In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Il Caso Lisa Mc. Pherson 

Un declino "psicotico", di Thomas C. Tobin.

Articolo del St. Petersburg Times, Luglio 1997.

Traduzione a cura di Martini.

 
Clearwater - Durante il suo soggiorno di 17 giorni nel ritiro della Chiesa di Scientology, Lisa Mc Pherson diventò "psicotica" ed "estremamente disturbata" e spesso aveva bisogno di aiuto per camminare, lavarsi, vestirsi, riordinare e mangiare. 

Mc Pherson, 36 anni, si sporcava anche, e in "qualche occasione" era stata trattenuta dagli staff della chiesa per piegare il suo comportamento violento. 

Questi ed altri dettagli sono emersi da un gran numero di verbali resi recentemente pubblici in una causa legale iniziata dalla famiglia della Mc Pherson, che accusa la chiesa di responsabilità per la sua morte. 

Nell'insieme forniscono il più vivido ritratto, a tutt'oggi, del periodo in cui la Mc Pherson ha soggiornato al Fort Harrison Hotel, dove era stata portata per riprendersi da uno shock emotivo. 

Nei racconti iniziali i rappresentanti della chiesa avevano descritto la sua permanenza nell'alloggio a quattro stelle del Fort Harrison come un periodo di "riposo e relax". 

Martedì Laura Vaughan, uno degli avvocati della chiesa, ha detto che i problemi che la Mc Pherson stava passando derivavano dal suo stato mentale. Ha riferito che siccome gli Scientologist si oppongono alla psichiatria avevano deciso di occuparsi personalmente di Lisa. 

"Non riuscirete a fare in modo che questa gente porti qualcuno da uno psichiatra" ha detto la Vaughan "Penso che farlo violerebbe il Primo Emendamento." 

Prima di andare al Fort Harrison, i paramedici avevano portato Lisa Mc Pherson al Morton Place Hospital dopo un piccolo incidente automobilistico. Ma erano intervenuti i suoi compagni Scientologist che avevano detto allo staff dell'ospedale che i trattamenti psichiatrici erano contrari alla sua religione, e se ne sarebbero occupati loro. 

Sebbene all'arrivo al Fort Harrison le sue condizioni fisiche fossero buone, morì dopo 17 giorni per un coagulo di sangue. Secondo il medico legale il suo corpo di circa 52 kg. appariva scarno e aveva lividi e abrasioni. 

Tra i documenti rilasciati martedì c'è un elenco di nomi di personale dello staff di Scientology che, secondo la chiesa, era stato reclutato volontario per stare in vari tempi con Lisa Mc Pherson, nella stanza No. 174 del Fort Harrison. 

L'elenco comprende due staff della biblioteca, un'impiegata dell'ufficio paghe, quanttro dell'ufficio di collegamento medico della chiesa, un'archivista, una cappellana dello staff, un direttore del personale e vari altri rappresentanti della chiesa. 

Uno dei membri dello staff di Scientology fungeva da ragioniere, dicono i documenti. Come molti parrocchiani, Mc Pherson aveva un conto aperto con la chiesa. Pagava decine di migliaia di dollari l'anno per servizi, come indicano le sue carte personali. 

I documenti dicono anche che durante il soggiorno della Mc Pherson venne consultato il medico di Clearwater David Minkoff che le prescrisse "alcuni leggeri sedativi" per dormire. Minkoff, Scientologist, ha pronunciato la morte della Mc Pherson il 5 Dicembre 1995 all'ospedale di New Port Richey dove lavora. La Mc Pherson fu portata là (43 km.) a bordo di un furgone della chiesa. 

Inoltre i documenti fanno riferimento al dentista del personale della chiesa, che ha visitato due volte Lisa e le ha somministrato farmaci. 

Contengono anche la contestazione della chiesa che la Mc Pherson non fosse tenuta rinchiusa nella sua stanza o forzata a rimanerci, e che era tenuta in isolamento ma non "nei termini che vengono correntemente usati o interpretati". 

Ancora, i documenti dicono che a Mc Pherson vennero date una gran varietà di vitamine, minerali e rimedi erboristici. 

Il personale della chiesa che stava con la Mc Pherson era stato istruito per prendersi cura di lei in un modo confacente agli scritti della chiesa, compreso il bollettino 'Maneggiamento dello Psicotico' scritto nel 1950 da L. Ron Hubbard. All'epoca Hubbard aveva appena pubblicato 'Dianetics: La Scienza Moderna della Salute Mentale', che gettava le basi agli insegnamenti di Scientology. Avrebbe lanciato la Chiesa di Scientology quattro anni più tardi. 

In 'Maneggiamento dello Psicotico' Hubbard dice che le psicosi non dovrebbero essere temute e possono essere curate con successo. Invita coloro che si occupano di gente psicotica a "non assalire" e "mai punire". 

È meglio usare una "gentile persuasione" scriveva Hubbard. 

Anche la persistenza è una chiave. "Mantenete il vostro coraggio, non importa quanto violenta" sia la persona, scriveva. E "non abbandonate. Si può fare qualcosa". 

Nel dare a Lisa Mc Pherson dei sedativi, coloro che se ne prendevano cura possono non aver seguito le istruzioni di Hubbard contro l'uso dei depressivi. "Dianetics sveglia la gente" scrisse "non la fa addormentare". 

In aggiunta ai documenti resi pubblici martedì, recenti dichiarazioni giurate presentate nella causa di morte ingiustificata aiutano a fare un quadro più completo del soggiorno di Lisa al Fort Harrison. 

Per esempio, il dottore che eseguì l'autopsia su Lisa Mc Pherson in Maggio ha testimoniato che il volto della donna mostrava segni di significativa disidratazione. 

Il dott. Robert D. Davis ha riconosciuto che le orbite erano "sporgenti", così come lo erano gli zigomi e le mascelle. Ha anche testimoniato che guance ed occhi erano infossati, e la pelle era tirata. 

In un altro punto della testimonianza, l'avvocato della chiesa Sandy Weinberg ha detto che aspettava prove per dimostrare che la Mc Pherson era "disturbata mentalmente in modo grave, e che si graffiava, mordeva, si picchiava con oggetti, colpiva le pareti e in generale si flagellava." 

Soprattutto l'ha descritta come "psicotica". 

Nel corso delle domande poste a Davis, Weinberg ha anche suggerito che la Mc Pherson fosse su una dieta di "frullati di proteine e acqua e roba del genere." In un'intervista successiva Weinberg ha rifiutato di spiegarsi. 

Mentre gli investigatori sanno che al momento dell'autopsia la Mc Pherson pesava circa 52 kg., non è stato rivelato quale fosse il suo peso quando entrò al Fort Harrison. 

Un indizio viene da Bonita Portolano, il paramedico che accompagnò Lisa al Morton Plant Hospital dopo che si era completamente spogliata sul luogo dell'incidente automobilistico. 

Portolano, adesso infermiera al Bayfront Medical Center, in una recente testimonianza giurata ha detto che la Mc Pherson sembrava pesare sui 75-76 kg. 

Quando messa sotto pressione dagli avvocati della chiesa, ha detto che 75 kg. erano una supposizione, ma ha anche aggiunto di aver passato con lei, completamente nuda, circa 30 minuti e l'ha descritta come una donna alta, "voluttuosa" e "ben formata" che "era un po' sovrappeso". 

Una zia che ha raccolto i suoi effetti personali ha detto di aver trovato un guardaroba con vestiti di taglia 11 e 12, con l'eccezione di qualche abito taglia 10. La zia ha aggiunto che le scarpe di Lisa erano del numero 10, e la biancheria intima di taglia 7. 

Lisa Mc Pherson era alta circa 1,75 mt. 

I legali della Chiesa di Scientology contestano che nel rapporto d'autopsia per descrivere il corpo di Lisa è stato usato il termine "status nutrizionale medio". Aggiungono che foto fatte alla donna poco prima del suo ingresso al Fort Harrison mostrano che non pesava quanto potrebbero indicare le taglie dei suoi indumenti. 

Weinberg ha detto "Era più magra di così". 

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non Ŕ consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it