In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Negato a Scientology il riconoscimento come istituzione benefica in Inghilterra e nel Galles

Rassegna stampa, Dicembre 1999.

Vedi qui per il testo della decisione della Commissione per gli Enti Benefici.

Traduzione a cura di Harry.

 
 
 
 
 
Al termine di tre anni di indagine, le autorità hanno respinto la domanda presentata da Scientology, volta ad ottenere legittimazione e benefici fiscali. Secondo la Commissione, Scientology non opera per "pubblica utilità", ma eroga dietro compenso servizi di natura privata.
 
 
A una chiesa viene rifiutato lo status di istituzione benefica

The Scotsman, Edimburgo. Di Stuart Nicolson, 10 Dicembre 1999.


Ieri in Inghilterra e Galles è stato rifiutato lo status di istituzione benefica alla Chiesa di Scientology, sulla motivazione che essa non è una organizzazione che opera per la "pubblica utilità".

La decisione è stata presa dalla Charity Commission, che stava considerando la richiesta inoltrata dal controverso gruppo fin dal Settembre del 1996.

Naturalmente, la chiesa - che vanta fra i suoi seguaci le star di Hollywood John Travolta, Tom Cruise e Nicole Kidman - ha giurato che combatterà la decisione nei tribunali. Potrebbe anche organizzare un tentativo separato volto ad ottenere lo status di istituzione benefica in Scozia.

La scorsa notte la decisione della Charity Commission è stata accolta con favore dai gruppi preoccupati per le pratiche di Scientology.

La chiesa cercava di ottenere la registrazione come istituzione benefica poiché sostiene di essere stata fondata «per il progresso della religione, per promuovere il benessere morale e spirituale, per il miglioramento della comunità».

La Commissione ha bocciato la richiesta. Un portavoce ha spiegato: «I membri della Commissione hanno considerato nello specifico se la Chiesa di Scientology incontra i requisiti che sono essenziali per ottenere lo status di istituzione no-profit, vale a dire il conferimento di pubblica utilità.

«In assenza di pubblica utilità, la Chiesa di Scientology non potrebbe essere riconosciuta come istituzione benefica, secondo la legge inglese, non importa se essa è o meno una religione o se sia stata costituita con uno scopo potenzialmente caritatevole.»

Scientology, che è stata fondata nel 1954 da L. Ron Hubbard, un autore americano di racconti di fantascienza, ha sede a Los Angeles e sostiene di avere un seguito complessivo di oltre otto milioni di persone  [1]  inclusi 15.000 membri in Gran Bretagna.

Tuttavia le sue pratiche, che contemplano intense sessioni di terapia in coppia conosciute come "auditing", e corsi per i quali i membri devono pagare, hanno suggerito profonde riserve circa le sue motivazioni.

In Svizzera un recente pronunciamento da parte di una corte sostiene che Scientology dovrebbe essere considerata un business, e non una religione. In Germania, dove agli Scientologisti è proibito occupare posti di impiego pubblico o essere eletti  [2]  il gruppo è legalmente ritenuto una impresa commerciale.

Ian Haworth, fondatore e direttore del Cult Information Centre, ha dichiarato: «Sono assolutamente soddisfatto di questa decisione. Scientology è un gruppo sul quale siamo piuttosto preoccupati.

Sembra che il denaro costituisca una parte estremamente importante di Scientology. I membri finiscono per versare migliaia di sterline per corsi che proseguono finché non gli resta più denaro.»  [3]

Ha aggiunto di considerare l'appoggio a Scientology da parte di star di Hollywood un fatto particolarmente allarmante.

«Questo aspetto di Scientology è estremamente preoccupante», ha dichiarato Haworth. «Ogni qual volta le Nicole Kidman o i Tom Cruise di questo mondo vengono visti offrire il loro supporto a Scientology, stanno dando credibilità ad una organizzazione che non pare averla.»

La chiesa ha descritto la decisione di ieri come discriminatoria e ha annunciato che si appellerà in tribunale contro il rifiuto.

Graeme Wilson, direttore degli affari pubblici dell'organizzazione, ha commentato: «La decisione è errata in termini di legge e sbagliata in base ai fatti. Costituisce l'equivalente di un Papa medievale che sostiene che la terra è piatta e che il sole ruota attorno ad essa.

«Se questa stessa logica dovesse essere largamente applicata, diverse centinaia di istituzioni benefiche riconosciute in Inghilterra verrebbero private del loro status.»

Monique Yingling, il legale che rappresenta la chiesa negli Stati Uniti - dove le è stato accordato lo status di istituzione benefica nel 1993  [4] - ha dichiarato che la decisione verrà contrastata in base alla Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo. E ha aggiunto: «La chiesa non crede che questa decisione possa reggere né per la legge inglese, né per la Convenzione. È così anacronistica, perché sembra stabilire che soltanto una forma di venerazione Giudeo-Cristiana possa essere considerata una religione.»

L'avvocato di Scientology con base a Washington DC ha aggiunto che la chiesa potrebbe ora tentare di essere riconosciuta come istituzione benefica in Scozia. «In Scozia non è stata ancora inoltrata una richiesta, ma questo non significa che è qualcosa che non si verificherà», ha detto.

Il fallimento del gruppo nell'ottenere lo status di istituzione benefica segue una compagna pubblicitaria ad alto profilo organizzata in Inghilterra l'estate scorsa, che comprendeva una rappresentazione di Che Cosa è Scientology presso l'Hotel Selfridge nel centro di Londra.

Uno dei principali insegnamenti del gruppo è che i problemi della razza umana derivino da anime disincarnate trasportate sul pianeta milioni di anni fa.

 
 
 
Scientology "non è una religione"

La setta perde la sua battaglia per essere riconosciuta come istituzione benefica.

The Guardian. Di James Meek, 10 Dicembre 1999.


Ieri alla controversa Chiesa di Scientology è stata bocciata la domanda per essere riconosciuta come religione.

Dopo oltre tre anni di dibattito, i membri della Charity Commission hanno rigettato la richiesta avanzata dall'organizzazione rispondendo che non è stata ritenuta idonea in quanto non costituisce una religione e non porta beneficio alla società.

I critici di Scientology dipingono l'organizzazione come una eccentrica sètta che plagia le persone ed esiste per fare soldi. Tuttavia i suoi devoti rispondo che una tale ostilità equivale a persecuzione religiosa  [5]  e che Scientology li ha posti sulla strada verso la salvezza spirituale e "l'essere supremo".

La setta è stata riconosciuta negli Stati Uniti  [6]  in Australia e in Svezia, con l'aiuto di seguaci celebri come John Travolta, Tom Cruise, Nicole Kidman e Kirstie Alley. Il suo status in Gran Bretagna è quello di una filiale straniera di una associazione registrata in Australia.

Altri paesi la considerano una setta pericolosa. In Francia lo scorso mese uno dei suoi ex leader è stato condannato per truffa  [7]  e i suoi membri sono attentamente monitorati dal Governo. Inoltre la Germania rifiuta di riconoscere Scientology come religione legittima.

In Gran Bretagna, non è stata condotta una verifica indipendente sull'affermazione degli Scientologisti di avere 100.000 aderenti. La setta sostiene di poter contare su oltre otto milioni di seguaci nel mondo.  [8]

Ieri il portavoce inglese di Scientology Graeme Wilson ha dichiarato: «Si tratta di una decisione prevenuta e discriminatoria, che è errata in termini di legge e sbagliata in base ai fatti.»

Ha aggiunto che la Chiesa di Scientology si appellerà contro questa decisione presso la Corte Suprema.

Ieri i membri della Commissione hanno sostenuto in una dichiarazione che la setta non è caritatevole «come una organizzazione fondata per il progresso della religione» o «per promuovere il benessere morale o spirituale, o per il miglioramento della comunità».

Le sue attività principali sono "audire" e "addestrare" seguaci, hanno deciso i commissari, attività che costituiscono un beneficio privato, non pubblico.

Lo scrittore di fantascienza L. Ron Hubbard ha fondato Scientology nel 1954. È morto nel 1986, e oggi l'organizzazione è diretta da Los Angeles da Heber Jentzsch.

Wilson ha affermato che la setta in Gran Bretagna non ha «nessun uomo di riferimento».

Gli iniziati a Scientology vengono fatti passare attraverso una serie di gradini volti a far loro raggiungere più alti livelli di conoscenza, che i critici bollano come lavaggio del cervello per il quale gli aderenti devono pagare fino all'esaurimento delle loro sostanze.

Gli Scientologisti paragonano questo cammino alla via verso l'illuminazione dei Buddisti.

Ex Scientologist disillusi affermano che, al livello più elevato, agli iniziati viene presentata la cosmologia di Hubbard, che afferma che nel remoto passato miliardi di esseri in eccesso provenienti da altri pianeti furono ammassati sulla terra e massacrati da un diabolico alieno di nome Xenu. Questi esseri deceduti, che continuano ad infestare le persone, costituiscono la causa di ogni malattia.

«Non ho ancora fatto questi livelli», ha dichiarato Wilson. «Ho visto un po' della spazzatura scritta su queste cose e sono stato assicurato da coloro che hanno raggiunto questi livelli che è assolutamente falsa. Là potresti trovare qualche elemento di verità.»  [9]

John Travolta, identificato di recente come "Thetan Operante" - al sommo livello del cammino di Scientology - sta girando un film da 80 milioni di dollari su un racconto di Hubbard intitolato "Battaglia per la Terra", nel quale egli interpreta un alieno.

Nega che il film costituisca un'operazione di reclutamento per conto di Scientology  [10]

 
 
 
Negato a Scientology lo status di istituzione benefica

The Associated Press, Londra. 9 Dicembre 1999.


Giovedì funzionari del Governo hanno negato alla Chiesa di Scientology lo status di istituzione benefica, sostenendo che essa non provvede alcun servizio pubblico.

Gli Scientologist replicano che appelleranno la decisione, annunciata dalla Charity Commission, la quale disciplina le associazioni caritatevoli in Inghilterra e nel Galles.

La Commissione ha dichiarato che la chiesa non soddisfa i criteri essenziali volti ad ottenere lo status di associazione benefica - «ciò che conferisce pubblica utilità». Sostiene che le attività di Scientology «sono di natura privata».

Graeme Wilson, direttore dei pubblici affari per la Chiesa di Scientology in Gran Bretagna, ha definito la decisione «errata in termini di legge e sbagliata in base ai fatti».

«Se la medesima logica venisse largamente applicata, diverse centinaia di istituzioni benefiche riconosciute in Gran Bretagna verrebbero private del loro status, fra cui religioni minoritarie come i Buddisti e i Mormoni», ha dichiarato.

Presso la Commissione sono registrate circa 187.000 associazioni benefiche - comprese molte connesse alla religione, sia di maggioranza che non. Le istituzioni riconosciute ricevono benefici fiscali.

La Chiesa di Scientology, che sostiene di avere 100.000 aderenti in Gran Bretagna  [11]  non ha avuto con il Governo inglese l'attrito che si è verificato in altri paesi europei.

Il Governo tedesco ha mantenuto l'organizzazione sotto sorveglianza considerandola un rischio per la sicurezza pubblica, e le nega lo status di religione. Gli Scientologisti accusano la Germania di persecuzione religiosa.  [12]

 
 
 
Scientology "non supera il test" per lo status di istituzione benefica

The "Times", Londra. Di Ruth Gledhill, 10 Dicembre 1999.


Ieri alla Chiesa di Scientology è stato rifiutato lo status di istituzione benefica, poiché la Chariry Commission ha deciso che essa non promuove il «benessere morale e spirituale» della comunità.

La Commissione ha bocciato la richiesta presentata dalla chiesa di essere registrata come istituzione benefica, perché non opera per «pubblica utilità» e non è stata fondata per «il progresso della religione».

I commissari sono giunti a questa decisione dopo aver condotto un esame della durata di oltre tre anni, e hanno specificato inoltre di essersi basati su «una visione larga e flessibile della legge».

La chiesa, che ha [sostiene di avere] più di 100.000 membri in Inghilterra e che può contare fra i suoi devoti su celebrità come John Travolta, Tom Cruise e la moglie Nicole Kidman, ha reagito con furia alla decisione, annunciando che combatterà il verdetto in tribunale.

L'episodio costituisce l'ultimo di una serie di sconfitte subite dalla chiesa in Europa. Lo scorso mese, un ex dirigente [di Scientology] è stato condannato al carcere  [13] dopo che una corte francese lo ha riconosciuto colpevole di defraudare discepoli attraverso inefficaci e costosi trattamenti per lo stress. Il verdetto costituisce il terzo dello stesso genere in Francia per quanto riguarda Scientology.

Nel decidere se la chiesa potesse diventare una istituzione benefica, i commissari hanno deliberato che essa non opera per la pubblica utilità in quanto le sue attività principali - "auditing" e "addestramento" - sono in sostanza di natura privata.

I commissari hanno deciso inoltre che Scientology non è una organizzazione che opera per il progresso della religione, in quanto, sebbene gli Scientologisti credano in un essere supremo, essi non lo considerano oggetto di venerazione.

Gli Scientologist credono che i loro corpi costituiscano involucri per esseri immortali chiamati "thetan", e che il dolore viene immagazzinato nella mente sotto forma di "engram", i quali possono essere rilevati attraverso un elettropsicometro.

La chiesa, che ha [sostiene di avere] otto milioni di membri nel mondo, chiede fra i 30 e i 15.000 dollari per i suoi corsi al fine di aiutare gli aderenti a raggiungere uno stato mentale "libero dagli engram", denominato "Clear".

Scientology ha già ottenuto lo status di esenzione-fiscale in America  [14]  dove è stata fondata dallo scrittore di fantascienza L. Ron Hubbard tre anni dopo che il suo libro Dianetics: La Scienza Moderna della Salute Mentale divenne un bestseller nel 1950. Svizzera e Venezuela sono fra i paesi che la hanno riconosciuto di recente lo status di religione, concedendole benefici fiscali.  [15]

La chiesa bolla la decisione inglese come «prevenuta e discriminatoria», e ha commentato che «fa a pugni con la Convenzione Europea per i Diritti Umani».

Graeme Wilson, direttore degli affari pubblici [di Scientology in Gran Bretagna], ha dichiarato: «Questa delibera costituisce l'equivalente di un Papa medievale che sostiene che la terra è piatta e che il sole ruota attorno ad essa.»

Ma John Stoker, Presidente della Charity Commission per l'Inghileterra e il Galles, ha difeso la decisione, spiegando: «Possiamo accettare il fatto che gli Scientologisti credano in un essere supremo, ma questo si riduce ad auditing e ad addestramento, che sono le pratiche verso le quali essi provano venerazione.

«Vi sono alcune caratteristiche della venerazione che queste pratiche non riflettono, in particolare [il concetto di] riverenza.

«Naturalmente possono appellarsi ai tribunali,» ha aggiunto Stoker. «Ma abbiamo speso davvero tanto tempo e sforzi in questa questione, e pensiamo che la decisione che abbiamo raggiunto sia quella giusta in base alla legge.»

«Ha richiesto di gran lunga più tempo del caso medio. Abbiamo a che fare con molte questioni di rilievo e le esaminiamo con estrema cura.»

 
 
 
Negato agli Scientologist lo status di istituzione benefica

The "Independent", Londra. Di Damien Pearse, 10 Dicembre 1999.


Ieri la Chiesa di Scientology ha fallito nel suo tentativo di essere riconosciuta come istituzione benefica, perché l'organizzazione non è di «pubblica utilità».

È emerso che la Charity Commission ha respinto la richiesta dello status di istituzione benefica a seguito di un esame dettagliato della questione, nonostante si sia basata su una interpretazione «ampia e flessibile» della legge. La Chiesa di Scientology ha tentato di essere registrata come una istituzione benefica sulla base del fatto che «è stata fondata per il progresso della religione, per promuovere il benessere morale e spirituale e per il miglioramento della comunità».

L'organizzazione ha inoltre argomentato di essere stata istituita per la pubblica utilità. Ma la Charity Commission ha dichiarato di aver rigettato tutte queste argomentazioni. Un portavoce ha spiegato: «I membri della Commissione hanno considerato nello specifico se la Chiesa di Scientology incontra i requisiti che sono essenziali per ottenere lo status di istituzione no-profit, vale a dire il conferimento di pubblica utilità.

«I commissari hanno concluso che le attività principali degli Scientologisti - 'audire' e 'addestrare' - sono di natura privata in sé e nel beneficio che conferiscono. In assenza di pubblica utilità, la Chiesa di Scientology non potrebbe essere riconosciuta come istituzione benefica, secondo la legge inglese, non importa se essa è o meno una religione o se sia stata costituita con uno scopo potenzialmente caritatevole.»

Il fallimento del gruppo nell'ottenere lo status di istituzione benefica segue una compagna pubblicitaria ad alto profilo lanciata in Inghilterra l'estate scorsa. Fondata nel 1954 da uno scrittore Americano di fantascienza, L. Ron Hubbard, ha base a Los Angeles e sostiene di avere oltre otto milioni di fedeli nel mondo. Uno dei più importanti insegnamenti del gruppo afferma che i problemi della razza umana derivano da anime disincarnate condotte sul pianeta milioni di anni fa.

Sulla strada verso l'illuminazione spirituale, i fedeli si sottopongono a intense sedute di terapia a due amministrate da persone dette "auditor", le quali cercano di identificare aree di sofferenza nel cervello. La Chiesa di Scientology sostiene di avere 15.000 di persone che frequentano le sue chiese in Gran Bretagna. Seguaci celebrità del gruppo includono le star del cinema John Travolta, Tom Cruise e Nicole Kidman.

La Chiesa di Scientology ha descritto la decisione dei commissari come discriminatoria, e ha annunciato che si appellerà contro il rifiuto attraverso i tribunali. «La decisione è errata in termini di legge e sbagliata in base ai fatti», ha detto Graeme Wilson, direttore degli affari pubblici della chiesa.

 
 
 
Note

[1] «Scientology sostiene di avere 8 milioni di seguaci, di cui 100 mila nel nostro paese. Un dato da prendere con le molle, visto che PierLuigi Zoccatelli, ricercatore del Cesnur, parla invece appena di un milione di fedeli, di cui soltanto 5 mila in Italia.» ("Allarme Scientology", Espresso N. 5 - ANNO XLIII - 6 Febbraio 1997). A proposito di cifre gonfiate, così spiega il Rapporto 1998 del Governo Italiano sui Nuovi Movimenti Religiosi: «Paradigmatico, a riguardo, è il caso di Scientology, che dichiara oltre 27000 adepti [in Italia], numero decisamente abnorme e verosimilmente raggiunto calcolando tutti coloro che, almeno una volta, si sono sottoposti al famoso "test di misurazione della personalità" gratuitamente offerto, anche per corrispondenza, al fine d'incentivare l'ingresso nell'organizzazione.» Per quanto concerne il nostro paese, nel medesimo documento vengono attribuiti alla multinazionale circa 7000 affiliati.

[2] Nel 1997 la Germania ha risposto alla propaganda di Scientology con un comunicato ufficiale presentato dall'Ambasciata Tedesca a Washington, Stati Uniti, nel corso del quale illustra i provvedimenti adottati, e quanto c'è di vero nelle affermazioni diffuse dalla multinazionale.

[3] Per maggiori informazioni sulla centralità che la vendita riveste in Scientology, potete cominciare consultando questa sentenza, emessa dal Tribunale Penale di Basilea, Svizzera, nel Giugno del 1987 (due Scientologist condannati per usura su persona disabile). In seguito, potete sfogliare la sezione La Dottrina al capitolo "Alcune cifre".

[4] Sulla controversa vicenda dell'esenzione fiscale negli Stati Uniti, vedi in particolare qui e qui ("New York Times" del 9 Marzo 1997 e aggiornamento del 1 Marzo 1998 a cura del "Salt Lake Tribune").

[5] Affermazioni come queste appaiono ricalcare le linee strategiche generali adottate dal management dell'organizzazione, il quale invoca la protezione delle garanzie accordate alla religione per ciascuna attività nella quale è coinvolta. Scientology presenta regolarmente se stessa come una "minoranza religiosa perseguitata" esclusivamente per le sue credenze di natura religiosa, e non al contrario soggetta a riserve e maggiori controlli a seguito di condanne subite in tribunale per l'accertata commissione di attività illegali in campi che esulano dalla sfera religiosa. Per una nota esaustiva sull'argomento, vedi qui.

[6] Vedi la Nota 4.

[7] Per maggiori informazioni sul Processo di Marsiglia, vedi qui (Gli Scientologisti riconosciuti colpevoli. Ex leader francese condannato a due anni di reclusione per truffa. Rassegna stampa, Novembre 1999).

[8] Vedi la Nota 1.

[9] A quanto sembra, gli Scientologist sono spesso i soli a ignorare il contenuto di alcuni dei più rilevanti "livelli spirituali avanzati" commercializzati dalla multinazionale che difendono, considerata la mole di corsi che è necessario acquistare prima di poter aspirare a leggerne il contenuto. Le fonti esterne al gruppo che hanno riprodotto il contenuto dei "Livelli OT" di Scientology sono innumerevoli, e spaziano da Rapporti Governativi, sentenze di tribunale, indagini giornalistiche, saggi ad opera di studiosi ed ex membri - talvolta soggetti a denunce da parte della multinazionale per "violazioni di copyright" connesse alla diffusione del materiale originale. Per maggiori informazioni, vedi la sezione La Dottrina al capitolo "L'elevazione spirituale".

[10] Non è la prima volta che John Travolta viene tacciato di prendere parte a produzioni cinematografiche connesse a Scientology. Vedi in particolare presso questa pagina alcune recensioni del film "Phenomenon" apparse sui maggiori quotidiani italiani.

[11] Vedi la Nota 1.

[12] Vedi la Nota 5.

[13] Vedi la Nota 7.

[14] Vedi la Nota 4.

[15] Rammentiamo che per Scientology ottenere il riconoscimento come "istituzione benefica" comporterebbe l'ottenimento di benefici fiscali non indifferenti. Ad esempio, può significare evitare "240 milioni di multa per aver evaso tributi per 410 milioni" (Niente tasse per Scientology, di Cinzia Sasso. "La Repubblica", 15 Ottobre 1998. Vedi qui per il testo dell'articolo).

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non Ŕ consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it