In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
La "Tecnologia di Studio" 

Alcune considerazioni. A cura di Martini.

 
 
 
 
 
«L. Ron Hubbard ha ideato una rivoluzionaria tecnologia di studio in grado d'innalzare a livelli eccellenti la qualità dell'istruzione scolastica»
 
(dal sito ufficiale di Scientology)
 
 
Introduzione 

Abbiamo spesso parlato di "corsi" di Scientology, ma come e dove si fa un corso?

Innanzitutto ci si deve recare in org ['chiesa'], e nello specifico in "classe".

La classe generalmente è uno stanzone con lunghi tavoli e sedie, un "tavolo delle plastiline" dove ci si impegna nella dimostrazione di complicati concetti modellando il pongo; registratori e cuffie per l'ascolto dei nastri di Hubbard; il tavolo del Supervisore del Corso; il tavolo e l'E-Meter (la 'macchina della verità' di Scientology, l'elettropsicometro Hubbard) del "Chiaritore di Parole".

Scientology ha in vendita un'infinità di corsi che vengono rigorosamente studiati in org. Solo in "classe" infatti ci sono Supervisore e Chiaritore di Parole, elementi essenziali allo studio.

Gli orari di studio sono estremamente rigidi e vanno rispettati. Non sono ammesse pause se non quelle canoniche concesse a tutta la classe. Se non ricordo male un quarto d'ora a metà mattina e metà pomeriggio, e un'ora a pranzo e mezz'ora a cena. L'orario a tempo pieno va dalle 09,30 alle 22.30.

Hubbard dava molta importanza alla sua "Tecnologia di Studio", tanto da creare un corso apposito, lo Student Hat (Ruolo dello Studente), per "imparare a imparare". Questo corso, che viene venduto (Maggio 1998) a lit. 900.000/1.125.000, è il primo che si affronta dopo i corsi introduttivi ed è un requisito obbligatorio per proseguire nello studio. Una volta completato, si è obbligati a seguire rigidamente quanto Hubbard ha insegnato; in caso contrario si viene mandati in 'Etica', cioè la divisione di Scientology che amministra le punizioni.

Secondo Hubbard i tre punti che caratterizzano la difficoltà (o impossibilità) ad apprendere sono: a) mancanza di massa (squilibrio tra teoria e pratica), b) gradiente troppo alto (procedere a passi 'eccessivi') e c) parole malcomprese.

Se in classe uno studente si mostra distratto, affaticato, svogliato, assente, se sbadiglia o si muove troppo spesso sulla sedia ecc. sicuramente ha incontrato uno dei tre ostacoli all'apprendimento, quindi il Supervisore, che tra i suoi compiti ha quello di controllare con occhio vigile il comportamento dei suoi studenti, verificherà quale dei tre si è incontrato.

Nel caso a) farà fare allo studente dei 'demo' con apposito 'demo kit' (tm), cioè gli farà usare oggetti vari (pezzi di corda, blocchetti di legno, barattolini, gomme da cancellare ecc.) per dare 'massa' a concetti o parole.

Nel caso b) lo rimanderà a ripassare materiali già studiati.

Nel caso c), lo indirizzerà al 'Chiaritore di Parole', il quale cercherà, con l'ausilio dell'e-meter, le parole malcomprese nel testo che sta studiando. A questo punto gliele farà 'chiarire' sul dizionario approvato da Scientology, gli farà fare vari esempi per verificare se ha capito e si potrà anche decidere di rimandare lo studente sul materiale già studiato. Il Chiaritore di Parole teoricamente dovrebbe essere un super-letterato, nei fatti non lo è.
 
Presentata in questo modo, la tech di studio potrebbe anche avere un senso... Nessuno dei tre punti è fondamentalmente sbagliato, ma che cosa succede nell'applicazione reale della "Tech di Studio" in una classe di Scientology?

Innanzitutto lo studente è estremamente sotto pressione, deve trattenersi dal manifestare ogni irrequietezza perché sarebbe sintomo di qualche magagna. Deve trattenersi dallo sbadigliare, indipendentemente dalla sua personale stanchezza magari dopo una giornata di lavoro, dalla fame o dall'aver appena mangiato. Non esiste motivo plausibile per sbadigliare sul materiale di Hubbard. Mai.

Deve quindi imparare a controllare il suo comportamento.

Inoltre impara ben presto che ogni critica o dubbio sul materiale che sta studiando implica necessariamente una 'parola malcompresa'. Chiarire parole significa perdere letteralmente un sacco di tempo, e lo studente ha "stats" (statistiche) da rispettare, cioè punti che vengono assegnati ad ogni corso e al tempo necessario al suo completamento (se si è più veloci dello standard si ottengono punti extra, se si è più lenti vengono tolti punti). Avere "statistiche basse" (in poche parole essere improduttivi) comporta grane a non finire, provvedimenti di 'Etica' e molto altro ancora (tutto estremamente negativo), quindi lo studente impara presto a sue spese che le critiche sono un 'affaticamento superfluo' e non vanno fatte. Impara perciò a interiorizzare critiche e dubbi col buon proposito, almeno all'inizio, di ripensarci su. In breve impara a controllare il proprio pensiero.

Dopo un paio di passaggi alla divisione 'Etica' si capisce che non è cosa buona e saggia, e si impara sulla propria pelle a controllare maggiormente il proprio comportamento e a temere la divisione di Etica e l'Ufficiale preposto. L'Etica, in pratica, inizia a controllare emotivamente lo studente.

Dopo i primi corsi introduttivi, del costo di poche decine di migliaia di lire e dove la disciplina non è così pressante, lo studente apprese che le parole che Hubbard ha scritto nella sua HCOPL (Direttiva) del 7 dic. 1965, serie "Mantenere Scientology in Funzione", sono prese enormemente sul serio. Cito:
 
 

«Nel momento in cui uno si iscrive consideralo come qualcuno che si è unito a noi per la durata dell'universo: non permettere mai un approccio a 'mente aperta'. Se vuole andarsene che lo faccia, e in fretta [1]. Se si sono iscritti sono a bordo, sono qui alle stesse condizioni del resto di noi: vincere o morire nel tentativo [...] Le migliori organizzazioni della storia sono state rigide e devote. Nessun branco smidollato di bambocci dilettanti ha mai concluso qualcosa [...] Se istruiamo con mezze misure, con la paura di offendere, col timore di imporre qualcosa, non facciamo degli studenti dei buoni Scientologi e questo non fa bene a nessuno. Quando la 'Signora batti-batti-le-manine' viene a ricevere dell'addestramento, muta quel dubbio che le serpeggia negli occhi in uno sguardo fermo, pieno di dedizione e lei vincerà e noi vinceremo. Sii indulgente con lei e periremo tutti a poco a poco. L'atteggiamento appropriato nell'istruire è: 'Sei qui quindi sei uno Scientologo. Ora faremo di te un auditor esperto [2], costi quel che costi. Preferiremmo vederti morto piuttosto che incapace... l'intero futuro agonizzante di questo pianeta, ogni singolo Uomo, Donna e Bambino su di esso e il tuo destino stesso, per i prossimi infiniti trilioni di anni dipendono da ciò che fai ora e qui, con e in Scientology.

Questa è un'attività mortalmente seria. E se non ce la faremo ad uscire dalla trappola ora, forse non avremo mai più un'altra occasione.

Ricorda, questa è la nostra prima possibilità di farlo in tutti gli infiniti trilioni di anni del passato. Non rovinarla adesso perché sembra spiacevole o asociale»

 
(L. Ron Hubbard)
 
 
La tech di studio di Hubbard viene anche adottata in varie scuole americane e straniere. La licenza d'uso è concessa dalla Applied Scholastics International, affiliata alla ABLE, Association for Better Living and Education, un'altra delle infinite scatole cinesi della più vasta organizzazione conosciuta con il nome di Scientology. Le scuole Applied Scholastics negano ogni legame con Scientology, mentre è sufficiente dare un'occhiata al sito ufficiale di Scientology per smentirle.

Applied Scholastics si vanta di avere oltre 200 centri nel mondo.
 
 

La situazione in Italia 

Non mi è stato possibile sapere se esistono scuole Applied Scholastics in Italia.

Il messaggio che segue è apparso su America On Line all'inizio del 1998. Non abbiamo potuto accertarne la veridicità.  Purtroppo gli Scientologist hanno la cattiva abitudine di non citare mai le fonti e di non parlare mai nel dettaglio. L'importante è fare sensazione.

 
 
Subject: ITALY : In regalo la tecnologia di studio di L.Ron Hubbard
Date: Sat, 17 January 1998 04:53 AM EST
From: Lt daughtr
Message-id: 19980117095301.EAA18152@ladder02.news.aol.com

[...] 

ITALIA 

Uno Scientologist locale ha lavorato diligentemente per disseminare la tech[nologia] di L. Ron Hubbard nella sua città, Padova, Italia. 

Di recente ha incontrato il vice Direttore della banca più importante della regione. Nell'illuminarlo sui lavori di L. Ron Hubbard ha scoperto che cio' che il funzionario più voleva e di cui sentiva il bisogno era migliorare lo standard educativo dei bambini della sua comunità. 

L'uomo era infatti tremendamente preoccupato per l'istruzione dei ragazzi della città e li assisteva regolarmente regalando enciclopedie, atlanti e altro materiale educativo. 

Prima di conoscere la tecnologia di studio di LRH non aveva veramente modo di migliorare la loro educazione. 

Il nostro Scientologist locale gli ha presentato la soluzione di LRH ai problemi di analfabetismo e scarsa cultura e gli ha mostrato il Manuale Fondamentale di Studio. Il risultato? 

Invece di ricevere articoli scolastici convenzionali come righelli e segnalibri, più di 2000 bambini italiani della città di Padova hanno ricevuto il MANUALE FONDAMENTALE DI STUDIO di L. Ron Hubbard. Ma questo è solo l'inizio. La banca ha deciso di dare il Manuale Fondamentale di Studio a circa 1000 insegnanti della zona, cambiando il futuro scolastico ed educativo della città. 

Lieutenant's daughter 
 

Solo un uomo stupefacente e straordinario come LRH poteva lasciare un patrimonio che (ad anni dalla sua scomparsa) continua a fare incursioni in tutti i continenti, influenzando le nuove generazioni.

 
 
Commenti 

Quella che vi presento è una raccolta di post al newsgroup alt.religion.scientology di commenti vari sulla 'tecnologia di studio' di Scientology. Il caso è stato sollevato nell'estate 1997 dopo il tentativo, in America, di far approvare testi di 'tecnologia di studio' di Hubbard nelle scuole pubbliche.
 
 

«La Tecnologia di Studio Scientology o Applied Scholastics è un metodo sviluppato da L. Ron Hubbard per Scientology, ma anche per far filtrare nella società i metodi di Scientology sotto altro nome. È basata su tre concetti:

1) Mancanza di massa 

Quando non c'è un oggetto per illustrare il concetto. Gli studenti superano il problema mettendo in relazione le idee alla vita reale (Devono fare "dimostrazioni in plastilina").

2) Gradiente saltato

Quei gradini del processo di apprendimento che gli studenti non capiscono. Gli studenti affrontano i materiali ostici in modo incrementale.

3) Parola malcompresa

Questa è la cosa più importante. Gli studenti non possono apprendere ciò che non capiscono; pertanto usano dizionari per cercare le parole che non conoscono in un procedimento chiamato "chiarimento di parole". Stanchezza, preoccupazione e frustrazione sono tra le "manifestazioni" sintomatiche degli studenti che si scontrano con queste barriere e lottano per imparare le lezioni.

 
(estratto dal Los Angeles Times del 27.7.97)
 

Joe Harrington  

La "Tech di Studio" di Hubbard è il modo definitivo per inculcare l'ortodossia e la conformità a Scientology, è basata sulla nozione di Hubbard che QUALSIASI difficoltà ad afferrare idee o dottrine scaturisce esclusivamente dalle "parole malcomprese" e non da errori nelle idee o dottrine. Adottarla pienamente nelle scuole dell'obbligo significherebbe soffocare il libero pensiero. Per esempio, lo studente legge una frase del genere:

«La superficie lunare è fatta di gorgonzola»

DOPO aver letto questo passaggio lo studente è un po' annebbiato o dubbioso, manifestazioni che Hubbard attribuisce alle parole malcomprese. L'insegnante a questo punto NON dovrebbe discutere sui meriti di questa frase ma SOLO fare in modo che lo studente TROVI la parola che ha "malcompreso". A questo punto dovrebbe ripassare il resto della lezione per cercare le "malcomprensioni", e alla fine scontrarsi con qualche termine, esempio 'lunare', che non ha PIENAMENTE compreso prima di concludere: «Accidenti, la luna è veramente fatta di gorgonzola, non me n'ero mai accorto prima».

Nel caso lo studente NON desiderasse approfondire la geologia della luna, allora sarebbe un'altra manifestazione di "parole malcomprese" oltrepassate piuttosto che l'indicazione di dati falsi nel libro di testo.

La "tech" di studio è il modo in cui le insensatezze di Hubbard vengono inculcate nei seguaci.
 

Tilman Hausherr 

La mia critica personale è che agli insegnanti che praticano la "Tecnologia di Sudio" non viene detto che una difficoltà a comprendere qualcosa potrebbe derivare dal materiale stesso.

"Mancanza di Massa" - cagate. Gradiente saltato - buon senso. Parole malcomprese - no.

Esistono un sacco di ragioni per cui non si capisce qualcosa, ed esistono un sacco di metodi di aiuto. A volte aiuta una figura. Di solito cerco di spiegare concetti difficili prendendo ad esempio una macchina (i tedeschi sono feticisti delle macchine). Non arriverei da nessuna parte con la plastilina, è sciocco. Altra gente potrebbe avere altri metodi altrettanto validi. Di solito i libri hanno le figure. Cercare parole ha rilievo solo se veramente non conosci il significato di quella parola, non se non hai afferrato il concetto.

Penso che il chiarimento di parole sia una tecnica blocca-pensiero come contare le pecore o dire "hare krishna" 2000 volte ecc. Se usare queste tecniche è un modo eccellente per addormentarsi o guadagnarsi l'obbedienza, sono però contro-produttive in un ambiente dove il pensiero individuale è importante; questo è pertinente a tutte le scuole, eccetto forse in Giappone.

Il miglior esempio di successo della Tecnologia di Studio sono gli Scientologist stessi.

L. Ron Hubbard è stato bocciato all'università e ha ricevuto un titolo di "Dott." fasullo. David Miscavige, l'attuale Numero Uno, non è riuscito nemmeno a completare la scuola superiore. Dei presunti 8.000.000 di Scientologist non se ne conosce uno che abbia dato contributi significativi alla scienza. E gli Scientologist in usenet e nel mondo reale non riescono a partecipare ad un dibattito sulla stessa Scientology.

La Tecnologia di Studio è parte di Scientology, e viene insegnata in Scientology. Se fosse un metodo "secolare" perché gli Scientologist dovrebbero impararla? Perché non è loro permesso studiare nel modo che preferiscono?
 

Joe Harrington 

Sì, e se in Scientology c'è una forma di controllo mentale la "Tech di Studio" ne è il cuore.

Trovo interessante che praticamente nessuna discussione sul "Controllo Mentale" abbia focalizzato la Tech di Studio come il prodotto più distruttivo di Hubbard.

Il "Chiarimento di Parole" fu creato all'inizio degli anni '70, all'apice della paranoia di Hubbard sulle cospirazioni governative ai suoi danni, un periodo in cui gli agenti del GO [Guardian's Office, ora Office of Special Affaires, OSA - n.d.t.] iniziavano a infiltrarsi in tutto il mondo tra le schiere dei suoi nemici [negli anni '80, undici membri di alto livello del GO sono stati condannati al carcere per aver infiltrato oltre cento uffici privati e governativi. La moglie di Hubbard Mary Sue ottenne 5 anni di carcere]. Alla sinistra "Tech di Studio" di indottrinamento Hubbardiano NON deve essere permesso diventare uno strumento obbligatorio dell'istruzione dei nostri figli.

Un'altra massima della "tech di studio" è che OGNI disaccordo scaturisce da parole malcomprese, non da errori nei materiali studiati.

Nelle scuole che usano pienamente la "tech di studio" di Hubbard, gli studenti vengono sottoposti a controlli all'e-meter dal Chiaritore di Parole della classe; vengono interrogati all'e-meter per vedere se sono in disaccordo con qualche parte del materiale di studio. Se il Chiaritore di Parole riscontra letture dell'e-meter lo studente deve cominciare a cercare le parole che ha malcompreso, poi essere ricontrollato all'e-meter. Gli studenti che si rifiutato di obbedire vengono indirizzati alla [sezione] Etica per aver "inturbolato" [confuso - n.d.t.] la classe. Quanti scoprono i compagni a non usare la "tech di studio" sono invitati a inviare Rapporti di Conoscenza [delazione - n.d.t.] sui loro amici. Questo è il modello in uso alla Applied Scholastics.

Nelle classi che usano la tech di studio di Hubbard, agli studenti è proibito chiedere chiarimenti all'insegnante su ciò che stanno studiando, e non è permessa la discussione aperta tra studenti. La SOLA risposta permessa all'insegnante è: "Che cosa dice il tuo materiale?" oppure "Quale parola non hai completamente compreso?"  - OGNI altra risposta dell'insegnante o del "Supervisore del Corso" viene considerata grossolana "out tech" [impiego sbagliato della "tecnologia" - n.d.t.].
 

Jim Bianchi 

La mia esperienza con la Tech di Studio mi ha insegnato che non è assolutamente permessa alcuna spiegazione del testo scritto da Hubbard. Hubbard - a dispetto della tanto decantata 'tech di comunicazione' - NON era la persona più facile da capire.

Ricordo di aver chiesto, a volte, che mi fosse espresso il concetto di qualcosa che stavo studiando con parole diverse, solo per sentirmi dire, piuttosto severamente, che il mio 'non afferrare' era (ovviamente) causato dall'aver oltrepassato una parola malcompresa; che era colpa MIA se con capivo al volo il - ehm - genio di Hubbard e non era dovuto al fatto che... quello che scriveva era, uhm, opaco.

Tutta questa storia delle m/u [parole malcomprese - n.d.t.], come molto in $cn [Scientology - n.d.t.], ha un pizzico di verità ma è stata intenzionalmente INGIGANTITA sino al punto in cui uno studente che fa domande (perché è questo che uno studente FA) si sente rispondere che se non riesce ad afferrare un concetto è colpa SUA e non del modo in cui il concetto è presentato.

Gli 'indicatori' che segnano l'aver oltrepassato una parola malcompresa di cui non si è afferrato appieno il significato lasciano un po' a desiderare. Quando frequentavo i corsi serali al Celebrity Center (originale) di Los Angeles, ero gravemente handicappato, il che da solo mi portava via molta energia. Inoltre arrivavo dopo un viaggio in moto di oltre 35 km (da casa mia a Redondo Beach), e dopo aver lavorato 8 ore alla Data General. Usai una macchina da scrivere elettrica per mettere insieme una nota per la supervisore del corso che diceva che il mio handicap includeva difficoltà respiratorie - e che l'accumulo di diossido di carbonio nel polmoni mi causava scariche involontarie di sbadigli, ed era il modo in cui il mio fisico mi ricordava di respirare di nuovo.

Lei credette alla mia 'storia di terra' [3] e fui libero di sbadigliare a piacimento!
 

 
Martin Hunt 

La "Tech di Studio" di L. Ron Hubbard è una perfetta cagata; ho ricevuto addestramento per diventare un esperto in questa sezione della setta (la mia specialità) e nessuna di quelle tecniche è utile ad alcuno. Principalmente ha a che fare con la lettura delle ciance di Hubbard  o con l'ascolto di qualcuno delle sua migliaia di nastri, e il "cercare le parole" è un esercizio rituale; (se funzionasse, gli Scientologist sarebbero dei letterati. Come tutti possiamo vedere dai 'culties' che postano qui non c'è niente di speciale nel modo in cui gestiscono il linguaggio) - giocare con piccoli oggetti, blocchetti e pezzetti di corda; e fare piccoli modelli in plastilina in modo automatico su soggetti appresi in modo automatico.

Tutto questo non insegna niente. Non migliora il  vocabolario. Non migliora la grammatica o l'ortografia (nonostante ci sia un corso di grammatica basato su - orrore - una grammatica 'wog' [termine dispregiativo con cui Hubbard etichetta i non Scientologist - n.d.t.] che potrebbe anche far bene - principalmente a causa della sua wog-ghità)... non migliora le capacità di lettura, la matematica, le prerogative del pensiero critico e logico o nient'altro e, penso, interferisce pesantemente su quei processi.

Le obiezioni all'uso nelle scuole delle cagate pseudoscientifiche di Hubbard dovrebbero riguardare più l'incredibile mancanza di istruzione di Hubbard e l'essere stato bocciato a scuola, piuttosto che Scientology. Le scuole Americane fanno abbastanza schifo già adesso; per favore non rendiamole ancora peggiori con la spazzatura di L. Ron Hubbard!
 

Kim Baker 

Hubbard ha dettagliato gli indicatori che i Supervisori del Corso devono osservare - se uno studente sbadiglia è un indicatore preciso di "parola malcompresa", quindi lo studente deve essere interrotto e gli si deve far cercare la "MU" [parola malcompresa - n.d.t.]. Non veniva mai preso in considerazione il fatto che forse eri solo stanco per non aver dormito abbastanza [4]: sbadigliare = una "MU". Se lo studente si rilassava troppo, o se sedeva scomposto, o aveva lo sguardo assente... anche quelli erano indicatori di "MU" da ricercare, oppure si dovevano fare demo [5].

Come avete giustamente fatto notare, tutto questo si adatta alla presunzione che le informazioni di Hubbard non possono essere criticate - se non le capisci significa the tu hai una "MU" o hai adottato un gradiente troppo ripido di assorbimento dati e devi tornare indietro, oppure non hai avuto abbastanza "massa" sul concetto. Tutto qui. Punto. In questo modo non è assolutamente permesso il pensiero, assolutamente.

L'informazione deve essere semplicemente assorbita, mai criticata.

Sul Chiave della Vita [6], beh, penso che parecchia gente sappia di che cosa si tratti - cominciare col definire ogni "piccola parola comune" seguito da istruzioni sull'uso del vocabolario e poi un lungo giro Metodo 9 sulle regole grammaticali. E, naturalmente, l'auditing al tavolo della plastilina. Potrei scrivere libri su questo corso, ma non in questo post.

Ripeto, l'intera operazione è sulla comprensione di quello che sta davanti, ma senza critica. Questo è l'errore della Tech di Studio - insegna ad accettare i dati acriticamente. Ecco che cosa fa.

Per me l'aspetto interessante fu che, mentre procedevo coi corsi, perdevo sempre più interesse nella lettura di materiale non-Scientology. Prima ero abituata a leggere moltissimo, poi mi sono trovata a leggere solo roba di Hubbard. La Tech di Studio mi ha aiutata a capire molto bene Hubbard. E più capivo Hubbard più incorporavo il suo modo di pensare e meno ero disponibile ad accettare punti di vista diversi.

La mia capacità di analisi delle situazioni "wog" e l'integrazione delle informazioni relative a qualsiasi faccenda esterna si era enormemente deteriorata. L'indicatore più importante è che nello studio ero sempre riuscita bene, e mentre ero in Scientology ho frequentato un corso part-time all'Università e per la prima volta ho ottenuto un patetico 52%. Per quel corso (Economia d'Affari) avevo usato la Tech di Studio.

In breve, la Tech di Studio aveva aumentato la mia capacità di comprendere la visione del mondo di Hubbard ma aveva drammaticamente ridotto la mia capacità di interpretare e analizzare gli eventi e le informazioni quotidiane. Anche ora, a distanza di due anni e mezzo, sto ancora lottando per "riprogrammare" i miei processi mentali a ciò che erano prima della tech di studio di Scientology e la mia personale soluzione è stata di continuare a studiare part-time per invogliarmi a questo processo - per ora penso di aver recuperato all'80%, così penso di essermi rimessa in carreggiata ma ancora è uno sforzo costante e cosciente per non scivolare nell'assorbimento critico e passivo dei dati che ho acquisito con la tech di studio.

 
 
Chris Schafmeister 

La "tech di studio" di Scientology  insegna che le "tre barriere all'apprendimento" sono:

1. La parola malcompresa.

2. Mancanza di "massa" sufficiente.

3. Imparare le cose su un "gradiente" troppo alto.

È vistosa l'assenza di ogni accenno al fatto che ogni individuo deve valutare criticamente qualsiasi cosa legga, e giudicare la sua correttezza in base a quello che ha già imparato.

Brilla inoltre per assenza ogni accenno al fatto che gran parte delle cose pubblicate è sbagliata o ingannevole.

Hubbard sapeva quel che stava facendo e la sua "soluzione" ai problemi di apprendimento è ideale per creare individui con la falsa certezza di sapere come imparare, e una studiata debolezza nella capacità di riflettere criticamente su ciò che stanno apprendendo.

Anche se la "Tech di Studio" di Scientology è presentata come non-secolare e nei suoi insegnamenti non si accenna a Scientology, si tratta di indottrinamento a un modo di apprendere frammentario.

Osserviamo ciò che la "Tech di Studio" fa agli Scientologist, è una semplice formula priva di cervello che li porta a pensare di avere tutte le risposte, mentre di fatto stanno affondando nella merda di Hubbard.

Imparare è un lavoro duro, gente. Lo so, sto finendo il mio dottorato.

La "Tech di Studio" senza cervello va bene per gli Scientologist, ma i nostri figli valgono troppo per renderli suscettibili a sette bizzarre e ridicole.
 

Steve Keller 

In una lettera al Los Angeles Times 

Se la "tecnologia di studio" di L. Ron Hubbard e la sua applicazione alla Delphi Academy sono così meravigliose, perché la Delphi è costretta a mentire sui suoi meriti?

Ho letto con grande interesse il vostro racconto di lunedì 18 Agosto sulla richiesta  fatta da una Scientologist di aprire una scuola sovvenzionata da fondi pubblici a L.A., e l'applicazione dei metodi Hubbard alla Delphi. Visto che ho una figlia che ha da poco iniziato la scuola, ho fatto qualche indagine sulle sue affermazioni e credenziali. Vorrei dividere con voi ciò che ho appreso.

La Delphi sostiene che il 96% dei suoi studenti fa domanda di ammissione al college. In un pacchetto di materiale esplicativo e promozionale, mi hanno fornito una pagina intitolata "Elenco Parziale di College e Università che hanno Accettato Diplomati Delphi." Ho scritto ad ognuna delle 35 scuole americane elencate.

Delle 27 che mi hanno risposto, solo 3 hanno affermato di aver ricevuto, in anni recenti, domande da studenti Delphi; 16 hanno detto di non aver ricevuto domande o di non averle potute prendere in considerazione.

Per esempio, la U.C. Santa Barbara ha risposto che «...non accettiamo studenti della Delphi Academy... perché la Delphi non è un'istituzione riconosciuta»

A questo punto ho fatto ricerche sulle scuole secondarie accreditate in California. Ho avuto corrispondenza con il Direttore delle Ammissioni Prediploma dell'Università della California che mi ha detto che la UC riconosce solo una agenzia di accreditamento: la Commissione per il Riconoscimento delle Scuole. Quell'organizzazione mi ha risposto scrivendo che la Delphi non è riconosciuta.

Ho contattato un ufficiale del dipartimento statale per l'istruzione che mi ha detto che lo Stato non riconosce scuole.

Ho scritto all'American College Testing che ha risposto "Pochi, se non nessuno, degli studenti Delphi hanno fatto il test ACT."

Ho scritto all'Educational Testing Service; sfortunatamente non sono stati disponibili a darmi informazioni sulla storia degli studenti Delphi con il SAT.

È chiaro a chiunque conosca Scientology che cercare di ottenere l'appoggio per l'apertura di una scuola e l'approvazione statale all'uso dei testi di Hubbard nelle scuole pubbliche è un tentativo per raggiungere una qualche forma di legittimità e il riconoscimento del nome di Hubbard, dei suoi metodi e anche del suo uso unico del linguaggio. Se questi siano tentativi per aggirare i confini costituzionali tra Stato e Chiesa spetta alla legge deciderlo. Scientology è riuscita a presentarsi come religione quando questo si adattava ai suoi scopi, e come organizzazione secolare quando le fa comodo. Forse riesce a fare entrambe le cose.

Che riescano o meno a conseguire i loro scopi, è bene chiederci: I metodi di Hubbard funzionano? Se la Delphi è un buon esempio, oppure no.

Posso documentare e/o farvi avere le copie di tutte le informazioni che vi ho fornito, e altro ancora. Se desiderate fare ulteriori ricerche sulla Delphi, ha un sito web: cercate in particolare "Accrediting Agencies": lo Stato della California di cui ho scritto prima.

Applied Scholastics International è un'organizzazione di Scientology; e la California Interscholastic Federation esiste per la promozione di gare di atletica tra scuole private, stando al loro sito.

 
 
 
Note

[1] per la durata dell'universo... peccato che questa policy letter non venga fatta leggere PRIMA di aver pagato qualche milionata. Che non si venga informati del 'vincere o morire nel tentativo...'

[2] faremo di te un auditor esperto. CHI ha deciso che io devo essere un auditor? L'addetto alle vendite mi ha detto che completando per esempio il livello 0 dell'"Accademia" sarei stato 'liberato sulla comunicazione' e completando il Livello 1 sarei stato 'liberato sui problemi'. Se volessi semplicemente essere 'liberato' su queste cose senza fare l'auditor? Se volessi semplicemente fare un corso di tech di studio? No, «FAREMO di te un auditor. Vincere o morire nel tentativo». Punto.

[3] 'storie di terra': le storie inventate da Hubbard e dal suo equipaggio per distogliere l'attenzione delle autorità portuali delle località dove la flotta faceva scalo (vedi Le Mie Nove Vite in Scientology e Alla Ricerca di Vite Passate)

[4] Ricordo che gli staff lavorano per molte ore, poi si recano in classe a studiare.

[5] Dimostrazioni con oggetti vari per dare "massa" a un concetto. Il demo si fa davanti al Supervisore del Corso per dimostrare, senza parlare troppo, di aver compreso un concetto.

[6] Chiave della Vita: un corso introduttivo di Scientology.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it