In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
La Chiesa di Scientology

Di James E. Adams e Elaine Viets. Serie di 5 articoli pubblicati nel marzo 1974 dal quotidiano Saint Louis Post Dispatch, USA, ripresi dal sito Scientology Lies.

Traduzione a cura di Martini, aprile 2007.

 

Torna ai primi articoli della serie


Un sistema di engram e thetan

Dalle 10 del mattino fino a mezzanotte, praticamente ogni giorno della settimana, al 4225 di Lindell Boulevard, la sede della Chiesa di Scientology del Missouri, ferve attività. L'ufficio di St. Louis è una delle circa 300 sedi di quello che è diventato uno dei più controversi di tutti i movimenti religiosi contemporanei.

Più che una chiesa tradizionale, il centro ricorda una scuola di formazione professionale. Ci sono libri, grafici, diagrammi, banchi con cuffie per l'ascolto di nastri, piccoli spazi educativi e poster di L. Ron Hubbard, il fondatore di Scientology.

Circa sei executive sovrintendono il lavoro di 150 staff più giovani, che scattano in giro per assistere i 250 studenti che frequentano in diversi orari della settimana, L'età media di staff e studenti è di 27 anni. Con parcelle che partono da 25 dollari per arrivare a oltre 5000, gli studenti frequentano una serie di corsi, discipline e assistenze interconnesse che, secondo gli scientologist, porteranno alla totale libertà spirituale.

Gli scientologist percepiscono il loro sistema come una forma di ingegneria spirituale. Fanno affermazioni piuttosto radicali sulla loro capacità di riorganizzare lo spirito umano e la personalità sofferenti in base a ciò che viene presentato come una serie di procedimenti scientifici.

Forse il nuovo arrivato è timido, chiuso in se stesso, confuso, ha problemi familiari, è incapace di stabilire e raggiungere degli obiettivi, non riesce a realizzare le sue aspirazioni fisiche, finanziarie, professionali e spirituali? «Scientology può "maneggiare" [risolvere] queste cose» sostiene la Reverenda June M. Lake, presidente e direttrice dell'ufficio di St. Louis. "Scientology-può-maneggiare" è la frase standard che riassume la convinzione che la chiesa ha nelle sue capacità.

Alcuni metodi di Scientology sono simili alle dinamiche dei gruppi di incontro e ai metodi del potenziale umano diventati famosi in anni recenti. Tali metodi sono studiati per aiutare l'individuo a capire, esprimere e controllare le sue sensazioni, e a diventare una persona più soddisfatta e produttiva.

Ma Scientology ha aggiunto nuovi procedimenti tutti suoi, e collocato il suo sistema in una tecnica di "auditing" o assistenza che, sostengono i praticanti, libera psicologicamente senza fallo gli individui. Laddove quasi tutti i metodi religiosi o di assistenza sono lenti, volontari e con una struttura sciolta, i metodi di Scientology sono rapidi, per lo più involontari e fortemente strutturati. Scientology trasuda un'aria sempre indaffarata di efficienza propositiva.

Quando la nuova recluta appone la sua firma sulla linea tratteggiata del formulario si ritrova immediatamente presa in un fiume tumultuoso in cui non è facile guardarsi indietro, uscire o controllare la velocità in cui precipita sempre più dentro il sistema. Come il canoista sulle rapide, uno scientologist deve partecipare al 100%. Deve essere disponibile e in allerta in ogni momento. Esitare, interrogarsi - per non parlare di dubbio vero e proprio - è un invito al fallimento.

La recluta di Scientology comincia con un breve "corso di comunicazione" da 25 dollari. Uno degli esercizi di base è la capacità a "confrontare" un'altra persona senza farsi troppo impressionare. Gli studenti siedono uno di fronte all'altro fino a che non imparano a sentirti a loro agio in presenza del prossimo.

Un altro esercizio comprende il dare e l'obbedire a semplici comandi come «cammina fino alla sedia, alza la sedia, mettila giù». Una ulteriore routine di addestramento è "provocata", vale a dire che si insulta apertamente l'altro. L'esercizio porta alla capacità di controllare stoicamente la propria mente mentre si viene offesi o derisi.

Il fondamento logico dietro queste e molte altre routine di Scientology è quello di portare lo studente a vivere completamente in "tempo presente", piuttosto che collegare l'esperienza a eventi del passato o ad aspettative future.

La gran parte delle reclute che completano il corso di comunicazione - della durata di dieci giorni - prosegue su programmi più elaborati, costosi e lunghi che promettono un maggior controllo sulle forze sia interiori che esterne. Gli scientologist credono fermamente che la semplice conoscenza delle definizioni del gergo di Scientology aiuti a risolvere i problemi. I suoi studenti devono spesso consolidare ciò che stanno apprendendo con il "chiarimento di parole" o il "cramming". In poche parole, questi due procedimenti consistono nell'apprendere come usare un dizionario o nel memorizzare parole e teorie di Scientology.

Lo studente che sembra procedere troppo lentamente può essere mandato dal "ufficiale di etica", il quale prescrive alcune procedure correttive - generalmente un altro corso di Scientology.

Tutti gli appartenenti allo staff e molti degli studenti hanno un "hat", cioè un ruolo, funzione o obiettivo chiaramente definito nell'organizzazione. «Tutti appartengono [a qualcosa]», come un ex studente ha detto.

Tutte le discipline di Scientology portano all'"auditing", o sono da esso sostenute. L'auditing è il procedimento di assistenza studiato per portare alla luce e poi vincere i problemi psicologici dello studente. Gli auditor di Scientology sondano la mente dello studente in lunghe sedute di domande ripetitive. Gli argomenti possono spaziare dai soliti problemi familiari e professionali fino alle fantasie sessuali più intime. Parte della funzione dell'auditor è cercare i "bottoni" dello studente e "premerli". I bottoni sono tutte le paure irrazionali, le fantasie o i piaceri che in qualche modo preoccupano l'individuo, e che egli vuole evitare di portare allo scoperto.

Nel complesso l'auditing ricorda un tipo implacabile di processo di confessione in cui lo studente sperimenta momenti di "sollievo" mettendo a nudo la propria anima. Il procedimento dell'auditing prevede l'uso di un Elettrometro Hubbard o "E-Meter". Lo studente regge due leggere lattine metalliche mentre l'auditor gli pone domande. Quest'ultimo controlla la lancetta dell'E-Meter in cerca di letture che si dice localizzino con precisione le aree problematiche dello studente. «Il meter vi dice ciò che la mente del preclear [studente] sta facendo quando gli si fa pensare a qualcosa» afferma la prima di dieci dichiarazioni simili riportate sul manuale dell'E-Meter Scientology.

Quando, oltre un decennio fa, Scientology ebbe inizio, lo scopo ultimo dell'auditing era lo stato di "Clear". Tuttavia, come molto altro in Scientology, gli scopi sono stati gradualmente ampliati. Ora esistono non meno di otto livelli dello stato più alto di Scientology, uno stato chiamato "Thetan Operante", dove il thetan corrisponde all'anima. Questi livelli superiori - non disponibili al centro di St. Louis - comprendono abilità sovrannaturali di controllo sul "MEST", acronimo di materia, energia, spazio e tempo.

Tutti i metodi di Scientology sono basati unicamente sulle teorie sull'uomo espresse dal fondatore Hubbard. In breve, gli esseri umani sono composti di corpo, mente e anima, o "thetan". Il thetan entra nel corpo più o meno al momento della nascita. Prima di quel momento i thetan possono essere esistiti in centinaia di altre forme, sia sulla Terra che su altri pianeti.

Tutte le esperienze negative di questa vita o di vite precedenti vengono chiamate "engram". Gli engram controllano la mente "reattiva" o irrazionale. Scientology permette di ripulire tale mente reattiva portando tutti i suoi comportamenti sotto il controllo della mente "analitica" o razionale.

Gli scientologist sostengono che la prova che il loro sistema funziona è riscontrabile nei membri felici e produttivi che il sistema genera. I membri forniscono centinaia di "storie di successo" in cui lodano i benefici ottenuti. «Mi ha reso più competente e capace di maneggiare la gente - per me ha avuto un valore incalcolabile» ha riferito a un cronista John Whitney, dell'Associazione Regionale per il Commercio e la Crescita. Sebbene Whitney abbia riconosciuto di avere pochi contatti con studenti e membri più giovani dello staff, ha lodato Scientology per la sua capacità di disciplinare i giovani e di dar loro auto stima.

All'interno di Scientology, a livello locale, il Post-Dispatch ha riscontrato tre gruppi distinti di frequentatori. Si tratta di alcuni executive più vecchi, come la Sig.ra Lake che viene da fuori St. Louis e ha sottoscritto un impegno a vita con l'organizzazione. Poi c'è una manciata di persone più anziane e realizzate come può essere Mr. Whitney, che si sono interessate ai programmi di Scientology per i suoi servizi relativi al potenziale umano. Restano praticanti ma mantengono la loro professione.

Infine c'è una grande maggioranza di giovani studenti e membri dello staff che sembrano essere stati completamente travolti da Scientology e che a volte rompono definitivamente con la famiglia e i parenti o abbandonano il lavoro. E questo è il gruppo che maggiormente preoccupa i critici di Scientology.

I critici, che adesso comprendono anche numerose persone che hanno abbandonato il movimento, sostengono che si tratta di una pseudo religione e di una pseudo scienza che coinvolge molti dei suoi membri in sciocchezze settarie strutturate come gli scenari fantascientifici che Hubbard un tempo scriveva.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Gerhard A. Gesell, in una sentenza del 1971, ha definito Scientology una forma di "ciarlataneria" e una "pseudo scienza adottata e adattata a scopi religiosi".

Il Reverendo William R. Bader definisce Scientology un «trip istantaneo di salvazione» che la comunità dovrebbe considerare potenzialmente pericoloso per i giovani, i quali costituiscono il segmento più importante delle reclute del movimento. Fino a tempi recenti Padre Bader era direttore del ministero del campus all'Università di St. Louis.

Scientology "funziona" per questi giovani solo nel senso che li avvolge in «una sorta di sicurezza istantanea, nell'accettazione del gruppo e in una disciplina chiara, tesa a qualcosa» ha dichiarato Bader, che per curiosità alcuni anni fa a New York frequentò dei corsi introduttivi di Scientology.

L'auditing dà una forma fondamentale di sollievo psicologico permettendo all'individuo di parlare dei suoi problemi, ha aggiunto il prelato. Ma su questo sollievo esiste poca comprensione ed esso dura poco e, alla fine produce solo più ansia, che viene "risolta" solamente immergendosi sempre più profondamente nel mondo irreale di Scientology.

Alle sue critiche fanno eco quelle di Tim Zell, capo della Church of All Worlds, gruppo neo pagano di St. Louis con membri in tutto il paese. Zell, che ci si aspetterebbe essere un alleato naturale di Scientology, invece la rifiuta perché dice che è un sistema dogmatico che aliena i suoi membri dal loro ambiente naturale.

Il Post-Dispatch ha intervistato diversi ex membri dello staff di Scientology e parenti di ex membri sia qui che altrove. Tutti hanno considerato il tempo trascorso in Scientology - che variava da tre a diciotto mesi - come tempo sprecato. Molti hanno accettato l'intervista solo a patto di restare anonimi.

Hanno riferito che il sistema è intrinsecamente dogmatico, cinico verso il mondo esterno, ipocrita, autoreferenziale e fanatico.

Scientology insegna alcune semplici abilità che riguardano la personalità, sostengono i critici, ma l'effetto globale è quello di rendere dipendenti da Scientology e non dalle proprie risorse interiori. «C'è qualcosa di Scientology che mi manca - un "motivo" per tutto» ha detto un ex studente. «Là non c'era la necessità di prendere decisioni, qualsiasi decisione anche la più banale, perché Hubbard aveva già la risposta».



Vendita dura per costruire la fede

Crescita ed espansione per la Chiesa di Scientology sono prossimi a diventare un'ossessione. Dalla distribuzione di opuscoli nelle strade all'esposizione mediatica di convertiti a Scientology come il giocatore di football professionista John Brodie o la cantante Amanda Ambrose, gli scientologist adescano nuove reclute in un tornado promozionale associato molto più spesso alla vendita di auto usate che alla religione.

I centri Scientology locali promuovono servizi e progettano l'espansione con l'aiuto di direttive di alto livello che sottolineano una grande varietà di metodi per fare affluire «pubblico grezzo a milioni».

Questi documenti interni indicano che crescita ininterrotta ed espansione sono tra le prime e maggiori priorità di Scientology. Una lettera direttiva per lo staff scritta circa tre anni fa da Diana Hubbard, figlia del fondatore L. Ron Hubbard, afferma che lo scopo delle pubbliche relazioni nei centri di Scientology è «portare dentro pubblico grezzo, più di quanto l'org possa far fuori». "Org" è il termine Scientology per unità locale o organizzazione.

A differenza di gran parte delle chiese e delle imprese, le filiali di Scientology non aspettano i resoconti trimestrali o annuali. Presentano invece le loro statistiche settimanali agli uffici nazionali e internazionali attraverso una rete di comunicazioni telex. Ricompense personali e finanziarie di quasi tutti i membri dello staff delle unità locali si basano in parte sulle statistiche crescenti di nuove reclute e reddito nell'ambito dei rispettivi dipartimenti. Tuttavia le entrate medie dello staff sono piuttosto basse.

Come altri centri Scientology, la Chiesa di Scientology del Missouri, al 4225 di Lindell Boulevard, ha usato la sua parte di approcci privati e pubblici di vendita dura. Il Better Business Bureau di St. Louis intende stilare un rapporto su Scientology che sarà disponibile nel prossimo futuro, ha dichiarato un portavoce al Post-Dispatch. Si dice che il bureau abbia ricevuto numerose telefonate sull'organizzazione. Spesso quelle chiamate provengono da familiari preoccupati i cui parenti chiedono, a titolo di regalo o prestito, somme superiori ai 1000 dollari per acquistare corsi di auditing.

C'è chi ha contattato il Bureau richiedendo assistenza per fare cancellare il proprio nome dagli indirizzari di Scientology. Dopo aver chiesto al movimento di vederlo cancellato, queste persone hanno ricevuto lettere in cui veniva loro chiesto perché desiderassero la cancellazione.

La Federal Food and Drug Administration, la American Medical Association, la American Psychiatric Association e diverse altre agenzie pubbliche e private possiedono ricchi dossier negativi su Scientology. Portavoce di tali agenzie sostengono tuttavia di essere impossibilitati a fare alcunché perché Scientology viene considerata un'organizzazione religiosa.

Ma il Dott. Joseph A. Sabatier Jr., capo del comitato AMA contro la ciarlataneria, una volta ha rilasciato questa dichiarazione: «Scientology viene venduta ai giovani come una medicina mentale brevettata».

Le direttive politiche di Scientology, i suoi assiomi, emendamenti e annotazioni fluiscono quasi quotidianamente dalle diverse sedi di Hubbard ai centri locali. Le più recenti direttive operative amministrative non possono essere individuate con precisione. Da tutte le indicazioni ricevute, però, la direttiva dell'aprile 1971 sulle pubbliche relazioni è ancora in forza. «A meno che non abbiate il controllo del Pubblico, portare il Pubblico dentro le org diventa un compito difficile» sostiene la direttiva. «E questo è il motivo per cui il controllo delle PR è così importante. Una volta che avete il controllo, diventa molto facile portare dentro il pubblico, a migliaia e milioni! Serve anche per proteggere l'espansione dell'org dagli attacchi di gruppi di opposizione. Le PR sono una tecnica sociale di controllo.

«Come lo si fa? Bene, fate in modo che tutta la gente che CONTA nella vostra zona - i VIP, i gruppi comunitari, i media e gli opinion leader siano dalla VOSTRA parte, sotto il VOSTRO controllo. A quel punto USATE questi punti di controllo pubblico per portare dentro pubblico grezzo. E' semplice!».

Miss Hubbard cita il detto "Quantità e poi qualità" per un'ampia gamma di materiali promozionali pubblici ed eventi di reclutamento. Stabilisce i compiti di un "Segretario delle Attività Pubbliche". Tale funzione è ricoperta da una donna, scrive Miss Hubbard, e il suo compito principale è costruire un archivio "prospetti" il più grande possibile.

«Lei sarà presente a tutti i maggiori raduni di pubblico grezzo», afferma la direttiva, «e maneggerà con controllo delicato grandi quantità di persone, facendole iscrivere alla loro strada verso la Libertà. Non chiederà mai al pubblico di decidere. Dirà invece che cosa comprare, e loro lo compreranno. Non se ne andrà mai senza avere venduto qualcosa - si tratti anche di un solo libro».

Il "pubblico grezzo" potrebbe essere stato attirato in Scientology grazie a uno dei diversi e aggressivi programmi pubblici di reclutamento. A St. Louis essi sono consistiti in spazi pubblicitari su quotidiani scolastici e comunitari; nella distribuzione per le strade di "biglietti per la felicità" e opuscoli allo stadio Busch, alle parate e ad altri incontri pubblici; e in un programma musicale settimanale a radio KSHE.

Spesso gli scientologist allestiscono stand ai convegni dei loro oppositori tradizionali, i professionisti medici e psichiatrici. A un convegno di otorinolaringoiatri tenuto lo scorso anno, gli scientologist - per lo più ragazze attraenti - distribuivano letteratura e affrontavano i convegnisti.

Di recente il servizio informativo "Dipartimento degli Archivi" della Chiesa di Scientology ha rivisto il libro promozionale fondamentale dell'organizzazione, "Scientology". Il grosso volume nero di 175 pagine ha un'impaginazione accattivante e ben fatta.

Molte reclute arrivano a Scientology grazie a parenti o amici entusiasti. Gli scientologist sono evangelisti zelanti. Spesso i coniugi persuadono i partner ad entrare in Scientology e sono stati riferiti casi di divorzio quando l'altro opponeva resistenza.

Perché questo reclutamento di massa? I documenti di Scientology forniscono tre risposte generali. Il gruppo è convinto che Scientology sia una panacea per qualsiasi malessere psicologico o spirituale. Pertanto diventa compito sacro portare quante più persone possibili "sulla strada verso la Libertà Totale".

Secondo, le unità Scientology locali sono "socialiste" nel senso che i guadagni finanziari e personali degli staff individuali dipendono dal successo dell'organizzazione nel suo complesso. La crescita beneficia dell'unità dei membri. Un ex staff dell'ufficio di St. Louis ha raccontato di un periodo fiacco circa 18 mesi fa in cui gli staff si sentirono dire di «far salire le loro stats (statistiche) altrimenti questa settimana non avrete salario».

Terzo, le unità locali sono devote all'organizzazione internazionale di Hubbard. L'organizzazione internazionale riceve il 10% di tutte le entrate locali. La portata delle parcelle girate a Hubbard non è chiara, ma riceve royalties su quasi tutti i libri venduti oltre che pagamenti di alcuni debiti per diritti di fondazione.

Un recente "ordine del giorno" del direttore esecutivo dell'unità di Toronto conteneva questo passaggio: «Mancano solo due settimane al compleanno di Ron, e voglio che tutto lo staff spinga su le stats al massimo. Facciamo in modo di avere le più alte stats individuali, dipartimentali e divisionali mai viste, che avranno come risultato un morale eccellente, un'ottima paga, il GI (entrate lorde) più alte possibili e Completamenti Pagati mai visti - il che equivale a fare un grosso regalo a Ron».

La Sig.ra Katherine Toftness, tesoriere dell'ufficio di St. Louis, in una recente intervista ha riconosciuto che Scientology era diversa da tutte le altre religioni in quanto cerca di continuo nuovi aderenti. «Non siamo selettivi come le altre religioni e denominazioni» ha dichiarato.

Una volta che la recluta comincia l'addestramento o semplicemente compila un formulario viene inserita nell'"Archivio Centrale". Se abbandona o smette l'addestramento, è compito del "registrar per lettera" e di altri continuare a contattarla. Questo contatto è frequente e viene continuato a tempo indeterminato fino a che la persona in qualche modo reagisce. Gli executive locali di Scientology sostengono che il contatto cessa quando l'individuo dichiara inequivocabilmente che vuole essere cancellato dall'indirizzario o dalla rubrica telefonica. Il Post-Dispatch ha trovato però almeno sei persone secondo cui gli scientologist hanno continuato a contattarle anche dopo aver cercato di troncare la loro associazione.

«Quando qualcuno si iscrive considerate che si sia iscritto per la durata dell'universo - non permettete mai un approccio a "mente aperta"» scriveva Hubbard in una direttiva del 1965, ripubblicata nel 1970.

La Sig.ra Nancy McLean, ex membro dello staff dell'ufficio Scientology di Toronto, ha riferito al Post-Dispatch di avere avuto l'ordine di firma congiunta sui prestiti bancari per quegli studenti che non potevano permettersi di continuare l'addestramento di Scientology.

Miss Debbie Miller, che ha lasciato Scientology dopo un breve addestramento a metà del 1972, ha raccontato di essere stata infastidita con richieste continue fino al punto di farla piangere da un registrar che cercava di farle abbandonare il lavoro ed entrare nello staff del movimento. Ha raccontato di essere anche stata spinta a vendere l'automobile: «Non ti serve», le dicevano, «Puoi ricavarne 2000 dollari e metterli sul conto per ulteriori corsi».

I funzionari locali dell'organizzazione ammettono che staff entusiastici in alcuni casi potrebbero avere oltrepassato la giusta procedura di reclutamento. Ma insistono che queste procedure aggressive non sono e non saranno mai approvate.

Gli scientologist sostengono che il contatto persistente con il pubblico aumenta l'abilità di comunicazione di base di entrambe le parti. Gli studenti di Scientology o i membri dello staff che contattano il pubblico stanno costruendo la propria auto stima e la capacità di comunicare, dicono i funzionari del movimento.

La Reverenda June M. Lake, presidente e direttore esecutivo dell'ufficio di St. Louis, ha dichiarato che qualsiasi tipo di reazione suscitata da chi se ne va ha valore per aiutarlo a comunicare - anche se la persona si limita a brontolare e non apprezza il contatto.



Contrattacco: la reazione alle critiche

«Non siamo la polizia. MA ci interesseremo dei crimini di chi cerca di fermarci... Se ci lascerete in pace sarete lasciati in pace».
- L. Ron Hubbard, Fondatore della Chiesa di Scientology

La Chiesa di Scientology non porge l'altra guancia. Emily Watson, rappresentante nazionale degli affari pubblici della chiesa, ha dichiarato: «Abbiamo cercato di farlo per anni, ma gli attacchi hanno continuato a crescere...»

Due degli attacchi a cui si riferiva si verificarono ai primi anni '60 da parte dei governi di alcuni stati australiani e della Food and Drug Administration statunitense. Nel corso dell'inchiesta australiana gli stati analizzarono le pratiche di Scientology e scoprirono che: «Scientology è malvagia; le sue tecniche sono malvagie; le sue pratiche sono una seria minaccia per la comunità...».

Uno dei risultati dell'inchiesta fu la promulgazione di una legge che rendeva punibile con il carcere e una multa l'insegnamento, l'applicazione e la pubblicità a Scientology. Nel 1963, la FDA fece irruzione nei locali di Scientology di Washington e confiscò una certa quantità di E-Meter e altre apparecchiature, oltre che gli archivi. L'agenzia aveva ingaggiato una squadra di scaricatori di porto per portare a termine le irruzioni, scatenando le accuse di Scientology di avere usato "tattiche da sicari".

Politica della chiesa è scoprire ciò che gli attaccanti hanno da nascondere, ha dichiarato Miss Watson. «Non abbiamo alcuno scrupolo a usare le stesse tecniche che vengono usate contro di noi» ha riferito. «Nel complesso siamo abbastanza conservatori, ma abbiamo dovuto usare le maniere forti per respingere gli attacchi».

L'organizzazione è molto veloce nel presentare querela contro articoli o libri sfavorevoli. Medici, psichiatri, funzionari del governo e giornalisti che criticano Scientology o i suoi metodi diventano spesso bersaglio di lettere critiche e telefonate. Spesso tali molestie possono essere fatte risalire direttamente a Scientology.

Molte persone che lasciano o vengono espulse dalla chiesa riferiscono di essere terrorizzate dall'organizzazione. «Viene reso noto che chi si mette contro Scientology vive una vita infelice, irrealizzata» ha raccontato John McLean di Toronto, un tempo ufficiale in seconda della Sea Organization, l'élite di Scientology.

Gli ex membri temono che le informazioni potenzialmente dannose che hanno rivelato durante le sedute di auditing possano essere usate contro di loro. La chiesa definisce l'auditing come una forma di "assistenza pastorale" simile alla confessione cattolica. Ex scientologist riferiscono che le risposte vengono trascritte e conservate a tempo indeterminato. Gli executive della chiesa di St. Louis sostengono che le informazioni rivelate in auditing sono assolutamente confidenziali. Ma al Post-Dispatch è stato riferito di episodi in cui le cartelle di auditing erano state lasciate in bella vista e le informazioni in esse contenute sono state usate contro gli scientologist espulsi.

Ai primi anni '60 i membri infedeli venivano sottoposti a una forma speciale di interrogatorio, una "verifica di sicurezza" di 170 domande. La verifica veniva usata per scovare «i membri di un gruppo sovversivo che cerca di danneggiare Scientology». Venivano poste domande molto intime: hai mai commesso adulterio? Hai generato figli bastardi? Hai mai dormito con un membro di una razza o colore diverso?

«Le verifiche di sicurezza sono state abolite» ha riferito la Reverenda June Lake, presidente dell'unità di St. Louis. «Non le usiamo più». Ma sicuramente fino al 1972 la verifica di sicurezza è stata utilizzata sui membri di una famiglia canadese presso l'organizzazione di Toronto.

Ex scientologist aggiungono poi di temere la minaccia implicita di una direttiva che spiegava come trattare le "persone soppressive" che «cercano attivamente di sopprimere o danneggiare Scientology». Una policy letter del 1967 diceva infatti che le persone soppressive diventano "fair game" [bersaglio libero] per tutti i membri della chiesa, e possono essere «imbrogliate, querelate, gli si può mentire, possono essere distrutte».

Una successiva policy letter di Hubbard del 1968 affermava che la politica del fair game provocata «cattiva pubblicità» e ne ordinò la cancellazione. Ma la stessa lettera diceva che non vi sarebbero stati cambiamenti «nel trattamento o nella gestione» della persona soppressiva.

"Soppressivo" è una delle diverse categorie in cui un antagonista esterno o interno a Scientology può essere collocato. Uno dei compiti del "ufficiale di etica" di Scientology, o dispensatore della disciplina, è giudicare la buona o cattiva "condizione" dei membri. Quelli indocili possono essere classificati in categorie quali "impedimento", "dubbio", tradimento" o "nemico".

I funzionari Scientology di St. Louis ribattono che si tratta di semplici espedienti per aiutare l'individuo a rendersi conto della sua posizione e del suo progresso nell'addestramento di Scientology. Una ex scientologist di St. Louis, però, racconta che da quando è stata espulsa 11 mesi fa vive praticamente nascosta. La 25enne, ex membro dello staff, evita le zone della città frequentate dagli scientologist. Il suo numero di telefono non è in elenco. I genitori non riferiscono a chi la cerca dove si è trasferita. «Per favore, non citate il mio nome» ci ha detto. «Sono finalmente riuscita a togliermi di torno Scientology dopo quasi un anno. Non potrei sopportare un altro anno così».

Poco dopo la sua espulsione, nell'aprile del 1973, ha ricevuto una lettera della chiesa in cui si legge: «...stiamo conducendo un'indagine su di te, sul tuo background e sulle tue frequentazioni». I funzionari della chiesa locale hanno riferito al Post-Dispatch di poter produrre prove che quella ragazza è una prostituta. Prostituzione e comportamenti sessuali anomali sono le accuse più frequenti riscontrabili nelle lettere anonime scritte contro le oppositrici di Scientology.

«Gli amici hanno visto estranei gironzolare davanti la mia porta» ha riferito la giovane. «Ricevo di continuo telefonate anonime. Mia madre ha ricevuto telefonate e visite di scientologist. Adesso mi sono trasferita. L'organizzazione non sa dove vivo. E voglio che sia così...»

I McLean di Sutton West, Ontario, sono convinti di stare ancora ricevendo un trattamento fair game. Di recente la Chiesa di Scientology ha tenuto in centro a Sutton West un funerale per la famiglia. I McLean però sono vivi. Sono stati espulsi da Scientology nel 1972. Quattro scientologist hanno portato a spalla una bara nera e si è tenuto un servizio funebre. Sono stati distribuiti comunicati stampa e programmi. La chiesa ha definito i McLean «anime perse» che «molestano persone religiose con i loro atteggiamenti irreligiosi». Gary Jepson, ministro di Scientology, ha fatto notare che Eric McLean lavora per la locale Federazione degli Insegnanti dell'Ontario, e che «la cosa non dovrebbe essere tollerata».

Due anni fa il bollettino quotidiano del capitolo locale di Scientology aveva encomiato la Sig.ra McLean con un «ben fatto» per aver portato in Scientology il marito, i suoi due figli e la nuora. La famiglia ha speso nella chiesa oltre 9.000 dollari.

La Sig.ra McLean era un ministro ordinato della chiesa e un auditor. In un'intervista, la donna ha rivelato che dopo circa due anni come membro dello staff della chiesa di Toronto iniziò a sospettare che le statistiche inviate settimanalmente ad Hubbard fossero falsificate e che vi fossero abusi nell'assistenza dispensata. Portò le sue prove ai funzionari dell'organizzazione di Toronto, che negarono qualsiasi illecito. Allora la Sig.ra McLean sottopose i suoi sospetti direttamente ad Hubbard, sull'ammiraglia della Sea Organization, la Apollo. Ha riferito che Hubbard le inviò risposte molto vaghe. L'organizzazione di Toronto era furente.

«Tutto lo staff di Toronto venne istigato contro di me» ha raccontato. «Sul mio ultimo rapporto di staff trovai scritto "Ben fatto, chiacchierona!"». I McLean furono espulsi il 17 ottobre 1972 e dopo l'espulsione la famiglia ha subito una serie di fastidi. «Non credo si tratti di una coincidenza» ha riferito la Sig.ra McLean.

I loro vicini lamentarono di aver ricevuto telefonate da sconosciuti che «stavano indagando sui McLean per attività criminali». I chiamanti riferivano che Eric McLean era un malversatore e la Sig.ra McLean un'adultera. Due investigatori privati controllarono la casa dei McLean per diverse settimane. Le auto dei familiari venivano seguite. Nelle ultime settimane la casa di famiglia è stata fatta oggetto due volte di manifestazioni di scientologist.

Eric McLean e John, suo figlio, sono stati accusati di aver fatto telefonate moleste a Brian Levman, l'allora presidente della chiesa di Toronto. Il caso è finito in tribunale e le accuse archiviate. Attualmente la famiglia è implicata in una causa presentata dalla chiesa contro di loro ed altri per un programma televisivo su Scientology trasmesso la domenica di Pasqua del 1973. Si chiede un risarcimento di 1 milione di dollari.

«Non so come e dove tutto questo finirà» ha commentato la Sig.ra McLean. «Non so quando la nostra vita familiare tornerà alla normalità».

Paulette Cooper, una giornalista 29enne di New York, non è scientologist. Ha scritto un articolo critico e un libro sulla chiesa. Ha raccontato che poco dopo la pubblicazione dell'articolo iniziò una serie di eventi inquietanti che sono proseguiti per quasi quattro anni, tra cui telefonate anonime oscene e di molestia e minacce alla sua vita. Ai suoi condomini è stata inviata una lettera anonima in cui veniva accusata di essere una prostituta e di avere molestato una bambina di due anni. I genitori hanno ricevuto telefonate anonime e una lettera in cui veniva diffamata. Sconosciuti hanno cercato di entrare nel suo appartamento presentando false credenziali. «Non ero mai stata fatta oggetto di molestie, prima» ha riferito la giornalista. «Sicuramente non piaccio a tutti, ma nessuno si spingerebbe al punto di telefonarmi alle 4 di mattina per minacciarmi di morte» [1].

I problemi di Miss Cooper sono iniziati alcuni giorni dopo la pubblicazione sul Britain's Queen Magazine del suo articolo intitolato "la Tragica farsa di Scientology". La chiesa querelò per diffamazione e la rivista raggiunse un accordo extragiudiziale. Due anni dopo, l'articolo fu ampliato fino a diventare un libro, "Lo Scandalo Scientology" [2], che le ha fruttato una nuova querela. La chiesa l'ha citata in giudizio cinque volte. Ms. Cooper ha denunciato Scientology una volta. Al momento nessuna di queste cause è ancora arrivata in giudizio.

Scientology ha querelato, o minacciato querela, tra gli altri a: Fairchild Publications, San Francisco Chronicle, Washington Post, Los Angeles Times e, dopo la pubblicazione del primo dei cinque articoli che compongono questa serie, anche il Post-Dispatch. L'organizzazione l'ha avuta vinta in qualche accordo extra giudiziale ma in nessuna sentenza di tribunale.

Quando la Dell Publishing Co., Inc. pubblicò il libro di George Malko "Scientology: the Now Religion", Scientology la querelò per diffamazione.

Stephen Bair, vice presidente della Dell, ha riferito che l'azienda riteneva il libro di Malko un riassunto complessivamente accurato e legittimo di Scientology, ma la Dell non poteva permettersi gli alti costi legali per difendersi. Di fronte alla prospettiva di dover spendere fino a 100.000 dollari per il processo, ha riferito Bair, la Dell accettò di pagare a Scientology 7.500 dollari e sottoporre una dichiarazione in cui si esprimevano «le scuse per qualsiasi affermazione erronea sia stata fatta nel libro».

«Se un libro dice bugie su di noi, noi quereliamo» ha commentato il reverendo Frederick M. Rock, direttore degli affari della comunità della chiesa locale. «Non vogliamo che su di noi vengano dette bugie. Non lo vorreste nemmeno voi».

Scientology ha preso particolarmente di mira alcuni professionisti della salute: medici, psichiatri e psicologi. In comunicati stampa e comunicazioni varie Hubbard ha sostenuto che importanti psichiatri americani e britannici si erano uniti in una cospirazione contro la chiesa. Miss Watson ha spiegato che l'atteggiamento di Scientology si è sviluppato perché «nella maggioranza dei casi gli attacchi contro la chiesa erano scaturiti da fondazioni o associazioni di psichiatri o, in questo paese, dalle associazioni mediche».

Scientology dispone di una Sezione Investigativa che «indaga i gruppi o i membri individuali che ci attaccano. Fa in modo che i risultati delle investigazioni ottengano adeguata azione legale e pubblicità». Una direttiva del 1966 stabilisce poi che tale sezione deve essere organizzata quando un'organizzazione ha uno staff di almeno 150 persone. L'organizzazione di St. Louis ha 150 persone.

Una ex appartenente allo staff dell'unità di St. Louis ha riferito che le fu chiesto di spiare due organizzazioni locali di salute mentale, la Psychoanalytic Foundation of St. Louis e la Mental Health Association of St. Louis. «L'organizzazione voleva che mi accertassi che cosa quei gruppi stessero facendo su Scientology» ha raccontato. «Dovevo entrare come volontaria. Una volta dentro avrei ricevuto ulteriori istruzioni. Volevano i dati personali degli associati e informazioni relative ai loro metodi di ricerca».

La chiesa nega qualsiasi attività sotto copertura.

In una recente disputa che ha coinvolto il Missouri Institute of Psychiatry sono state mosse critiche al ruolo di Scientology. Il Reverendo Mr. Rock ha dichiarato che la chiesa era estremamente preoccupata per quanto riguarda i diritti dei pazienti e operava con altri gruppi per difendere quei diritti.

Due critici delle attività di Scientology in quella disputa sono stati fatti oggetto di lettere anonime. I portavoce di Scientology hanno negato con veemenza qualsiasi collegamento con tali lettere.

I critici non sono certo una novità per Scientology. Seguendo le raccomandazioni di Hubbard, però, l'organizzazione è riuscita a schivare tutti gli attacchi.

«Ricordate» ha scritto Hubbard ai suoi seguaci in una policy letter del 1966. «LE CHIESE VENGONO CONSIDERATE GRUPPI DI RIFORMA. Perciò dobbiamo agire come un gruppo di riforma... se lo facciamo bene la stampa, invece che inventarsi motivi per attaccarci, comincerà a sbavarci dietro in attesa del nostro prossimo sensazionale scoop».


Note di Martini:

1. Si veda "Il diario delle molestie" di Paulette Cooper. La giornalista rischiò fino a 15 anni di carcere per le prove false che la Chiesa di Scientology le aveva costruito intorno, accusandola di essere una terrorista. La verità emerse solo nel 1977, 3 anni dopo la pubblicazione di questo articolo, quando l'FBI fece irruzione nelle sedi di Scientology di Washington e Los Angeles, sequestrando migliaia di documenti interni. Tra di essi furono rinvenuti quelli che ordinavano un piano appositamente architettato per incastrarla al fine di farla rinchiudere in carcere o, in alternativa, in una istituzione psichiatrica. La Cooper venne completamente scagionata, ma nel frattempo aveva subito un tracollo sia emotivo che finanziario. Il procedimento giudiziario scaturito da quelle irruzioni portò alla condanna e a pene detentive diverse 11 alti funzionari di Scientology, tra cui Mary Sue Hubbard, la moglie del fondatore. I reati accertati comprendevano associazione per delinquere a fini di cospirazione contro il governo, furto e manomissione di documenti governativi, spionaggio ai danni del governo, ostruzione alla giustizia.

2. Estratti qui.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it