In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Scientology in azienda: la WISE

Manager e consulenti, tutti chiesa e impresa.

Di Franco Stefanoni.

Articolo tratto da Il Mondo - Venerdì 26 Febbraio 1999, pag. 64-65, rubrica Impresa e Finanza.

Note a cura di Martini.

 
 
L'allarme viene dalla Francia. Ma anche in Italia si segnalano strani corsi di formazione, dirigenti che fanno proselitismo, incontri d'indottrinamento per imprenditori. In campo c'è Scientology, ma non solo.
 
 
La setta entra in azienda. Guru improvvisati e santoni dall'aria mistica, chiamati a tenere seminari da chi vuoi soddisfare anche le più discutibili mode di management. Ma anche vere e proprie chiese, che si nascondono dietro corsi di formazione per raccogliere risorse e trovare discepoli nel mondo del lavoro. Insomma, i credi parareligiosi cercano di fare business entrando nel mondo del business. il pericolo riguarda soprattutto le piccole e medie imprese, anche se le grandi non sono escluse. Secondo il Gris (Gruppo di ricerca e informazione sulle sette) di Bologna, il fenomeno è in crescita e si presenta sfaccettato: si tengono corsi formativi "ambigui", finalizzati non tanto a migliorare la professionalità degli utenti quanto a fare proselitismo; si ha notizia di dirigenti d'azienda che utilizzano la loro posizione per trovare adepti; si nota un utilizzo particolare del marketing multilevel, ossia di tecniche di vendita basate su una sorta di "catena di Sant'Antonio"; esistono società che organizzano "strani incontri aziendali" durante i quali a manager e imprenditori intenzionati a migliorare l'organizzazione della propria azienda viene proposta una sorta di indottrinamento. 

Non sempre emerge con chiarezza il risvolto religioso. In alcuni casi si tratta di organizzazioni che cercano solo di spillare soldi alle aziende (specie nel caso del marketing multilevel). In altri si fa riferimento esplicito a testi esoterici oppure a credi religiosi. il più noto è quello di Scientology; il discusso movimento fondato nel 1950 da Ron Hubbard che in Italia, secondo il ministero dell'Interno, raccoglie 7 mila attivisti e simpatizzanti (almeno 20 mila assicurano invece fonti interne all'organizzazione) e i cui dirigenti in Italia sono stati più volte processati per truffa e plagio, condannati e infine assolti.

 
 
 
Maggiore onestà 

Dal 1979 esiste una organizzazione, la Wise (World institute of Scientology enterprises), che significa anche "saggio", il cui obiettivo è tradurre in metodi imprenditoriali il verbo del fondatore. I fedeli parlano di "tecnologia amministrativa", che permette ai soci di "concludere affari tra loro e farsi reciprocamente pubblicità" [1]. Esistono anche dei "comitati di concessione" con il fine ultimo di "impiegare il sistema di etica e giustizia di Scientology per portare maggiore onestà nel mondo degli affari". Scientology, che ha da poco ottenuto il riconoscimento di chiesa religiosa [2], spiega che tratta di un metodo statistico il cui scopo sarebbe controllare ed eliminare gli errori in azienda. Attraverso metodi diversificati, per esempio corsi di formazione a dirigenti e consulenze fornite da specialisti. Ma per "migliorare" i lavoratori e l'azienda, si deve incidere su sette livelli: scelta del personale, marketing sul prodotto, incassi e spese, produzione, correzione del prodotto, vendita e ufficio legale. In Francia (vedi articolo sotto) l'allarme è diffuso. La convinzione è che Scientology proceda come un grande network in grado di influenzare l'economia del Paese [3]. Una sorta di reclutamento religioso in azienda, come già avviene in massa negli Stati Uniti (California e Florida). I timori sono in aumento da quando, alla fine del 1998, il governo svizzero ha stilato un rapporto [4] sul lavoro di intelligence di Scientology evidenziando l'esistenza di un raffinato ed efficiente servizio di controspionaggio (e di attenzione nei confronti di chi indaga su di loro) che negli Stati Uniti anni fa è riuscito a infiltrare uomini nientemeno che nell 'Fbi. Tutto ciò, intrecciato al Wise, genera paure. 

In Italia tuttavia il Wise coinvolge un numero contenuto di aziende e gli specialisti del settore preferiscono non allarmare.

Giuseppe Ferrari, segretario nazionale del Gris, dice: «Hanno difficoltà perché, a causa delle vicende giudiziarie di Scientology, le aziende appena sospettano la presenza di questo gruppo fanno marcia indietro». Aggiunge Massimo Introvigne, direttore del Cesnur (Centro studi sulle nuove religioni) di Torino: «Fino a oggi un vero reclutamento nelle imprese italiane non è noto. In Francia prevale un panico isterico. I servizi segreti francesi nel 1996 hanno preparato per il Parlamento un preoccupato rapporto sulle sette con 172 diversi nomi. Hanno un approccio in contrasto con il resto d'Europa» [5]

 
 
 
Verbo new age 

Altre sette si muovono nelle imprese italiane. Per esempio i discepoli del metodo pentecostale, di matrice protestante, devoti agli eventi miracolosi e inspiegabili. Quindi c'è la Fraternità internazionale degli uomini d'affari del pieno vangelo, una sorta di Rotary club fondato dal magnate del latte californiano Demos Shacarian. E poi, dal 1998, i fedeli di Antony Robbins che in Germania è riuscito a convincere aziende come Bayer e Mannesmann a partecipare ai suoi corsi di matrice esoterica (i manager camminano sul fuoco). Altre esperienze, a livelli di coinvolgimento emotivo ben diversi, riguardano, per esempio, l'Olivetti, i cui dirigenti si sono riuniti nel castello di Rosano (Tortona) in una villa del Seicento per seminari new age. Mentre qualche riconoscimento lo trovano i discepoli dell'indiano Maharishi Yogy (diventato famoso per i suoi rapporti con i Beatles) che organizzano corsi di meditazione. Nell'ambito new age, praticano meditazione manageriale anche gli osservanti del metodo Silva. 

 
 
 
Corsi motivazionali 

Ma è la tecnica dei corsi motivazionali che nasconde le principali insidie. Il Gris sta raccogliendo testimonianze allarmate da ogni parte d'Italia. Due esempi, tra i tanti, riguardano un aspirante promotore finanziario di Como, e un'impresa con 200 addetti di Bologna. 

Nel primo caso, in un castello di Sirtori (Lecco), un signore di 34 anni ha partecipato a due "corsi per diventare leader", costo circa 3 milioni per 4 giorni, scoprendo invece che lo scopo era cambiare la sua personalità e trasformarlo in un discepolo. Ai partecipanti veniva detto che Ennio Doris di Programma Italia aveva inviato lì i propri uomini. Risultato: esaurimento nervoso, due anni di cure. 

A Bologna invece è intervenuto il sindacato. Una società spagnola teneva corsi di organizzazione (un consulente al prezzo di 4 milioni al giorno) imponendo questionari con domande molto private, con riferimenti alla reincarnazione, all'annullamento dei valori familiari e culturali, inneggiando al culto del guadagno. A metà 1998 cinque dipendenti chiedono aiuto alla Cisl, e il corso viene interrotto. 

 
 
 
In un libro-shock, l'offensiva francese 

Corsi di formazione, società che lavorano per Wise (una costola laica di Scientology), grandi aziende coinvolte nel corso degli ultimi 20 anni. Dopo l'allarmato rapporto dei servizi segreti, diffuso nel 1996, oggi, in Francia, è un libro a rilanciare l'aIIarme nei confronti di Scientology. Questa volta per il suo ruolo nelle aziende. ll libro-inchiesta Le sette nell'impresa, di Thomas Lardeur, racconta tra l'altro come vengono cercati e addestrati i nuovi discepoli-manager francesi. I promulgatori della parola di Hubbard si celano dietro i nomi di molte società di consulenza e formazione del personale, fra le quali Obnose, Marc Bromberg, Ciborg, 8C, Xavier Delamare, Guy Cassan, lnfi, Wide, Leaders, Diace, Jean Jacques Deplanche, Computer case, Conseil en management, L'école du rythme e Leaders consulting. I corsi hanno coinvolto o tentato di coinvolgere per esempio Volkswagen Audi France (17 stage per 120 venditori), Citroën (3 giorni per 14 formatori) Ncr-France (5 stage per direzione generale, direzione personale e 18 venditori), Perrier (due stage per direzione generale e vendite) ed Euromarché (16 stage per formatori e personale di cassa). E poi ancora Snsf, Renault, Peugeot, Kelly services,Thomson Cse. La tesi dell'autore è che non si tratti della creazione di una semplice lobby, ma di un lento processo di penetrazione nel tessuto imprenditoriale. 

 
 

Note

[1] In Italia, per certo, opera la U-MAN International, multinazionale israeliana presente in diversi paesi del mondo. Un critico di Scientology ha redatto un elenco delle associate WISE negli Stati Uniti, mentre il tedesco Tilman Hausherr ha curato una interessante pagina sugli affari che vedono coinvolti scientologisti.

[2] Questa affermazione, se riferita all'Italia come sembra, non corrisponde a verità; per ottenere un tale riconoscimento pubblico è necessaria una intesa tra Stato e Confessione, cosa mai ottenuta, e a quel che mi risulta mai richiesta, dalla chiesa di Scientology Italia. Sembra più una accettazione passiva delle affermazioni mai documentate fatte dalla stessa Scientology. 

«Scientology non può continuare seriamente a sostenere la tesi che le sentenze penali di assoluzione - oltretutto non costanti - costituiscono riconoscimento pubblico del carattere religioso dell'associazione, occorrendo, a tale scopo, l'esplicito riconoscimento della personalità giuridica da parte dello Stato.» 

(Corinna Montuori - commento alla sentenza della Commissione Tributaria dell'Emilia Romagna che non rileva finalità religiosa nelle attività della Chiesa di Scientology di Ravenna, "Il Fisco" 8/99).

[3] L'allarme non è neppure del tutto infondato. Nel 1992 Scientology progettava la creazione di uno stato scientologico nei Balcani, in un'area compresa grossomodo da Bulgaria, Grecia, Albania ed ex-Yugoslavia. Si tratta del Progetto Bulgravia venuto alla luce nel procedimento che ha portato alla chiusura di Scientology-Grecia. Testa di ponte doveva essere l'Albania, e l'infiltrazione doveva avvenire tramite le consociate WISE.

[4] potete leggere la traduzione in italiano del rapporto qui.

[5] L'affermazione di Introvigne mi sembra affrettata e incompleta. Da qualche mese, infatti, la U-MAN International, associata WISE, sta inviando volantini pubblicitari alle aziende italiane. Naturalmente l'invio di volantini pubblicitari non significa necessariamente reclutamento in atto, ma penso si possa parlare di primi passi volti al reclutamento. Non vedo che cosa in tutto questo possa entrare il giudizio puramente personale di Introvigne ("panico isterico") rivolto ai francesi. Sarebbe a mio avviso più corretto accertare se il sospetto di tentativi di infiltrazioni in grandi aziende francesi corrisponde o meno a verità.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, impaginazione e codice html - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non Ŕ consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it