In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Tom-Kat e Scientology

A pochi mesi dal fastoso matrimonio scientologico di Bracciano, la celebre coppia Tom Cruise e Katie Holmes sembra già in crisi. Una carrellata pettegola dalla stampa italiana ed estera.

Traduzioni a cura di Martini, aprile 2007.

 



Crisi Holmes-Cruise, Katie se ne va di casa

Tratto da Corriere della Sera, 6 aprile 2007

LOS ANGELES - Katie Holmes ha fatto le valigie e se n'è andata di casa, insieme alla figlia Suri, mollando il marito Tom Cruise e una vita solo apparentemente dorata. La notizia campeggia sulla prima pagina del magazine Life Style di questa settimana, che rivela anche il retroscena della fuga, che risale al 23 marzo scorso. A far esplodere la dolce brunetta, l'ennesima critica del protagonista della saga di "Mission Impossibile" al rientro da una serata di gala dove, a dire di Tom, Katie non era stata sufficientemente carina in pubblico. Questa volta, però, la Holmes, anziché abbozzare come aveva sempre fatto fino a quel dì, è esplosa e ha risposto a tono all'esterrefatto Cruise, uscendo poi a precipizio dalla villa di Beverly Hills, portandosi dietro la piccola Suri.

Una persona vicina alla coppia ha confermato il litigio, aggiungendo poi altri dettagli: «Katie è scappata di casa - ha raccontato la fonte anonima alla rivista - perché non ce la faceva più ad andare avanti. Vivere con Tom la costringeva a stare sempre in continua tensione, era costantemente sotto pressione e non ha più retto. È andata via per cercare un po' di pace e tranquillità». Già due settimane fa US Weekly aveva rivelato i problemi di casa Cruise, dovuti perlopiù all'eccesso di perfezionismo di Tom che pretendeva dalla neo moglie comportamenti e atteggiamenti giudicati dalla ragazza insopportabili e più adatti a una vecchia signora che a una giovane donna (la Holmes ha 28 anni, Cruise 45). Non solo.

Per la Holmes, le continue critiche in pubblico del marito stavano diventando davvero esasperanti, come pure le sue frequenti puntualizzazioni per il fatto che Katie non apparisse sorridente e splendente (modello pubblicità-del-dentifricio ostentata, invece, in ogni occasione dall'attore) davanti a fotografi e telecamere. Insomma, una vita d'inferno per la terza signora Cruise, che già trovava difficile convivere con Scientology e tutte le sue regole. E proprio queste differenze religiose avevano già creato qualche problema in passato, ma la tolleranza di lei (e il pensiero per Suri, un anno il 18 di questo mese) avevano evitato la rottura. Fino allo scorso 23 marzo. A questo punto, non ci sarebbe da stupirsi se la Holmes se ne andasse in giro sfoggiando una delle magliette che la stilista Sheila Cameron le aveva dedicato tempo fa, quantomai premonitrici, visto che chiedevano la «liberazione» di Katie e della piccola Suri.


La scelta straziante di Katie Holmes: Scientology e Suri, o la libertà da Tom?

Tratto da GossLip, 2 aprile 2007 foto (c) The Star, http://www.starmagazine.com/

C'è aria di crisi tra Tom Cruise e Katie Holmes. Foto e racconti recenti ci hanno mostrato una crescente tendenza all'indipendenza di Katie, la giovane moglie di Tom - ma pensieri ed azioni indipendenti potrebbero avere un prezzo.

Tom Cruise è un noto maniaco del controllo ed è noto che quella sua natura da controllore si estende ad ogni aspetto della vita. Secondo un'intervista a Ted Casablanca di "E!s" pubblicata su "Scarborough Country", il celebre biografo Andrew Morton (Principessa Diana, Monica Lewinsky e i Bekham) starebbe scrivendo un libro-verità su Tom Cruise, ma avrebbe difficoltà a finirlo. Nonostante abbia scritto sulla famiglia reale, che come si sa tiene molto alla privacy, Morton ha detto che «non s'è mai imbattuto prima in qualcosa come Tom Cruise, non c'è paragone tra la famiglia reale e Tom Cruise - è un tale maniaco del controllo».

Cruise, come il personaggio che interpretò in Magnolia, è un manipolatore di donne, in particolare di quelle che ritiene più malleabili come, diciamo, Katie Holmes, una bella e giovane star che dichiarò apertamente che una delle sue fantasie adolescenziali era sposare Tom Cruise. Che meraviglia. Quando cercava un rimpiazzo per l'ex moglie Nicole Kidman Tom non si affannava a chiedere appuntamenti in giro, ma leggeva i curriculum delle starlet più promettenti. Curriculum che probabilmente venivano analizzati scrupolosamente dai suoi confratelli di Scientology.

Tom Cruise prende Scientology MOLTO sul serio. E non è che si tratti proprio di una fede, come dicono essere.

Sebbene Cruise abbia avuto un'educazione cattolica, talmente cattolica da prendere in considerazione l'idea di entrare in seminario e farsi prete, in seguito abbandonò quella fede per una nuova chiamata, Scientology. Che cos'è Scientology? Beh, qui non troverete una risposta completa poiché Scientology è molto riservata e solo chi arriva al vertice ha una qualche idea di che cosa sia in realtà. Ma per arrivare a quel livello di "vertice" vi occorreranno milioni di dollari e anni e anni di addestramento e studio delle macchinazioni più interne della "religione". Serve poi essere molto potente, ad esempio essere una delle stelle del cinema più riconoscibili al mondo. Qualcuno che potrebbe quasi essere considerato un portavoce, una specie di faro: un Cristo di Scientology. Ed è ciò che Tom è diventato.

Secondo un articolo di Ok!, l'attore ha raggiunto il penultimo livello massimo di Scientology, Thetan Operante VII, e di recente i leader del gruppo lo hanno salutato come il "Cristo di Scientology"; e, dopo il divorzio da Nicole, ha risalito i ranghi della religione.

Fin che siamo in argomento: dopo il divorzio da Cruise nel 2001 la carriera di Nicole Kidman ha preso il volo; un Golden Globe per Moulin Rouge e l'Oscar come migliore attrice protagonista per The Hours. Ma quel successo non è arrivato gratis, visto che Nicole non si è staccata solo da Tom ma anche da Scientology. Dopo la separazione del 2001 disse infatti che «Sono stata cresciuta come cattolica e una grossa parte di me resta cattolica».

Ora sposata con il cantante country Keith Urban, Nicole è stata vista per l'ultima volta con i figli Isabella, 14, e Connor, 12, al suo matrimonio con Urban nel giugno 2006. I due ragazzi, adottati in fasce da Nicole e Tom, vivono a tempo pieno a Los Angeles con Tom e Katie, nonostante Nicole e Tom abbiano l'affido congiunto. Questa separazione potrebbe essere sicuramente vista come una punizione per essersi staccata da Scientology.

A complicarle ulteriormente le cose è la battaglia del marito Keith con l'alcolismo e la sua recente disintossicazione. Scientology non giudica favorevolmente droghe e tossicodipendenze e rifiuta apertamente i moderni metodi disintossicanti propagandando invece la sua cura: il Narconon. O, come potrebbe definirlo un laico, un fiasco. Ok! dice che «Keith, 39 anni, ha dovuto entrare in una struttura di riabilitazione per via degli accordi prenuziali con Nicole, per dimostrare a Tom che il problema di Keith non influenzerà Isabella e Connor».

L'articolo di Ok! (del 9 aprile 2007) fa anche notare che Connor e Isabella non frequentano la scuola, ma vengono istruiti a casa da Cass e Marian, le sorelle di Tom, in base agli insegnamenti di Scientology. Il giornale ha poi parlato con un certo Gerry Armstrong, un ex scientologist che ora dirige un'organizzazione tesa ad aiutare chi è "soppresso", un po' come fa la dottrina di Scientology, il quale dichiara:

I bambini (Connor e Isabella) sono veramente sotto il controllo di Scientology, e per Nicole potrebbe essere difficile andarli a trovare. Tom e la sua famiglia potrebbero aver creato circostanze per lei impossibili da gestire.
Un'amica di Nicole ha aggiunto:
Nicole è cosciente di aver perso i figli, sia fisicamente che emotivamente. Tom non la perdonerà mai per aver lasciato Scientology.
Accidenti! E qual è il significato di tutto questo per Suri e Katie? Già sappiamo che la famiglia di Tom vive con la coppia nella loro villa di Beverly Hills. Esistono numerosi resoconti secondo cui Tom ha fatto sì che Katie rinunciasse al ruolo (e a 2 milioni di dollari) del seguito di Batman Begins a causa delle scene di sesso che avrebbe dovuto girare con il co-protagonista Christian Bale. Si dice poi che lui stia accompagnando Katie e Suri sul set del nuovo film dell'attrice, una commedia intitolata Mad Money, nonostante lei desideri cavarsela da sola.

Poi ci sono foto recenti di Katie che torreggia su Tom a un gala in onore di lui, qualcosa che prima era assolutamente da evitare, non solo per Katie ma anche per Nicole, che infatti dopo la separazione disse: «Finalmente potrò mettere i tacchi alti». Se Katie lasciasse Tom significherebbe perdere la figlia, pensiero insopportabile per qualsiasi madre in particolare per una ragazza sentimentale come Katie, che ha trovato la serendipità nella maternità. A proposito della nascita della figlia, ha detto:

Nel momento in cui il medico mi ha messo Suri tra le braccia... ero pronta. La sensazione è stata indescrivibile. Tutto ciò che posso dire è che l'ho guardata negli occhi e mi sono sentita... mamma.

Katie potrebbe trovarsi ad affrontare tempi molto duri. Sposando un tipo come Tom Cruise ha azzannato molto più di quanto sia in grado di digerire. Anche se non è mia abitudine elucubrare troppo sulle questioni che riguardano le celebrità, penso che Katie sia veramente intrappolata. Sposata a un uomo potente che si preoccupa più dell'obbedienza a una "religione" che a costruire un matrimonio duraturo costruito sulla felicità e l'uguaglianza. Una religione che molti definiscono una setta e che sembra avere l'unico scopo di separare la gente dal proprio denaro mentre promette ciò che non può dare - le risposte ai misteri della vita.

Tristemente per Katie, potrebbe avere barattato l'anima per un sogno di infanzia, mentre i misteri della vita trovano risposta negli occhi della sua bambina.


Katie Holmes è stanca di vivere con i parenti di Tom, che considera una scocciatura

Tratto da GossLip, 28 marzo 2007

Sembrerebbe che il vero motivo per cui ultimamente Katie e Tom appaiono così cupi sia il fatto che dividono la casa di Beverly Hills con Mary, la madre di Tom, la sorella Cass e i suoi due figli. Indipendentemente da quanto potete amare i vostri parenti acquisiti, e indipendentemente da quanto sia grande la vostra casa, avere intorno una famiglia del genere dev'essere davvero una scocciatura. Questa settimana In Touch pubblica i dettagli sul perché Katie non è troppo contenta della situazione.

Katie ha parlato della sua situazione abitativa in un'intervista su Harper's Bazar di marzo: «Viviamo con mia cognata, i suoi due figli, mia suocera e i nostri bambini. In casa succede sempre qualcosa».

Una persona vicina alla famiglia dice che sebbene Katie abbia accettato i figli adottivi di Tom, Isabella di 14 e Connor di 12 anni, NON sia particolarmente contenta del resto della famiglia, e, come la fonte ha commentato, «Qual è la sposina novella che vorrebbe fare colazione tutte le mattine con la suocera?».

Uhm... non esiste. Posso mettermi nei panni di Katie. Ho due figliastri grandicelli che sono meravigliosi, ma non è sempre rose e fiori. Sono gelosi dei nuovi arrivati e ti ricordano spesso che non sei la loro madre. Il che ti lascia in una situazione a metà tra la strega cattiva e, occasionalmente, una buona amica. Ma avere per i piedi i parenti acquisiti, compresa una sorella scroccona e due giovinastri, dev'essere davvero troppo. Fuori dalle scatole, dannate sanguisughe!

Nonostante i progetti della coppia di acquistare una nuova casa, una grande proprietà sulle colline di Hollywood, i cambiamenti non saranno semplici. A Tom piace avere intorno la sua famiglia allargata, indipendentemente dal bisogno di Katie di un po' di privacy con il marito e i bambini e parliamoci chiaro, Tom è un mammone, per non parlare del fatto che è appiccicato alle tre sorelle scientologist.

Scommetto che ora che anche la mamma di Tom, Mary Lee, si è convertita a Xenu le antenne sono sull'allerta massima. Povere Katie e piccola Suri. Ma c'è un aspetto positivo. Pare che la nuova proprietà comprenda tre case separate, perciò lei e i bambini potranno di tanto in tanto evadere dalla follia.

Un'ultima cosa: Suri non è soltanto la più bella tra le bambine di Hollywood, ma è anche indiscutibilmente figlia di Tom. Guardate che faccino, è tutta lui. Speriamo che l'aspetto sia l'unica cosa che ha ereditato. Ho sentito dire che la "follia" si tramanda di generazione in generazione. Incrocio le dita per Suri!


Tom Cruise fa piangere Katie Holmes

Tratto da The Bosh, marzo 2007

Tom Cruise ha detto alla moglie Katie Holmes di limitare le sue spese folli. Si dice che l'attore sia allarmato dalla fortuna che Katie sta spendendo in negozi di Los Angeles come Barneys, Horn e Bonpoint e le abbia intimato di smetterla di essere così "frivola".

Una fonte ha rivelato alla rivista inglese Grazia: «Sembra quasi che Katie abbia il muso sul fatto di dover tagliare le spese. Ha detto che Tom vuole che la smetta, perché pensa che potrebbe veicolare un messaggio sbagliato.

«Lui di sicuro non ha preoccupazioni finanziarie e nemmeno Katie è in ristrettezze - sembra semplicemente che lui non voglia che la gente pensi che è frivola, che le interessano soltanto i soldi e fare shopping.»

Circola voce che durante una recente visita da Barneys, il grande magazzino di Beverly Hills, la 28enne Katie abbia speso qualcosa come 100.000 dollari. È stata vista nel negozio con l'amica Victoria Beckham, la moglie della star milionaria del pallone David, e che abbia regalato all'ex Spice Girl due paia di scarpe da 500 dollari. Qualche giorno dopo Katie è stata fotografata con cinque borse di vestiti per la figlia Suri di 11 mesi.

Ora secondo US Weekly Katie Holmes si sarebbe lamentata con l'amica inglese Victoria Beckham. «Katie ha pianto e si è sfogata al telefono» ha raccontato al settimanale una fonte vicina all'attrice. «È frustrata. Tom le sta negando tutto». «Una volta Katie e Victoria sono state al telefono per quattro ore» ha aggiunto.

Una fonte vicina all'attore 44enne rivela al settimanale che Cruise sta cercando incessantemente di convincere l'ex Spice Girl 32enne e il marito David Beckham di 31 anni a convertirsi alla sua religione. «Victoria è veramente stanca e scocciata dal fatto che Tom le sta continuamente addosso con questa storia di Scientology» commenta. «Victoria è un'inglese vecchio stampo che crede in Dio. Ritiene davvero maleducato che Tom la infastidisca a quel punto. Qualche tempo fa Tom le ha lasciato ben 18 messaggi in un'ora per convincerli a entrare nella chiesa».

L'addetto stampa di Tom replica dal settimanale: «È completamente falso. Tom non ha mai incoraggiato nessuno, e mai lo farà, a convertirsi a Scientology».

[...]


Tom Cruise è irresponsabile e pericoloso

Tratto da: Il Cannocchiale, a cura de Il Pensiero Scientifico Editore, 2006.

Una serie di interviste di Tom Cruise ha causato grande scompiglio nell'ambiente sanitario internazionale nelle ultime settimane. L'attore, convinto seguace di Scientology, ha fatto affermazioni molto pesanti sulla psichiatria e sull'utilizzo degli psicofarmaci. Il prestigioso Journal of Clinical Investigation ha pubblicato un vibrante contrattacco.

In un'occasione in particolare Cruise ha affermato di conoscere la storia della psichiatria, e di sapere perfettamente che un noto farmaco utilizzato nella terapia della sindrome da iperattività/deficit di attenzione (ADHD) è in realtà un'anfetamina, ed ha quindi paragonato gli psichiatri agli spacciatori di droga: «Agli spacciatori di droga che fanno soldi per le strade, ecco a cosa li paragono. La gente deve capire che non c'è niente di scientifico dietro alla psichiatria. Far credere che la psichiatria sia una cosa scientifica è criminale».

Successivamente l'attore se la prende con la sua collega Brooke Shields, colpevole secondo lui di aver pubblicato un libro sulla sua battaglia contro la depressione post-parto nel quale racconta di esserne uscita grazie ad una terapia farmacologica e non, come vorrebbe Tom Cruise, semplicemente con vitamine ed attività fisica. L'attore ha anche raccontato alcune sue esperienze dirette di cure effettuate secondo i dettami di Scientology: «(...) Recentemente ho aiutato una famiglia a far uscire la loro bambina di 7 anni dai farmaci per l'ADHD. Abbiamo disintossicato la bambina con vitamine e cibo e ora si è calmata ed è cresciuta di circa 20 cm in 4 mesi!»

Ushma S. Neill, executive editor del Journal of Clinical Investigation, è esterrefatta: «Con queste ed altre recenti interviste, Cruise ha diffuso una serie di concetti irresponsabili, pretendendo di farli passare come fatti. E invece per la maggior parte possono facilmente essere dimostrati falsi. Il farmaco per l'ADHD in questione non è affatto un'anfetamina e se assunto sotto controllo medico non dà assuefazione. Recenti studi hanno dimostrato che i bambini che seguono terapie farmacologiche per l'ADHD hanno probabilità significativamente minori di abusare di droghe e alcol durante l'adolescenza. Quanto poi alla bambina di 7 anni "aiutata" da Cruise, se la crescita di cui ha parlato l'attore è vera, bisognerebbe analizzarla per anormalità di crescita. Magari si tratta di un'iperbole del signor Cruise: speriamo almeno che la bambina sia sotto controllo medico. Quanto all'utilizzo di vitamine e integratori alimentari uniti all'esercizio fisico e alle saune come unica terapia per combattere le patologie psichiatriche, si tratta della fase 3 del Narconon, il programma di disintossicazione proposto dalla setta Scientology, che il Board of Mental Health già nel 1991 ha definito "potenzialmente pericoloso" per la salute del paziente. Mi domando da quale background di studi accademici Cruise tragga le sue sicurezze e la sua capacità di analizzare con facilità la letteratura medica degli ultimi 50 anni. Quanto a Scientology, cosa dire di una setta che sostiene che tutto, dall'indigestione all'AIDS, può essere curato con procedimenti psicologici e vitamine, anche le ustioni dovute allo scoppio di bombe atomiche?».

Per questi ed altri motivi, la Neill conclude che Tom Cruise è «pericoloso e irresponsabile», e si augura che la sua influenza presso l'opinione pubblica in quanto celebrità hollywoodiana non induca i pazienti che sono in trattamento psichiatrico ad abbandonare le cure inseguendo un miraggio.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it