In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Il Prozac libera dalla depressione una ex leader di Scientology

Hana Eltringham racconta il suo persorco e la guerra di Scientology alla psichiatria e agli psicofarmaci.

Tratto da: The Psychiatric Times - The Newspaper of American Psychiatry, Volume VIII, No. 6, Giugno 1991
Sito di riferimento: lermanet.com

Traduzione a cura di Alessia Guidi, aprile 2005

 

Premessa: questo articolo è del 1991 e le organizzazioni o le aziende che vengono elencate come affiliate o dipendenti da Scientology appartengono al panorama americano di quegli anni.

Alcune sono ancora esistenti e operano anche in Italia (es. Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani - CCDU; Narconon; Applied Scholastics; Fondazione Via della Felicità; New Era e Bridge Publications; WISE) [1], altre non appartengono specificamente al panorama italiano.

Va comunque tenuto presente che in Italia operano diverse aziende affiliate WISE (World Institute of Scientology Enterprises), in particolare nel campo della ricerca, selezione e formazione del personale. Tali aziende non sempre dichiarano apertamente i loro legami con la Chiesa di Scientology, oppure tendono a minimizzarli.

In Italia sono state anche lanciate campagne anti psichiatria e anti psicofarmaci (in particolare anti Ritalin) che dipendono o hanno stretti collegamenti non dichiarati con la Chiesa di Scientology.

Si prega pertanto di prestare particolare attenzione quando ci si rivolge ad aziende di selezione e formazione del personale, o si appoggiano campagne antipsichiatriche o antipsicofarmaci, in quanto si potrebbe inconsapevolmente finanziare un ente religioso e appoggiare dottrine o ideologie del tutto estranee ai nostri ideali o alla nostra morale.

A.G.


Il Prozac libera dalla depressione una ex leader di Scientology


Il Prozac libera dalla depressione una ex leader di Scientology

Hana Eltringham [2] ha trascorso 20 anni in Scientology e per otto è stata assistente personale di L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La donna rivela che la fluoxetina (Prozac) e la terapia hanno alla fine posto termine alla depressione e alle tendenze suicide di cui soffriva dal 1976. «Devo parlare chiaro» ha detto allo Psychiatric Times, «gli scientologist scelgono per i loro attacchi gli psichiatri più eminenti e i farmaci di maggior successo. Ecco perché hanno attaccato il Ritalin e ora stanno attaccando il Prozac».

Hana, che in Sud Africa ha studiato da infermiera, racconta di avere impiegato diverso tempo per rendersi conto del blocco mentale che nutriva contro la psicoterapia, dovuto all'odio per la psichiatria insegnato e instillato da Hubbard, e mantenuto dai suoi seguaci. «Mi ci sono voluti cinque anni per vincere la paura e rivolgermi a un assistente, a un terapeuta o a chiunque fosse collegato con il campo della psichiatria» ha riferito. Poi nel 1989 lei e il marito Jerry, anch'egli ex scientologist, lessero "Combatting Cult Mind Control" [3] di Steven Hassan. «Ci rendemmo improvvisamente conto che esisteva una cosa come il controllo mentale, che quella cosa veniva praticata dagli scientologist e che noi stessi vi eravamo stati assoggettati».

Fu solo allora che la "personalità cultistica" cominciò a frantumarsi e, racconta Hana, una volta iniziato il processo ebbe alcune intuizioni:

  • «Scientology fa diventare cloni di Hubbard. Non puoi pensare al di fuori dei parametri che lui ha pensato e stabilito».

  • «Gli auditor (assistenti di Scientology) sono praticanti non autorizzati che non sanno di mandare le persone in stato di trance; non sanno di utilizzare tecniche di desensibilizzazione che per un certo periodo sembrano funzionare, ma poi il problema si ripresenta o viene sostituito da un altro problema».

Alla fine furono malattia fisica, depressione e tendenze suicide che spinsero Hana fuori da Scientology: «Nel 1974 durante una seduta di auditing venni colta da un terribile mal di testa e da allora, per 10 anni, non passò quasi giorno senza terribili emicranie». Secondo Scientology Hana è la "Clear N. 60" - vale a dire che fu la sessantesima persona a raggiungere il nirvana ideato da Hubbard. Pertanto i suoi mal di testa lo imbarazzavano perché i "clear" non devono avere problemi fisici o emotivi. Hubbard la sorprese sottoponendola personalmente a auditing per due anni, ma i mal di testa continuarono. In realtà, racconta Hana, «ero costantemente depressa e negli ultimi cinque anni ebbi di continuo idee suicide. Le emicranie erano così violente che per due o tre giorni a settimana non riuscivo a lavorare; anche le vibrazioni prodotte da chi camminava nel corridoio su cui si affacciava la mia stanza provocavano un dolore terribile. Sono alta 1,78 ed ero arrivata a pesare soltanto 56 chili».

Guardando indietro Hana ripensa allo stato di trance dei procedimenti di auditing, pratica che intensificava i mal di testa di cui ha sofferto. Anche Hubbard era ipersensibile, in particolare agli odori. La donna racconta infatti che Hubbard «scoppiava in accessi di ira quando le sue camicie odoravano di detersivo, o se le ragazze addette alle pulizie usavano prodotti il cui odore lo irritava». Lo stato di trance rende anche più suggestionabili e più facili da controllare. Anche Hana, come altri, sperimentò la sensazione di uscire dal corpo e altri stati alterati di coscienza. «Ed era ciò che Hubbard voleva conseguissimo in modo permanente. Se ci penso adesso mi vengono i brividi».

Hana è convinta che le sue tendenze suicide fossero il risultato dell'accettazione delle dottrine di Scientology su reincarnazione e karma. «Se nel presente stavo provando tanto dolore, quali cose terribili del passato lo stavano provocando? Non riuscivo a venirne e capo, e la questione mi tormentava».

Per quasi 20 anni Scientology è stata tutta la sua vita. A un certo punto, racconta, «Ebbi la responsabilità di un intero settore degli affari internazionali». Ma nel 1981 decise di andarsene: «Mi dissi "se non me ne vado adesso che so di doverlo fare, non ce la farò mai". Sapevo che per riuscire a pensare dovevo allontanarmene». Ma le ci vollero ancora tre anni prima di rendere conclusiva quella decisione.

Nove mesi fa Hana ha iniziato una terapia con un assistente sociale della Cult Clinic alla Jewish Family Services di Los Angeles, il quale le ha raccomandato di rivolgersi a un medico per farsi prescrivere un antidepressivo. L'endocrinologo da cui era in cura per l'emicrania le prescrisse la fluoxetina. Hana dice che per la prima volta dopo anni si sente calma. «Adesso riesco a pensare più chiaramente, mi sta tornando la memoria. Riesco di nuovo a valutare le situazioni, a raggiungere conclusioni logiche, a esprimere i miei sentimenti. Mi ci sono voluti nove mesi per riuscire a comunicare agli altri quanto può aiutare il Prozac. Mi ha veramente cambiato la vita».

Prima di iniziare la terapia e la cura con fluoxetina, racconta Hana, discutere delle sue esperienze le scatenava spesso talmente tanta emotività da dover smettere. Ora invece riesce a parlare liberamente e a collaborare con il marito sul lavoro. La coppia offre i propri servizi a chi è preoccupato per un familiare seguace di Scientology. Non sono implicati coercizione o rapimento, racconta. «Parliamo semplicemente con loro. E grazie alle nostre esperienze, molti vedono più chiaramente».

Gli inizi

Nel 1965, quando fece il primo corso di Scientology su raccomandazione di un medico per cui lavorava, Hana Eltringham era infermiera a Johannesburg, Sud Africa. I suoi istruttori la incoraggiarono continuare, così si trasferì in Inghilterra per addestramento più avanzato. E nel 1966 arrivò a Los Angeles per ulteriori studi. «Amavo l'organizzazione» racconta, «Non mi piaceva invece la fretta in cui vivono gli americani».

Nel 1967 accettò l'opportunità di lasciare gli Stati Uniti e lavorare personalmente con L. Ron Hubbard su un "progetto segreto". Non le dissero dove era diretta e giunta in Europa dovette cambiare aereo un paio di volte prima di arrivare alle Isole Canarie, su un traghetto riadattato chiamato "Royal Scotsman" su cui visse per i successivi otto anni. In quel periodo fu testimone di innumerevoli «accessi imprevedibili d'ira e urla, per i motivi più futili» di Hubbard. In altri momenti «se un progetto non procedeva bene o se pensava che il meccanico non gli avesse messo a punto l'automobile nel modo giusto restava imbronciato nella sua cabina per giorni interi. Diventava petulante, depresso, urlava e si lamentava.

«Una volta l'ho visto sollevare Michael Douglas [un altro assistente] per il colletto, spingerlo contro la parete e urlargli in faccia per cinque minuti di fila» prosegue. «Era un incivile, un barbaro». Tuttavia, nonostante il timore per Hubbard, sia lei che gli altri membri dello staff razionalizzavano il suo comportamento, ritenendo che fosse dovuto alla pressione di voler salvare il mondo. «Lo riverivamo, su questo non c'è alcun dubbio. Io e quasi tutti i miei compagni lo consideravamo quasi una incarnazione di Dio».

Mentre Hubbard non ha si è mai spinto a sostenere tanto, nel suo libro The Hymn of Asia ha però detto di essere la reincarnazione di Buddha. In retrospettiva, dice Hana, «Era uno squilibrato. Non era per nulla normale».

In quegli anni la donna lo sentì anche tuonare più volte contro la psichiatria: «La sostanza era che la psichiatria voleva distruggere Dianetics e Scientology».


La guerra di Scientology contro la psichiatria

Da molto tempo la Chiesa di Scientology è in guerra con il campo della salute mentale, il suo maggior concorrente economico. Il suo Citizens Commission on Human Rights [Comitato dei Cittadini per i Diritti dell'Uomo - CCDU in Italia], che parla di se stessa come di "Acchiappa Psichiatri", ha incentrato i suoi attacchi più rumorosi contro alcuni dei trattamenti psichiatrici più efficaci.

Ritalin

Il CCHR dice che gli psichiatri «drogano di bambini» e sono una «camicia di forza chimica»; essa ha contribuito direttamente e indirettamente ad almeno 13 cause legali di genitori di bambini che assumevano Ritalin. Ha anche inondato il paese di comunicati stampa e interviste in cui il gruppo faceva affermazioni imprecise e presentava in modo erroneo e fuorviante la legittima ricerca sul farmaco.

ECT

Facendo proprio il particolare disprezzo di L. Ron Hubbard per la terapia elettroconvulsivante, il CCHR ha sostenuto che l'ECT provoca danni cerebrali permanenti e che i pazienti vi vengono costretti da psichiatri "ambiziosi". Il CCHR ha tenuto manifestazioni in occasione di convegni, ha diffuso informazioni inesatte sul suo uso e sui suoi effetti e ha chiamato a raccolta funzionari del governo per proibire il trattamento. Più di recente, il CCHR ha promosso una campagna a San Francisco per limitare severamente il suo uso e ha fatto pressioni su un legislatore dello Stato ben disposto (che qualche anno fa ha introdotto una legge sul Ritalin) per porre ulteriori limiti alla ECT.

Prozac

Il CCHR ha sostenuto che gli psichiatri e la Eli Lilly sono «complici di omicidi» e che la fluoxetina è una «droga killer»; essa ha incoraggiato a sottoporre alla FDA denuncie per reazioni avverse al farmaco e a intentare cause legali contro la Eli Lilly e gli psichiatri. Ha anche tenuto picchetti davanti alla Borsa Valori nel tentativo di danneggiare i profitti delle case farmaceutiche, ha dato avvio al "Gruppo di Sostegno dei Sopravvissuti al Prozac" nel tentativo di dimostrare l'esistenza di sostegno popolare alle sue affermazioni sulla fluoxetina, e ha fatto pressioni su funzionari governativi per far togliere dal commercio il farmaco. Quando lavorava come infermiera, Hana fece quattro settimane di tirocinio in un reparto psichiatrico, esperienza che trovò «particolarmente sgradevole». Vide somministrare la ECT a un paziente senza medicazione, il che la lasciò particolarmente scossa. «Non avevo mai visto il lato positivo della psichiatria, quindi i suoi [di Hubbard] pregiudizi sposarono i miei».

Il seguito

Anche se nella Chiesa di Scientology non si erano mai incontrati, Hana e Jerry lasciarono entrambi il culto nel 1984. Si conobbero poco dopo e si sposarono nel 1985, e insieme hanno affrontato le molestie degli scientologist. Dopo essere stato accusato di aver scritto una lettera minatoria alla Sterling Management, un gruppo di facciata di Scientology, Jerry mostrò agli investigatori la documentazione del "PC Freekout" [4], un complotto Scientology per screditare la giornalista Paulette Cooper che aveva scritto un libro sferzante sul gruppo. Gli scientologist le avevano mosso accuse simili a quelle che ora muovevano a Jerry. «Come poi risultò, l'investigatore privato che indagava sulla questione era un esperto calligrafo e sapeva già che non avevo scritto io quella lettera» racconta Jerry. Investigatori privati assunti da Scientology fanno ancora domande ai loro vicini, amici e familiari. Jerry dice che ogni volta che li vede scatta loro delle fotografie e va a parlare con loro.

«Hubbard ha insegnato a governare con la paura e l'intimidazione, usando tattiche di molestia» dice Hana parlando dell'attuale dirigenza di Scientology. «Quanto più parli chiaro e racconti la verità, meno ti molestano. Quando iniziano a importunarci contattiamo i media nazionali».

La Chiesa di Scientology, uno dei gruppi antipsichiatrici più vecchi e sicuramente il più potente, ha cominciato solo in anni recenti a dare maggior pubblicità ai suoi attacchi contro gli psicofarmaci e l'ECT, ma continua a raccogliere in modo coperto materiale da usare contro la psichiatria. Potrebbero comunque pagare questa audacia a caro prezzo, come hanno rivelato due prestigiose testate nazionali.


I media nazionali cominciano a rivelare le tattiche antipsichiatriche di Scientology

"[La salute mentale] è un campo inumano, marcio e sporco, pieno di malversazione, appropriazione indebita, autoritarismo ipocrita e tradimento. Poiché esso è in questo modo, ne ricaviamo un insegnamento. Siamo i soli nel campo ad avere mani pulite e a possedere una tecnologia efficace. Quindi non abbiamo altra scelta se non RIPULIRLO IN MODO RUMOROSO".
- L. Ron Hubbard, citato in un memo "Acchiappa Psichiatri" del 1980 pubblicato dal CCHR di Scientology
Prima il Wall Street Journal in aprile, poi la rivista Time in maggio [5] hanno interrotto un lungo silenzio dei media pubblicando articoli critici sui danni che l'organizzazione sta causando, sia con le sue campagne d'odio che a individui alla ricerca di aiuto per problemi personali.

«Scientology è la setta più pericolosa in termini di impatto sulla società americana» dice Cynthia Kisser, direttore esecutivo del Cult Awareness Network (CAN) [6]. «È una organizzazione terroristica». Il CAN riceve talmente tante lamentele su Scientology da considerarla una categoria a sé, seconda soltanto alla categoria generale del satanismo come numero di telefonate di denuncia. «Tra il febbraio e l'agosto del 1990 abbiamo ricevuto 506 telefonate di denuncia e 80 rapporti scritti che riguardavano specificamente Scientology» dice la Kisser. «Forse non sembrano tante, ma ci si sta riferendo a un solo specifico culto».

Sebbene il gruppo abbia numerose organizzazioni di "facciata" che cercano di nascondere o minimizzare i collegamenti con Scientology (si veda il box più sotto), il braccio antipsichiatrico più noto del gruppo ha cercato di presentarsi come un'organizzazione di gente comune che si schiera al fianco dei malati di mente. Sanford Block, direttore esecutivo, e Dennis Clarke, presidente del Citizens Commission on Human Rights della chiesa (CCHR), sono diventati volti familiari dei talk show televisivi e le loro dichiarazioni compaiono spesso su testate importanti. Fondato nel 1969, il gruppo ha spalleggiato alcuni degli attacchi più sensazionalistici contro la psichiatria, il più recente dei quali è stato mosso contro la fluoxetina, l'antidepressivo della Eli Lilly (Prozac).

«Il Prozac è una droga psichiatrica killer che sta distruggendo migliaia di vite», ha detto Block in uno dei 16 comunicati stampa simili emessi nel 1990, ottenuti dallo Psychiatric Times. «Gli psichiatri guadagnano un sacco di soldi facendo diventare psicotici con il Prozac, poi dicono che quelle reazioni alla droga sono causate dai loro problemi mentali».

Clarke, ex venditore di pannelli solari, ora usa il suo tono carico di emotività per vendere alla pubblica opinione fatti distorti, come la diatriba sulla fluoxetina innescata a "Donahue" di febbraio: «... la gente si sta ammazzando e li fanno passare come eventi accidentali. Sembrano accidentali perché la droga produce in loro un bisogno ossessivo e violento di uccidere e di essere uccisi».

Secondo Edward West, direttore della comunicazione aziendale della Eli Lilly, «I produttori di "Donahue" sono stati evidentemente abbindolati dagli scientologist e hanno presentato quel programma molto fazioso e oltraggioso. Quella trasmissione è solo un esempio di come in molti casi i media siano stati manipolati da una campagna di pubbliche relazioni penetrante, fortemente orchestrata e ispirata da Scientology.

«Quella campagna è disegnata per terrorizzare i pazienti, non solo per allontanarli dal Prozac ma anche dai loro psichiatri, e spingerli tra le braccia di Scientology».

Il CCHR usa diverse tattiche per portare avanti la sua guerra contro la psichiatria. Emette comunicati stampa, pubblica un notiziario, manifesta ai convegni e davanti alla Borsa Valori e incoraggia la gente a tenerlo informato, e a informare l'FDA, sugli abusi psichiatrici e sulle reazioni avverse al trattamento psichiatrico.

I comunicati stampa del CCHR possono raggiungere senza adeguato contraddittorio molti americani di provincia. Quando il Wall Street Journal ha chiesto a Linda White, editore di un piccolo giornale di provincia della Virginia, perché avesse pubblicato un comunicato stampa di Scientology senza alcuna doverosa correzione, si è sentito rispondere che i piccoli quotidiani non hanno le risorse per verificare le informazioni che pervengono con comunicati di quel tipo. Tutti i lettori dello Smyth County News di quella settimana sono stati informati che:

«È stato emesso un avvertimento a livello nazionale sull'antidepressivo psichiatrico Prozac. Si mette in guardia sul fatto che il farmaco può generare pensieri suicidi intensi e violenti, e può spingere gli ignari utilizzatori a commettere omicidio». La notizia non era stata completata da pareri di psichiatri, della Eli Lilly o della Food and Drug Administration.

«Prima di leggere l'articolo del Wall Street Journal non avevo mai sentito nominare questo gruppo, il Citizens Commission on Human Rights, e non sapevo che fosse collegato a Scientology» ha riferito la White. «Il nostro articolo non ha suscitato reazioni nei lettori, ma dopo l'articolo del Wall Street Journal mi hanno contattata (il CCHR) chiedendomi se potevano mandarmi alcune informazioni. Due giorni dopo ho ricevuto via Federal Express un plico alto dieci centimetri, deve essergli costato un sacco di soldi».

Il CCHR tiene monitorati i media per verificare che cosa dicono sulla psichiatria. Quando l'anno scorso il Newsweek salutò il Prozac come un nuovo farmaco meraviglioso, il CCHR International inviò un telex ai suoi referenti locali invitandoli a inondare la rivista di lettere che condannavano «la pubblicità a tale barbarie. È una dichiarazione di guerra!». Nel febbraio del 1990, una volta pubblicato il piccolo studio Teicher sulle intense idee suicide osservate in sei pazienti che assumevano Prozac, vennero presentate cause che utilizzavano la "difesa Prozac" e dicevano che il farmaco induceva ad uccidere se stessi o gli altri. Il CCHR intensificò il suo attacco organizzando a livello nazionale il "Gruppo di Sostegno dei Sopravvissuti del Prozac", in cui pazienti depressi che hanno assunto fluoxetina vengono incoraggiati ad incolpare il farmaco per ogni idea suicida o omicida che possano sperimentare (si veda il numero di maggio di TPT). Nella campagna postale inclusero il formulario delle reazioni avverse della FDA, incoraggiando a riportare all'Ente i loro sintomi.

Il marzo scorso una stazione televisiva locale di Chicago ha messo in allerta i telespettatori informandoli che i manifestanti davanti il trade center che invitavano a non acquistare azioni di aziende farmaceutiche erano in realtà scientologist del CCHR. E in aprile il Wall Street Journal ha riferito che sul mercato degli antidepressivi la Lilly era passate dal 25% al 21.

ECT

La terapia elettroconvulsivante, un altro degli obiettivi del Comitato che fa capo a Scientology, è sulle pagine dei giornali di San Francisco dove il CCHR e altre fazioni antipsichiatriche hanno chiesto udienze per aumentare le restrizioni sul suo uso. Il 30 aprile scorso l'Assemblea del Comitato per la Sicurezza Pubblica della California ha approvato la AB 1817 senza la clausola (a favore della quale il CCHR aveva fatto pressioni) secondo cui ogni paziente volontario o involontario poteva rifiutare un trattamento ECT, anche quando ordinato dal tribunale.

In una precedente dichiarazione, Clarke aveva testimoniato in tribunale la posizione del CCHR: «L'ETC "funziona" provocando danni cerebrali. E la conseguente perdita di memoria, così come la perdita di capacità cognitiva, avviene sia a caso che in modo permanente».


La campagna di odio di Hubbard

L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology, iniziò a esporre le sue teorie sulla fonte e la cura di tutte le malattie mentali nei suoi primissimi articoli di fantascienza, poi nel suo primo libro - Dianetics: The Modern Science of Mental Health - ancora considerato la "bibbia" di Scientology. Louis Jolyon (Jolly) West, medico, professore e ex presidente del dipartimento di psichiatria e biocomportamento della UCLA, dice: «Credo si tratti di un collegamento con la sua ricorrente malattia psichiatrica, di cui pare soffrì per la prima volta durante la Seconda Guerra Mondiale, quando servì in Marina. Sebbene in modo molto corretto la Marina non abbia mai rivelato informazioni sulla sua cartella clinica».

Esistono tuttavia dossier pubblici a sostegno di questa ipotesi - lettere che Hubbard scrisse nel 1947 all'Amministrazione dei Veterani per chiedere trattamenti psichiatrici.

«Verso la fine del mio servizio [militare]» scriveva Hubbard, «ho evitato per orgoglio qualsiasi visita medica, sperando che il tempo avrebbe riequilibrato una mente che avevo ogni motivo di credere fosse stata seriamente danneggiata. Potrei raccontare i lunghi periodi di depressione e inclinazioni suicide, ma di recente sono giunto alla conclusione che devo trionfare su tutto questo prima di poter sperare di riabilitarmi del tutto».

Stando a un articolo del 24 giugno 1990 del Los Angeles Times [7], quanto sopra, e le bizzarre annotazioni rinvenute tra i suoi scritti, come ad esempio «Tutti gli uomini sono tuoi schiavi» e «puoi essere spietato ogni volta che la tua volontà viene ostacolata, e hai il diritto di essere spietato», è emerso a distanza di 40 anni alla Corte Superiore di Los Angeles.

Poi però Hubbard cambiò idea sulla psichiatria. In una direttiva esecutiva del 1968 ottenuta dallo Psychiatric Times Hubbard scriveva: «Forse come membro dello staff non te ne rendi conto, ma c'è un solo piccolo gruppo che da 18 anni sta martellando Dianetics e Scientology. Gli attacchi della stampa, i turbamenti del pubblico che ricevete e tutti quelli che avete ricevuto da quando siete in Scientology sono stati ideati da questo gruppo soltanto.

«Per 18 anni esso ha diffuso alla stampa e alle agenzie del governo menzogne e diffamazione. L'anno scorso abbiamo isolato una dozzina di uomini al vertice. Quest'anno abbiamo scoperto l'organizzazione che essi usavano e tutte le sue connessioni nel mondo. Sono rossi come il sangue. Il loro ex presidente aveva la tessera comunista e quattro di essi siedono nel Consiglio Direttivo. E arrivano alla Finanza Internazionale, ai Ministeri della Salute, nelle scuole, alla stampa, in molti paesi controllano addirittura l'immigrazione.

«La psichiatria e la "Salute Mentale" sono stati scelti come veicolo per minare e distruggere l'Occidente!».

Hubbard continua paragonando la psichiatria agli infiltrati russi che «selezionano chi vogliono uccidere, lo scaraventano dietro una porta chiusa e lo spersonalizzano, o lo ammazzano».

I "russi" compaiono in altri scritti di Hubbard che dipingono il "nemico". West riferisce che negli anni '50 Hubbard scrisse al FBI per chiedere protezione, sostenendo che i russi erano entrati nel suo appartamento per rubare informazioni dal suo cervello addormentato, e usarle nella guerra fredda.

Hubbard è morto nel 1986, ma questo recente comunicato stampa del CCHR mostra come i suoi scritti e le sue convinzioni siano state fatte proprie dalla nuova dirigenza: «Gli psichiatri sono incapaci di curare e fanno danni incalcolabili alle persone che trattano. Spesso chi è stato danneggiato da droghe e trattamenti psichiatrici esce e uccide o ferisce altre persone. Si tratta di una minaccia molto reale ed è un pericolo per la sicurezza e la vita dei bambini e delle famiglie della nostra comunità». E un altro "studio" del CCHR, inviato a chi chiede informazioni sul gruppo, elenca noti criminali, tra cui Charles Manson e John Hinckley Jr., che sparò al presidente Reagan, tra chi ha avuto problemi unicamente perché è stato in trattamento psichiatrico. «Tutti quegli uomini in un qualche momento precedente la commissione dei crimini per cui sono noti sono stati rinchiusi e trattati dagli psichiatri [8]. Manson prendeva molte droghe psichiatriche, tra cui l'LSD, così come facevano Hinckley e Chapman (l'assassino di John Lennon)».

Se può sembrare difficile accettare che la gente creda ad accuse così strampalate, la Kisser dice che per il carismatico Hubbard non era difficile persuadere le migliaia di seguaci di Scientology a credere che la psichiatria fosse l'incarnazione del male. «Per Hubbard era importante insegnare a temere la psichiatria» continua, «perché con il tipo di abusi commessi in quel gruppo, se istillavi loro il terrore della psichiatria una volta sfuggiti a chi li maltrattava non sarebbero corsi a cercare l'aiuto di uno psichiatra, che ritenevano il male in persona. Credo sia un fattore molto importante quando si parla di scientologist - chi lascia il gruppo non cerca aiuto, e continua a stare male».

West ha seguito le attività del gruppo fin dagli anni '50 e ha parlato e scritto apertamente sulla sua pericolosità. Ha detto dell'attuale dirigenza di Scientology: «Credo siano diventati più pericolosi da quando Hubbard è morto. Hubbard era un eccentrico, anche se alcune delle sue idee furono davvero brillanti. Ora il gruppo ascolta più i suoi molti avvocati e le sue agenzie pubblicitarie. Cercano di assumere i migliori studi legali in modo che non siano a disposizione dell'opposizione. Hanno molte organizzazioni di facciata... Clarke parla in modo convincente di Ritalin o di Prozac. Ma sono fesserie».

Si ritiene che il nuovo potere dietro Scientology sia un trentunenne - scientologist di seconda generazione - di nome David Miscavige. Descritto come "astuto e spietato" da chi ha lavorato con lui prima di lasciare l'organizzazione, si dice che si sarebbe pagato la strada per diventare auditor incassando provvigioni con il reclutamento di "carne cruda" (nuovi membri). Secondo la rivista Time è in Scientology da quando aveva 12 anni. Secondo la Kisser probabilmente non conosce altra "filosofia" quindi, in un certo senso, è sia una vittima che un carnefice.

In Scientology ci sono infatti molte vittime. L'articolo del 6 maggio di Time inizia raccontando il suicidio di uno studente ventiquattrenne che si è gettato dal decimo piano stringendo nella mano 171 dollari, «in pratica il solo denaro che non aveva ancora devoluto alla Chiesa di Scientology ...». Nell'articolo i suoi genitori incolpano la chiesa e dicono che Noah Lottick era diventato paranoico dopo sette mesi di auditing (la parola Scientology che indica l'assistenza). Cinque giorni prima di morire aveva accusato i genitori di diffondere pettegolezzi falsi sul suo conto. Il padre si era rivolto a uno psichiatra, ma per Noah era troppo tardi.

Gli scientologist hanno rifiutato di parlare con il giornalista del Time Richard Behar, ma Earl Cooley, avvocato del gruppo intervistato da una TV locale di Los Angeles il 29 aprile, ha detto: «Mr. Behar è un bugiardo». Ha anche suggerito che Behar rappresentasse l'IRS e stesse praticando "giornalismo giallo". Cooley ha liquidato le situazioni riferite nelle interviste di Behar come mai avvenute; per esempio quella di una donna anziana a cui era stata promessa una cura per alleviare la sofferenza per la morte del marito, o la coppia a cui era stato detto che i loro problemi personali potevano essere curati con l'auditing; avevano pagato migliaia di dollari a Scientology solo per poi essere importunati da seguaci che ne volevano ancora di più. Durante la trasmissione Cooley ha annunciato che gli scientologist avrebbero fatto causa al giornalista e al Time.

Quando gli è stato chiesto se è vero che fanno pagare 1000 dollari l'ora per l'assistenza, il presidente della Church of Scientology, Rev. Heber Jentzsch, anch'egli presente alla trasmissione, ha detto: «...le persone danno il loro contributo alla chiesa. È in questo modo che sopravviviamo, capisce?» I "contributi" sono comunque richiesti, anche se il linguaggio è vago. Per esempio un listino prezzi per i servizi del Celebrity Center descrive i costi come "donazioni dei parrocchiani" ed elenca le "donazioni minime richieste" insieme agli sconti per i membri e per i pagamenti anticipati.


"Fair Game"

Nel suo articolo Behar cita una direttiva di Hubbard del 1967 in cui tutti i presunti nemici della chiesa sono "bersaglio libero" e dovrebbero essere «imbrogliati, querelati, gli si deve mentire o distruggere». Descrive le molestie a cui sono stati sottoposti gli oppositori, compreso essere «pedinati da investigatori privati, incastrati per crimini inesistenti, picchiati o minacciati di morte».

Questa dottrina si è tradotta in un uso calcolato, e spesso astuto, di pubbliche relazioni e tecniche di raccolta informazioni. Behar, il giornalista del Time, nell'articolo descrive le molestie di cui gli scientologist lo hanno fatto oggetto, e racconta che avevano assunto un investigatore privato per fare un controllo illegale dei suoi estratti conto bancari; per cinque mesi investigatori privati hanno contattato i suoi parenti, gli amici e i vicini. Behar chiamò Cooley chiedendogli di fare cessare le molestie. Cooley gli rispose che «si sarebbe informato».

Gli scientologist utilizzano le pubbliche relazioni e il sistema legale sia per cercare di ripulire la loro immagine che per danneggiare i nemici. Poco dopo la morte di Hubbard Scientology assunse Hill and Knowlton, una grande agenzia pubblicitaria, per promuovere la sua immagine di organizzazione sana, votata alla famiglia. Dopo la pubblicazione nel 1990 dell'inchiesta in 6 puntate del Los Angeles Times [7], gli scientologist acquistarono spazi pubblicitari sulle più importanti autostrade di Los Angeles e vi riportarono frasi, estrapolate dal loro contesto, per far sembrare che l'articolo lodasse il culto. Secondo l'articolo del Time quell'operazione costò un milione di dollari.

Anche il Cult Awareness Network è stato fatto oggetto di campagne di odio, informa la Kisser. Di recente il CCHR ha inviato una lettera a tutti i lettori della sua rivista Freedom [9] in cui li esortava ad acquistare un opuscolo che accusava il CAN di essere un'organizzazione antireligiosa. Secondo la Kisser si tratta soltanto del tentativo più recente di una campagna diffamatoria in cui la CCHR ha accusato il CAN di essere contro le minoranze, ateo, fondamentalista e "gestito da Ebrei".


Le "radici" di Scientology

Le radici di ciò che sarebbe diventata Scientology affondano in alcuni articoli pubblicati alla fine degli anni '40 su Astounding Science Fiction, rivista pulp che pagava lo scrittore L. Ron Hubbard un centesimo a parola. Da esso ebbe inizialmente origine Dianetics, un articolo di fantascienza apparentemente innocuo. Quando Joylon West lo lesse la prima volta si stava interessando all'ipnosi. Incontrò un medico di nome J.A. Winter a una conferenza sull'argomento. Discutendo il loro interesse comune, Winter gli disse di avere scritto l'introduzione a Dianetics e che Hubbard era un esperto di ipnosi. Per West era chiaro che l'assistenza, o "auditing" descritta nel libro di Hubbard, utilizzava l'ipnosi. In seguito Winter scrisse un articolo in cui sottolineava i principi di Dianetics, ma venne rifiutato sia da JAMA che dall'American Journal of Psychiatry.

Winter presentò poi Hubbard a West, il quale commenta: «non lo trovai un uomo memorabile. Ero più interessato al libro che descriveva la tecnica di auditing in cui al preclear - o pre-liberato se era un principiante - veniva fatto un conto alla rovescia ripetuto da sette a zero fino a quando non entravano in trance, anche se Hubbard negava si trattasse di ipnosi. Gli auditor guidava il soggetto nella regressione, e il soggetto lo seguiva con l'idea che nella sua mente ci fosse un archivista che estraeva gli engram [ricordi] che dovevano essere chiariti».

Nel 1952 West completò gli studi e andò a lavorare alla Lackland Air Force Base di San Antonio, Texas. Successivamente visitò piloti e altro personale dell'Aeronautica di ritorno dalla Corea che erano stati sottoposti a "lavaggio del cervello" e costretti a dare confessioni false. Continuò a condurre studi per l'Aeronautica anche dopo il congedo, nel 1956, e non perse mai interesse nel processo di plagio. In seguito West iniziò a scrivere e a tenere conferenze sui culti, ma gli scientologist cominciarono a considerarlo un nemico solo dopo aver essere diventato presidente di un dipartimento di psichiatria in Oklahoma - incarico che mantenne per 15 anni - poi alla UCLA, ed essere diventato attivo nella American Psychiatric Association. Durante un convegno dell'APA West fece parte di un panel i cui oratori avevano ricevuto una lettera di tre pagine con minacce di causa legale se fosse stata nominata Scientology. West fu l'ultimo a parlare, nessuno aveva ancora nominato il gruppo: «Lessi parte della lettera a oltre 1000 psichiatri e poi dissi che se tra il pubblico c'era qualche scientologist doveva drizzare le orecchie. Comunicai ai miei colleghi che consideravo Scientology una setta, che pensavo che L. Ron Hubbard fosse un ciarlatano e un truffatore. E che non intendevo farmi intimidire».

Da allora ha subito diversi attacchi, sgambetti e numerose campagne d'odio, tra cui una in cui una sua visita anti-apartheid in Sud Africa veniva presentata come pro apartheid. Si guadagnò addirittura una copertina della rivista Freedom come personaggio di un fumetto non molto lusinghiero. «Sono stato fortunato perché ero professore a tempo pieno in una grande università come la UCLA» riflette, «altri, come Jack Clark di Harvard, che si dedicava primariamente alla pratica privata, hanno avuto la vita quasi rovinata dagli scientologist».

Scientology querelò John G. Clark, medico e professore clinico assistente alla Harvard Medical School, dopo la sua testimonianza alla legislatura del Vermont; disse che il gruppo era un culto pericoloso e dannoso. Secondo Clark le accuse degli scientologist erano infondate e presentò una controquerela. Nel 1988 gli scientologist pagarono a Clark una somma non rivelata affinché ritirasse la sua querela. Clark ha accettato di non criticare più il gruppo.


Porre un freno alla campagna di odio

«Non esiste un'organizzazione o un singolo individuo che possa fermare gli scientologist» dice la Kisser, aggiungendo però che la recente copertura mediatica potrebbe avere fornito alcuni indizi su come procedere in futuro. «L'utilizzo dei media nazionali per educare e creare un network tra i gruppi professionali a cui si rivolgono - salute mentale, servizi sociali, informazione delle autorità - se questi gruppi mettessero in comune le loro informazioni, i testimoni qualificati, le testimonianze degli ex membri sulle attività criminali, credo che il gruppo non potrebbe reggere a una organizzazione di sostegno unita, legale, etica».

Anche West enfatizza quanto sia importante educare e informare la pubblica opinione, i professionisti del campo legale e della salute mentale. Auspica più giudici che, una volta compreso come il giudizio personale venga influenzato dall'auditing, siano disposti a concedere tutela a breve termine ai familiari preoccupati. Aggiunge che chi ha investito e perso denaro con scientologist che affermavano di poter curare i loro problemi mentali dovrebbero presentare denuncia e dare avvio a cause legali. Secondo West, se Scientology cominciasse a perdere cause di questo tipo cambierebbe rotta.


Box

Le organizzazioni di "facciata" di Scientology

Si è scoperto che numerose organizzazioni che tengono conferenze sulla salute, che gestiscono programmi disintossicanti da alcol e droga, che offrono doposcuola o concorsi letterari, che organizzano la coalizione di gruppi religiosi per difendere la libertà di religione in tribunale sono affiliate alla Chiesa di Scientology.

Mentre l'affiliazione di alcuni gruppi come il Citizens Commission on Human Rights (CCHR), - il cui logo afferma di «indagare e denunciare gli abusi psichiatrici dei diritti umani dal 1969» è stata resa pubblica, per altri non è così. Quando in futuro vedrete i nomi delle seguenti organizzazioni, leggeteci "Scientology":

Sia il Religious Technology Center (RTC), gruppo no profit, che la Author Services, Inc. (ASI), azienda a fini di lucro, controllano ogni organizzazione che gravita nel network di Scientology. Gli amministratori di quei gruppi sono membri della Sea Org, i quali indossano divise paramilitari e fanno voto di lealtà a Scientology per un miliardo di anni.

Il Celebrity Centre è un'organizzazione il cui scopo è attirare in Scientology personaggi influenti. Diversi attori di successo, tra cui Tom Cruise, John Travolta e Kirstie Alley, prestano il loro volto a sostegno dei programmi di Scientology.

La Foundation for the Advancement of Science and Education di Los Angeles è una fondazione no profit che cerca di avvicinare gli scienziati del paese nel tentativo di legittimare il programma disintossicante di Hubbard e di attrarre in Scientology leader influenti nel campo scientifico e educativo. La fondazione detiene azioni della Health Med, una catena di cliniche gestite da scientologist con uffici a Los Angeles e Sacramento, le quali amministrano un programma disintossicante o di purificazione che, secondo un articolo del Los Angeles Times, utilizza un regime a base di esercizio fisico, sudore e vitamine.

La National Toxics Campaign attira l'attenzione pubblica sui problemi relativi all'inquinamento nel tentativo di conquistare clienti per il programma disintossicante. Lo stesso programma viene anche utilizzato nei 33 centri Narconon di Scientology, sparsi in 11 paesi, per la disintossicazione da droga e alcol. Esiste anche una versione carceraria del programma chiamata Criminon. Un volantino del Narconon afferma che: «nell'affrontare malamente la dipendenza dalla droga... gli psichiatri guadagnano miliardi, distruggendo milioni di vite... [milioni di persone] hanno urgente bisogno di un luogo "upstat", libero dai trattamenti distruttivi della psichiatria, dove possano essere riabilitate con una Tecnologia standard al 100%, e poi proseguire.» (il termine "upstat", uno dei molti coniati da Hubbard, si riferisce all'essere etici e produttivi: downstat significa non produrre in modo adeguato per il gruppo. La frase "Tecnologia standard al 100%" si riferisce alla ripetuta insistenza di Hubbard che in Scientology ogni cosa deve essere fatta secondo la "tecnologia" da lui inventata, altrimenti si è "out tech". "Proseguire" si riferisce probabilmente al proseguire sul "Ponte", cioè una serie di sedute di auditing, al fine di "liberarsi dagli engram"). Kirstie Alley è una dei portavoce di questa organizzazione.

La Concerned Businessmen's Association of America è diretta da scientologist, anche se non è collegata in altro modo alla Chiesa di Scientology. Questo gruppo e la Way to Happiness Foundation distribuiscono nelle scuole un opuscolo moralistico scritto da Hubbard [La Via della Felicità in italiano]. Il gruppo organizza un concorso letterario annuale chiamato "Set a Good Example" [dai il buon esempio] e offre premi di 5000 dollari ai vincitori delle scuole elementari, medie e superiori. I funzionari scolastici contattati hanno detto di non essere a conoscenza dei suoi collegamenti a Scientology.

Stando a un articolo del 27 giugno 1990 del Los Angeles Times, i critici del programma sostengono che esso miri a iniziare i bambini a Scientology.

Applied Scholastics ha annunciato il progetto di costruire un campus di 1000 acri per formare educatori che insegnino un programma di doposcuola studiato da Hubbard e indirizzato primariamente alle scuole pubbliche con forti iscrizioni di minoranze e bassi punteggi scolastici. Il programma, secondo il Los Angeles Times, è costoso «27.000 dollari per formare 125 scolari, stando a un'offerta del 1990» e semplicistico [10]. Il corso offre una soluzione fondamentale per ovviare ai voti bassi: ricorrere all'uso di un dizionario. Narconon e Criminon, così come Applied Scholastics e la Way to Happiness Foundation, sono dirette dalla ABLE (The Association for Better Living and Education).

La WISE (World Institute of Scientology Enterprises) concede licenza d'uso ad aziende di consulenza manageriale che insegnano le tecniche gestionali di Hubbard.

Tra di esse troviamo:

Sterling Management Systems di Glendale, Calif.. che si rivolge principalmente ai dentisti e per diversi anni è stata elencata dalla rivista Inc. come una delle aziende private a crescita più rapida degli Stati Uniti.

Singer Consulting di Clearwater. Fla., fondata dallo scientologist David Singer. In seguito la compagnia si è divisa e Singer sostiene che l'attuale David Singer Enterprises non utilizza la filosofia di Hubbard, almeno stando a un articolo del marzo 1990 di Podiatry. Chi ha partecipato ai vecchi corsi dice di aver firmato il contratto alla Flag Service Organization, il centro spirituale di Scientology a Clearwater. Singer ha venduto parte dell'azienda originale a tre altri scientologist, che hanno battezzato la nuova ditta di consulenza con i loro nomi - Irons, Marcus e Valko (IMV), e basano i seminari sugli insegnamenti di Hubbard.

La Hollander Consultants in Oregon ha allargato il suo mercato fino in Canada, e in tutti gli Stati Uniti.

La Uptrends, con sede a Concord. N.H., si rivolge a professionisti informatici.

Altri gruppi che si pensa siano collegati a Scientology attraverso la WISE comprendono i broker finanziari Southgate Partners, Stockbridqe Partners e Junkyard Partners, e anche Executive Software, Stryker Systems e diverse aziende di proprietà dei fratelli Feshbach.

La Religions Freedom Crusade ha cercato di attirare rappresentanti di diverse religioni maggioritarie convincendoli che le cause intentate contro la Chiesa di Scientology costituiscono una minaccia a tutte le chiese. Essa consiglia agli scientologist di frequentare le chiese e, dopo la messa, complimentarsi con i ministri per i loro sermoni e invitarli a parlare nella loro chiesa.

Tale strategia comprende anche diventare amici della moglie del ministro e di altri membri della congregazione e, una volta riusciti nell'intento, «fare in modo che i ministri scrivano una dichiarazione giurata o una lettera in cui affermano che "Scientology è una religione bona fide"». Per promuovere la sua causa utilizza le pubblicazioni Scientology Freedom e Crusader.

La NCLE (National Commission on Law Enforcement) organizza l'opposizione all'Interpol, la quale ha condotto indagini su Scientology.

La National Coalition of IRS Whistle-Blowers mira a scoprire gli abusi dell'IRS, che ha a sua volta indagato Scientology e l'ha condannata a pagare tasse arretrate [11]. La Citizens for an Alternative Tax System (CATS) porta avanti campagne per l'abolizione delle tasse e dell'IRS.

La Bridge Publications Inc. di Los Angeles non pubblicizza il fatto di essere stata fondata e di essere controllata dagli scientologist. Secondo un articolo del 28 giugno 1990 del Los Angeles Times, l'azienda ha offerto "doni" ai distributori di libri; un suo ex venditore ha riferito di aver ricevuto un elenco di librerie che si riteneva fossero tra quelle le cui vendite vengono usate per stilare le classifiche dei best-seller del New York Times, e di essere stato istruito a promettere che se tali negozi avessero fatto magazzino dei libri di Hubbard avrebbero "venduto bene". Una importante catena di librerie ha riferito di aver ricevuto libri su cui era già stata applicata l'etichetta di altri negozi. Sembra che i libri di Hubbard venissero acquistati dai suoi stessi seguaci per mantenere alto il numero di copie vendute, poi consegnati ai distributori che li vendevano di nuovo.

Quando nel 1988 la New Era Publications di Ann Arbor, Mich. presentò la prima di due cause che accusavano due autori di aver violato i copyright di L. Ron Hubbard, Publishers Weekly scrisse che non aveva legami con la Chiesa di Scientology. Ma in un articolo del febbraio 1990 l'azienda viene elencata come affiliata a Scientology.

L'Office of Special Affairs di Los Angeles ha preso il posto del Guardian's Office, il centro investigativo e delle molestie di Scientology. Diversi membri di tale gruppo, compresa la terza moglie di Hubbard, Mary Sue, progettarono azioni vendicative tra cui campagne diffamatorie e trucchi sporchi contro singoli individui e gruppi, all'interno o all'esterno di Scientology, che venivano considerati "nemici". Essi alla fine furono condannati per effrazioni in uffici dell'IRS e del Dipartimento di Giustizia e 11 scientologist, compresa Mary Sue Hubbard, furono condannati a 5 anni di carcere. Secondo un articolo del 24 giugno 1990 del Los Angeles Times, 134 agenti dell'FBI fecero irruzione negli uffici di Los Angeles del Guardian, sequestrando 48.000 documenti che dettagliavano operazioni ai danni di "nemici" pubblici e privati, oltre microspie e attrezzatura da scasso. Poi l'ufficio cambiò nome, e il gruppo iniziò ad avvalersi di investigatori privati esterni.

Secondo l'articolo del 6 maggio della rivista Time, la Educational Funding Services, una azienda fasulla di Los Angeles, ha acquisito illegalmente gli estratti conto bancari di un suo giornalista che stava indagando per un'inchiesta su Scientology. Il titolare della casella postale che ricevette i documenti era un detective privato assunto da un ex poliziotto che ora lavora per Scientology.


Note del traduttore:

1. Alcuni link di interesse:

CCDU, http://www.molinette.piemonte.it/index_volontariato?rep=entry37;
Narconon, http://www.narconontop.org/;
Applied Scholastics, http://www.appliedscholastics.org/global_locator/europe/italy.php;
Via della Felicità, http://www.valori-morali.it/pg002.html;
New Era, http://www.newera.it/chisiamo.htm;
Bridge Pubs, http://www.bridgepub.com/;
WISE, http://charter-committee.org/aboutus/page10.htm.

2. Arnaldo Lerma ha trascorso parecchi anni in Scientology, arrivando a ricoprire l'incarico di "Financial Manager" di quella che è ora la Scientology Bridge Publications. È stato fidanzato con Suzette, una delle figlie di L. Ron Hubbard. Ecco come Lerma ricorda Hana Eltringham: «Quando nel 1971 facevo parte della "Sea Organization" Hana Eltringham era conosciuta come "Deputy Commodore" (vice commodoro) e su molti "Flag Order" (Direttive ufficiali della Sea Organization) compariva come D/Commodore Hana Eltringham. Hubbard era il Commodoro, e Hana la sua vice. Ha ricoperto l'incarico più alto della storia di Scientology. Sarebbe un insulto dire che era il David Miscavige dell'epoca, visto che a mio avviso Miscavige ha rubato l'impero. Hana era stata invece designata direttamente da L. Ron Hubbard».

3. Pubblicato in Italia con il titolo "Mentalmente Liberi: come uscire da una setta", 1999, Ed. Avverbi.

4. Per approfondimenti si veda Operazione Freakout.

5. Si veda La florida setta dell'avidità e del potere.

6. Alla fine degli anni '90, a seguito di numerose cause legali intentate per lo più da scientologist, il CAN dovette dichiarare fallimento. In seguito il suo patrimonio e logo furono acquistati da seguaci di Scientology, che ora forniscono informazioni a chi cerca aiuto contro le sette. Per approfondimenti si veda Scientology colpisce ancora? e i diversi articoli presenti alla sezione "gruppi di facciata" alla voce CAN.

7. Si veda La storia di Scientology.

8. In realtà Charles Manson, prima del massacro di Bel Air in cui fu trucidata tra gli altri Sharon Tate, moglie del regista Roman Polansky e incinta all'ottavo mese, fu un seguace di Dianetics e si sottopose a centinaia di ore di auditing.

9. Si veda http://www.freedommag.org .

10. Il programma Applied Scholastics è già attivo nelle scuole italiane, con regolare autorizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione. Si veda http://www.dimarzio.it/srs/article.php?sid=199. Per approfondimenti si veda anche: Applied Scholastics e la Chiesa di Scientology e Il messaggio nascosto nella 'Tecnologia di Studio' di L. Ron Hubbard.

11. Nel 1993 la Church of Scientology International ha ottenuto un accordo con l'IRS, l'ufficio fiscale americano, ponendo termine a una guerra durata decenni. L'IRS ha concesso l'esenzione fiscale alla Chiesa di Scientology e a tutte le sue affiliate, licenziatarie e sublicenziatarie, sebbene l'accordo sia stato, e sia tuttora, al centro di numerose controversie. Per approfondimenti si veda La guerra di Scientology con il Fisco Americano.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it