In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Progetto BUL.GR.A.VIA.

Di Andreas Heldal-Lund.

La presa del potere in quattro stati balcanici attraverso l'impiego delle consociate WISE. Documenti acclusi al Caso Greco.

Traduzione a cura di A. Pedrini.

Il progetto BUL-GR-A-VIA è un tentativo portato avanti da Scientology per predere il controllo di una regione dei Balcani che comprende Bulgaria, Grecia, Albania e Yugoslavia, e fondare un territorio geograficamente sicuro (se non proprio uno stato Scientology) da cui operare a livello internazionale, con il minimo disturbo. I documenti mostrano i tentativi iniziati nel 1992, che verso il Dicembre di quell'anno cominciavano a prendere forma. L'Albania, a quanto pare, fu il primo stato prescelto a causa dei suoi problemi interni e della destabilizzazione che lo rendevano un target facile, in cerca com'era di assistenza per stare in piedi da solo. Il World Institute of Scientology Enterprises (WISE) [1], per motivi facilmente comprensibili, doveva essere lo strumento di infiltrazione dell'organizzazione, dato che per un'operazione coperta di questa rilevanza la pura Scientology non avrebbe fornito buone garanzie vista la sua terribile reputazione a livello mondiale.

Il progetto elenca i seguenti campi di attività:

1) Fondazione della ALBANIA BUILDING & TRADE COMPANY - ABT per condurre affari nel campo dei materiali da costruzione compresi i costi di avviamento per unità produttive di marmo, tubature, cemento, gesso ecc. 

2) Fondazione della prima Banca privata di Albania, puntualizzando che «una licenza dalla Banca di Albania è facilmente ottenibile dai membri WISE.»

3) Industria dei giornali quotidiani (divertente, considerando l'avversione di Scientology per giornalisti e media). 

4) Sfruttamento di prodotti agricoli come frutta, latte e anche risorse idriche. 

5) Industria turistica, specialmente hotel.

6) Trasporti, anche fondare una compagnia aerea. 

7) Telecomunicazioni, menzionando un invito per l'offerta per una rete di telefonia mobile, attesa per l'inizio del 1993. 

8) Industria informatica per l'introduzione di alta tecnologia e software. 

9) Industria mineraria e sfruttamento di depositi carboniferi. 

10) Mobili, tessili, manufatti ecc.

Questo progetto era di vitale importanza per Scientology, come indicato del documento del 1992 redatto dall'Ufficiale Bookstore della Organizzazione Avanzata di Saint Hill Regno Unito, in cui Scott Chaplin scrive: «... L'Albania è parte della NOSTRA quarta dinamica [2]. Non possiamo avere un punto debole, o settori in non-allineamento... Noi come Entità di Quarta Dinamica non possiamo permetterci punti deboli.» E ancora: «Solo pochi anni fa l'Albania aveva uno dei governi comunisti più soppressivi e cudelmente dittatoriali del pianeta. Ora la Democrazia regna.» Mi domando dove l'abbia sentito dire.

All'organizzazione di Scientology in Grecia (KEPHE) sembra fosse stata assegnato il compito di monitorare l'Arcivescovo Ortodosso di Albania, Anastasios Giannoulatos. Nel documento sequestrato No. 50 (numerato dal Direttorato di Ricerca Criminale Ellenico), datato 31 Marzo 1994, l'Arcivescovo è contrassegnato come nemico con numero di pericolo "50". L'Arcivescovo della Grecia e padre Anthony Alevizopoulos sono contrassegnati dal numero "100".

 
 
 
Note

[1] Una delle aziende associate WISE che opera in Italia è la U-MAN, specializzata in ricerca e selezione del personale. La società non dichiara i suoi legami con Scientology, né l'impiego di materiali di Hubbard, come è facilmente verificabile da questo volantino inoltrato per posta a svariate ditte.

[2] Impulso a sopravvivere in quanto specie: umanità. 

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it