In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Sotto inchiesta: il raid della polizia a Mosca
 
Di Chris Owen, Marzo 1999.

Traduzione a cura di Martini.

 
Secondo l'agenzia di stampa russa Interfax, martedì notte la polizia municipale, il Servizio di Sicurezza Federale e la polizia tributaria hanno fatto irruzione in quattro sedi di Scientology di Mosca. Che cosa c'è dietro? 

Secondo la Reuters, l'irruzione è stata condotta per controllare "di tutto, dai registri fiscali alle armi". 

Viene citato, senza nominarlo, un ufficiale di polizia che dice: "Si possono ispezionare tutte le organizzazioni, tutte le fabbriche, tutte le imprese. Le organizzazioni pubbliche sono in una situazione speciale. Molte non pagano le tasse e aggirano le dogane." 

Il ben noto atteggiamento creativo di Scientology nei confronti della tassazione potrebbe essere un importante fattore dietro al raid. In Russia l'evasione fiscale ha raggiunto proporzioni catastrofiche. Per renderne l'idea, il bilancio nazionale ha ora dimensioni inferiori a quello dei Paesi Bassi. In contrasto l'economia sommersa sta esplodendo, con grandi quantità di denaro russo, che ha eluso le tasse, incanalato verso paradisi fiscali come le Channel Islands e in particolare Cipro. La maggior parte dei problemi di cassa del governo russo sono causati dallo scarso successo nel raccogliere le tasse evase. Il governo ha dato alta priorità al problema, e ha iniziato una campagna aggressiva per recuperare il denaro che gli è dovuto. Scientology è già incorsa in problemi fiscali - la sua org di San Pietroburgo è stata multata per 10.000 rubli per evasione fiscale. 

Lo scopo generale della perquisizione della polizia, comunque, e specialmente il coinvolgimento del Servizio di Sicurezza Federale (FSB), suggerisce che in corso ci sia molto altro. 

Il Federal'naya Sluzhba Bezopasnosti (FSB) succede direttamente al KGB. È stato fondato alla dissoluzione dell'Unione Sovietica, il 25 dicembre 1991. Il KGB vecchio stile aveva la responsabilità di un enorme gamma di funzioni di sicurezza tipo sicurezza interna, contro-spionaggio, forze speciali (le spetnaz) e il controllo dell'incredibilmente lungo confine dell'URSS. Sebbene il KGB sopravviva quasi intatto in certe altre ex repubbliche sovietiche (come in Bielorussia e nelle repubbliche dell'Asia centrale), in Russia è stato frantumato in parecchie organizzazioni di cui la FSB è la più grande. 

In base alla nuova legge del 3 aprile 1995, all'FSB è stato assegnato il compito di far rispettare la legge in generale - combattere il crimine e la corruzione - oltre ai suoi precedenti compiti di sicurezza e contro-spionaggio. (Questo fa parte di una tendenza mondiale - all'MI5 britannico è stato assegnato, più o meno nello stesso periodo, lo stesso incarico). In base a questa legge, l'FSB può gestire prigioni proprie, spiegare i suoi agenti sotto copertura in agenzie di altri governi e, con il permesso del tribunale, leggere la corrispondenza altrui o mettere i telefoni sotto controllo. Può reclutare, proteggere e stipendiare senza problemi giudiziari informatori di sorveglianza "con contratti di collaborazione confidenziale". La supervisione esterna (della Procura Generale o della Duma [Parlamento]) è molto limitata. 

L'ufficio FSB coinvolto nel caso di Scientology è quasi certamente il Direttivo Investigativo. È stato rifondato nel 1995 per combattere il traffico illegale di armi e stupefacenti, la corruzione e il crimine nelle sfere dell'economia e del crimine organizzato. 

L'FSB, però, è stato usato anche per attaccare le possibili minacce al regime Yeltsin/Primakov, e per questo motivo  il suo interesse nel caso è così significativo. L'esempio recente più importante è quello di Aleksandr Nikitin, un ex ufficiale della marina arrestato a San Pietroburgo nel febbraio del 1996 e accusato di alto tradimento a seguito della pubblicazione di un rapporto del gruppo ambientalista Bellona a proposito dell'orrendo inquinamento nucleare causato dalla Flotta Russa del Nord. Il tribunale ha respinto il caso. L'FSB ha preso regolarmente di mira altri attivisti ambientalisti e dei diritti umani, arrestandone alcuni e perquisendone altri. 

Al Presidente titolare di Scientology, Heber C. Jentzsch, viene attribuita l'affermazione che l'irruzione sia conseguenza di una "campagna di estremisti anti-Americani, rappresentanti dei russi anti-occidentali in collaborazione con la Chiesa Ortodossa Russa". Per quanto non mi piaccia Jentzsch, potrebbe in effetti avere ragione. In questo momento l'anti-americanismo dell'amministrazione russa è certamente alto, in modo particolare per l'allargamento formale della NATO il prossimo mese, e la crescente presenza NATO nei Balcani. La Chiesa Ortodossa è estremamente potente e strettamente legata all'establishment russo; si oppone inoltre con fermezza ad un largo specchio di sette e culti "non tradizionali" che in Russia sono spuntati in anni recenti, come Aum Shinryko, Scientology e i Moonies. Il Patriarcato di Mosca ha giocato un ruolo importante nel cercare di "educare" la popolazione russa su questi movimenti. Il prossimo anno, in Russia, ci saranno le elezioni, e colpire organizzazioni impopolari come Scientology potrebbe essere un modo facile per guadagnarsi il favore degli elementi conservatori della società russa.

La linea di attacco di Scientology è chiara - secondo l'affermazione dell'Org perquisita a Mosca, "Le azioni dello stato per reprimere la libertà religiosa non permettono alla Russia di progredire. Al contrario, la Russia sta tornando al totalitarismo." Se l'esperienza del passato insegna, Scientology ora cercherà di scoprire "complotti" tra i suoi oppositori russi, allo stesso modo in cui ha "dimostrato" che l'Interpol era gestito dai neo-nazisti. In Russia, più che in altri paesi, sarà più facile presentare queste teorie:

 

  • Il raid ha visto coinvolto l'FSB, successore del KGB.

  •  
  • Il Primo Ministro russo,  Yevgeni Primakov, è un ex presidente del KGB.

  •  
  • Il Patriarca Ortodosso russo, Alexi II, è stato denunciato alla pubblica opinione per essere quasi certamente stato un agente chiave del KGB per quasi 40 anni. Archivi del KGB stesso suggeriscono che debba la sua rapida ascesa alla potezione del KGB, per il suo ruolo come "Agente Weasel". Di recente, in Estonia, questa notizia è stata tra quelle di maggior risalto, anche se non è ancora esplosa in Russia.

  •  

È quindi ovvio: il raid contro Scientology è stato provocato da un complotto ad alto livello tra figure collegate al KGB!

Sfortunatamente lo stato della politica russa è tale che un tipo simile di scenario non può essere completamente escluso. Quel che accadrà, comunque, sarà la cartina tornasole. Se le accuse penali verranno confermate, possiamo essere quasi certi che le autorità intendono come minimo frenare o forse chiudere Scientology, come è accaduto in Grecia. Altrimenti potrà comunque rappresentare un forte colpo per l'organizzazione. Sarà interessante vedere come entrambe le parti risponderanno nei prossimi mesi.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it