In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
La polizia di Mosca irrompe nel quartier generale di Scientology

Comunicato Reuter News Service del 25 Febbraio 1999.

Traduzione a cura di Martini.

Mosca, 25/02/99 - Martedì decine di agenti hanno fatto irruzione in almeno due uffici moscoviti della Chiesa di Scientology (originaria di Los Angeles), per una ispezione durata dal primo mattino alla serata.

«Stiamo conducendo un'indagine completa» ha dichiarato un ufficiale di polizia presente sul luogo per sovrintendere all'irruzione. «Non si sta ponendo atto ad alcuna repressione.»

Rappresentanti della chiesa hanno raccontato che gli agenti, alcuni con armi automatiche e giubbetti antiproiettile, sono arrivati verso le nove del mattino nell'ala della fabbrica di tre piani che il gruppo ha affittato per stabilirvi il suo quartier generale.

Dopo 12 ore, quando il corrispondente della Reuter ha avuto l'autorizzazione a visitare l'edificio sotto la scorta della polizia, il raid era ancora in corso.

La Chiesa di Scientology di Mosca ha emesso un comunicato descrivendo l'irruzione come un attacco alla libertà religiosa. «Le azioni dello stato per reprimere la libertà di religione non permetteranno alla Russia di progredire. Al contrario la Russia sta tornando al totalitarismo».

La Russia ha adottato una legge controversa che limita le attività delle fedi "non tradizionali", nonostante non sia ancora chiaro se la perquisizione di martedì sia collegata all'applicazione di quella legge. 

I pubblici ministeri moscoviti stanno attualmente cercando di mettere al bando i Testimoni di Geova, e il processo in corso viene strettamente monitorato da attivisti dei diritti umani.

L'ufficiale di polizia addetto alla supervisione del raid di martedì al quartier generale di Scientology, che non vuole essere nominato, ha affermato che si stava cercando di tutto, dai registri fiscali alle armi.

«Ogni organizzazione, fabbrica o impresa può venire ispezionata» ha detto. «Le organizzazioni pubbliche sono in una situazione speciale. Molte non pagano le tasse e aggirano la dogana.» 
«Ma penso che qui sia tutto in ordine, non sembriamo essere in presenza di reati.»

L'agenzia di stampa Interfax ha scritto che nella irruzione a quattro uffici moscoviti di Scientology erano coinvolte la polizia municipale, il Servizio di Sicurezza dello Stato e la Guardia di Finanza.

Anna Kornayeva, istruttore al quartier generale della chiesa, ha dichiarato che nel fatiscente edificio dai pavimenti di linoleum consumato e dalle pareti ricoperte da manifesti pubblicitari dello scrittore americano di fantascienza e fondatore di Scientology L. Ron Hubbard lavorano circa 60 persone.

In una foto sono ritratti la Kornayeva e altri russi in compagnia di John Travolta, un importante membro della fede. La Kornayeva ha proseguito dicendo che il centro raccoglie denaro con corsi a pagamento, e ha circa 300 studenti. 

Scientology è stata al centro di controversie in parecchi paesi, soprattutto in Germania dove le autorità hanno cercato di mettere un freno alle sue attività.

Il sito web della chiesa di Scientology elenca decine di uffici in tutta la Russia.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it