può essere imbrogliato, querelato, gli si può mentire, può essere distrutto». Sono circolati racconti di ex scientologist Persone Soppressive picchiati da "gorilla" della Sea Org, sebbene tali racconti non siano stati sostanziati da denuncie o azioni della polizia. Una fotografia apparsa nel 1968 su The Auditor - la rivista internazionale di Scientology che si dice abbia una tiratura di 5 milioni di copie - mostrava una Persona Soppressiva venire lanciata in acqua dal "Royal Scotsman" da due robusti Ufficiali di Etica. Presumo che poi il malcapitato fosse stato ripescato, ma è davvero un bel salto, dal ponte di una nave di 4000 tonnellate!

Naturalmente tutto questo e molto altro viene giustificato dalla bizzarra filosofia di Scientology. Si scrollano semplicemente le spalle perché si tratta di "mettere IN la tecnologia", cioè, in parole povere, di "far funzionare la terapia". Se per far funzionare Scientology sono necessarie tali misure, allora in essa c'è qualcosa di terribilmente sbagliato.

Quindi, perché Scientology? Perché milioni di persone ricevono le sue riviste? Perché centinaia di migliaia di persone pensano che Scientology sia il solo modo che la razza umana ha per ritrovare se stesse e sopravvivere alla minaccia della Bomba Atomica, dell'esplosione demografica, dell'erosione dei valori, o di qualsiasi altro tra la moltitudine di problemi che ci affliggono? Perché dopo tutte le filosofie radicali che si sono succedute nel corso dei secoli, e tutti i problemi e miserie che esse hanno causato, la gente ancora si affolla attorno a un'ennesima bacchetta magica che risolverà tutti i suoi problemi e renderà il mondo un luogo di pace, luce e amore?

La ragione deve essere proprio questa. Il mondo non è pieno di pace, luce e amore. Tutti noi vorremmo che lo fosse. Quando si presenta qualcuno che sostiene di avere la formula e vanta l'efficacia dei suoi metodi, quell'uomo sarà seguito. E se fa in modo di tenere sempre una succosa carota davanti al naso dei suoi seguaci ci sarà sempre chi penserà che valga la pena seguirlo. E se allo stesso tempo riesce a parlare del grandioso valore del suo seguito, della loro integrità e superiorità etica, se riuscirà a convincere i seguaci che saranno loro ad ereditare la Terra, allora farà appello sia alla loro natura più superficiale che a quella più profonda. Se riesce a mostrare una personalità magnetica e pretese di umiltà molti lo ameranno e lo seguiranno, indipendentemente da dove vada.

I capitoli a seguire delineano le molte cose che gli scientologist credono e fanno. Si tratta della mia personale interpretazione del curioso mondo di Scientology, basata sulle mie esperienze di quattordici anni trascorsi a suo stretto contatto. Pochissimi fuori Scientology sanno che cosa succede dentro, e chi è dentro è l'ultimo a parlare con sincerità della sua vita. È uno strano mondo di inconsistenza, speranze e traguardi, felicità e miserie, eroismo e degradazione, intolleranza e presunzione. Credo che Scientology stia preannunciando una nuova forma di tirannia mentale e morale a un mondo già ossessionato da molte schiavitù. Essa potrebbe essere la più letale, poiché ha a che fare con la spiritualità dell'individuo e quando, in passato, le religioni sono state intolleranti i loro pogrom sono stati sanguinari. I loro perpetuatori si ritenevano sgradevolmente nel giusto e hanno degradato la dignità umana.

Molti governi del mondo stanno intraprendendo azioni per limitare Scientology. Uno, quello dello Stato di Victoria, in Australia, l'ha messa fuori legge. Il governo britannico sta svolgendo un'indagine ma, ai livelli di crescita di Scientology, in particolare negli Stati Uniti, nel momento in cui si potranno intraprendere azioni concertate per controllarla Scientology potrebbe già essere fuori controllo.

Questo libro cerca di raccontare la verità su Scientology e ciò che essa sta cercando di fare. Spero caldamente che sarà efficace.


Note:

1. Hubbard sosteneva di essere un fisico nucleare, ma si scoprirà in seguito (dopo la pubblicazione di questo libro) che non conseguì mai quella laurea, e nemmeno quella in ingegneria, che parimenti vantava. Hubbard fu iscritto per due semestri alla facoltà di ingegneria della George Washington University, ma abbandonò gli studi per i suoi scarsi risultati.

2. Nella lingua inglese il termine WOG, abbreviazione di Worth Oriental Gentleman, è assolutamente dispregiativo e offensivo e con forti connotazioni razziste.

 
 
 
INDIETRO INDICE AVANTI
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it