In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Verità e Propaganda 

Kim Baker su alt.religion.scientology, 26 Settembre 1995.

Traduzione a cura di Martini.

 
 
 
 
 
 
Introduzione 

La propaganda è la "manipolazione senza scrupoli delle opinioni attraverso simboli diffusi dai mass media" (Qualter: p.3). La differenza tra propaganda e "pubbliche relazioni" è semplicemente che la propaganda viene impiegata in tempo di guerra - entrambe sono studiate per influenzare l'opinione pubblica sull'accettazione di un punto di vista. 

L'elemento chiave della propaganda è la capacità di raggiungere una moltitudine di persone con vari mezzi tecnologici massmediologici - stampa, radio e televisione. Il flusso di informazioni è a senso unico, indirizzato alle masse. Ogni discussione sull'informazione viene limitata a un ESIGUO gruppo di persone, ma generalmente le masse non hanno potere visto che sono incapaci di trasmettere una risposta di gruppo.

Nelle sue campagne di "pubbliche relazioni" o propaganda ogni corporazione, impresa, governo o organizzazione gerarchica si affida a questo - sia all'interno che all'esterno: CONTROLLARE l'informazione e chi vede cosa. 

La Chiesa di Scientology è un esempio perfetto di una corporazione gerarchica multinazionale.  Fornisce affascinante materiale agli studenti di scienze politiche, e rappresenta un eccellente modello di studio. 

L'organizzazione sostiene il punto di vista che Scientology conduca alla libertà spirituale. Ora, che questo sia vero o meno, la Chiesa si opporrà, sui mass media, ad ogni tentativo individuale o di gruppo di contrastare questo punto (Hubbard: HCOPL 21 Nov. 1972).

Non si tiene minimamente conto del fatto che un individuo possa aver avuto un'esperienza personale che va in direzione contraria. 

Come molte corporazioni o imprese di rilievo, usa tecniche di propaganda con l'intenzione di assicurarsi l'accettazione dei suoi punti di vista (in questo caso che Scientology conduce alla libertà spirituale). 

L'informazione viene controllata su due piani: internamente ed esternamente. 

 
 
 
Controllo interno dell'informazione 

Un affascinante esempio sul controllo dell'informazione interna viene dalla lettura di una delle pubblicazioni della Chiesa, Scientology Today, pubblicata dall'Ufficio degli Affari Speciali [OSA - n.d.t.], la divisione di pubbliche relazioni dell'organizzazione [un altro è la rivista Freedom Magazine, in italiano]. 

Da queste pubblicazioni i membri della Chiesa ricevono notizie su vittorie costanti e complete sul nemico, ricavandone l'impressione che Scientology si stia massicciamente e continuamente espandendo senza mai perdere terreno. Le notizie delle "sconfitte" non vengono MAI pubblicate. 

In una di queste edizioni vi è un articolo intitolato "La Psichiatria sta cessando di esistere". L'articolo sostiene che la psichiatria "come tutte le pratiche che causano solamente danno - continua ad auto-distruggersi." Di seguito viene enunciato l'obiettivo del CCHR (Commissione dei Cittadini per i Diritti Umani - un'organizzazione di facciata della Chiesa di Scientology): opporsi alla psichiatria fintanto che "continuerà a diffondere la sua pseudo-scienza, la coercizione e la brutalità" (OSA, p.11). 

Parole interessanti. Molti critici di Scientology accusano l'organizzazione delle STESSE cose. Allora, chi dice la verità? 

Generalmente per i membri della Chiesa di Scientology non c'è dubbio su chi stia dicendo la verità. Gli psichiatri sono malvagi , la Chiesa è buona. Tenete a mente che queste persone hanno molto raramente accesso a informazioni contrastanti, dato che vengono tenute alla larga dai mass media. Per la gente dentro la Chiesa, la Chiesa ha sempre ragione, la Chiesa vince sempre. 

Se una persona sperimenta qualcosa di negativo, e gli usuali maneggiamenti di "etica" falliscono nel convincerla che la sua esperienza è stata 

1) colpa sua 

2) il risultato di un'applicazione scorretta di Scientology 

allora si ritiene che stia mostrando caratteristiche "soppressive", e se continua così verrà espulsa dalla comunità (ovvero dichiarata Soppressiva). Di conseguenza, agli altri Scientologist verrà ORDINATO di "disconnettere" da lei. 

 
 
 
Controllo esterno dell'informazione 

Usando lo stesso esempio della psichiatria, è interessante notare quanto frequentemente i portavoce della Chiesa USINO gli psichiatri per contrattaccare: il Dr. Albert Rossi, psichiatra capo alla Elgin Air Base dove Steve Fishman fu incarcerato, viene citato dalla Chiesa come testimone attendibile contro Fishman. 

Nell'ambiente esterno la gente al di fuori della Chiesa ha accesso a una più ampia varietà di fonti informative, ed è meno probabile che accetti semplicemente la versione della Chiesa. Così diviene necessario fare "Dead Agenting" o screditare i critici agli occhi del pubblico (Hubbard HCOPL 21 Nov. 1972).

 
 
 
Internet 

Una cosa che Hubbard non aveva previsto quando creò la sua organizzazione è Internet. 

Su Internet le campagne di "pubbliche relazioni" e propaganda semplicemente non funzionano allo stesso modo che attraverso i mass media. Governi, imprese multinazionali e corporazioni stanno cominciando a rendersene conto. La distinzione CRUCIALE è che le informazioni presentate in una forma filtrata e controllata possono essere facilmente e pubblicamente sezionate ed analizzate, in modo che le masse, nel giro di mezz'ora,  possano vedere che cosa c'è dietro. 

Trasmissione, analisi e diffusione dell'informazione sono ora alla portata delle masse. 

L'informazione può essere selezionata e inviata alle innumerevoli parti interessate, alcune visibili, altre nascoste. Può venire distribuita in rete, fuori dalla rete, e semplicemente non c'è modo di sapere chi trasmette cosa e a chi. 

Ora la guerra per la verità viene combattuta dalla gente piuttosto che dalle corporazioni. 
Hubbard e molti altri che hanno creato organizzazioni gerarchiche che tradizionalmente possiedono e controllano l'informazione non hanno semplicemente tenuto conto dell'apparizione della Comunità Virtuale. 

Comunque tutti i netizen che attualmente si stanno godendo questa libertà dovrebbero essere consapevoli del fatto che grossi poteri e molti quattrini STANNO CERCANDO DI TROVARE il modo per controllare la rete - "per impossessarsene, censurarla, metterci il tassametro e rivendercela." (Rheingold, p.5) 

Ancora non è chiaro come ci arriveranno, ma dobbiamo sapere che l'intenzione c'è già, quindi stare all'erta. 

Il libero flusso di informazioni è tornato nelle mani della gente. Sino a quando i netizen rispetteranno queste comunità virtuali, fin quando si occuperanno del benessere dell'altra parte e faranno fronte unico contro chi minaccia questa nuova libertà in OGNI sua forma, nei confronti di una QUALSIASI comunità virtuale, la libertà potrà prevalere. 

È questo il motivo che ha portato alla creazione della Electronic Frontier Foundation (nella cucina di John Barlowe!!). 

La storia di una delle prime comunità virtuali, la WELL, e la creazione della EFF sono una lettura affascinante e vengono trattate nel libro di Rheingold citato alla fine di questo rapporto. Una lettura caldamente raccomandata ai novellini della cultura del ciberspazio. 

La battaglia in corso tra la Chiesa di Scientology e la FACTNET è solo una delle tante che si stanno combattendo, e si combatteranno. Noi, la gente, abbiamo la responsabilità di vigilare, di stare all'erta, pronti a contrastare questa minaccia alla nostra libertà - la libertà, una volta tanto, di CONTROLLARE e POSSEDERE l'informazione, di decidere da soli. 

 
 
 
Riferimenti 

Qualter, Terence H. "Propaganda and psychological warfare". Random House, New York, 1962. 

Hubbard, L. Ron. "How to handle black propaganda", HCOPL 21  November, 1972 

Office of Special Affairs International. "Scientology Today"  CSI, Fall Issue, 1994 

Rheingold, Howard. "The Virtual community : finding connection in a computerised world". London, Secker & Warburg, 1994 

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it