In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
I figli di Hubbard

Scientology, la religione delle star. Bidone colossale? Grande verità? Fuffa fantascientifica? Un cronista di Fox si è fatto "abbindolare" e ha scoperto che...

Di Vincenzo Petraglia. Tratto da Fox Uomo, febbraio 2007, pagg. 98-103.

 
«Con una strana luce negli occhi Mauro, 33 anni, fotografo - mi ha cambiato la vita. Prima mi capitava spesso di essere triste, ero scontento del mio lavoro, non avevo una vita sentimentale che mi soddisfaceva. Ora mi sento parte di un qualcosa che va oltre il mio corpo. Sono migliorato su moltissimi fronti. Ho ritrovato i giusti stimoli per il lavoro e mi sono anche innamorato. Tutti abbiamo dentro di noi risorse inimmaginabili e man mano che le sto scoprendo diminuiscono le mie ansie, i miei timori, le mie paure. Finalmente mi sento libero di essere quello che sono veramente».

Completamente diversa la testimonianza di Elena, 41 anni, commerciante. «Ho cominciato a frequentarli per curiosità - racconta con gli occhi un po' lucidi - e all'inizio le cose andavano niente male. Mi sentivo bene, euforica direi, i miei "superiori" mi indicavano la strada e io li seguivo alla lettera. Libri, DVD, corsi, meditazioni. Tutto mi andava bene fino a quando mi sono resa conto, grazie all'aiuto della mia famiglia, di essere entrata in un circolo vizioso che mi stava risucchiando poco alla volta, oltre che psicologicamente, anche economicamente. Ho quasi rischiato di perdere mio marito perché subdolamente stavo subendo un autentico "lavaggio del cervello". Per me non esisteva altro che questa filosofia. Tutto il resto non mi interessava più. Il mio lavoro, i miei progetti, la mia stessa famiglia erano passati in secondo piano».

Pareri discordanti. Diametralmente opposti. Sta tutta qui l'ambigua dualità di uno dei fenomeni pseudo-religiosi più cresciuta negli ultimi anni, sulla scia di nomi importanti che ne hanno abbracciato la filosofia (vedere riquadro a pagina 103).

Si tratta di Scientology, la dottrina che nel bene e nel male fa parlare di sé. E non poco. Osannata e demonizzata, affascina (con le sue bellissime teorie) e allo stesso tempo respinge (a suon di denunce provenienti dai quattro angoli del pianeta). C'è chi la definisce la più bella scoperta spirituale del ventesimo secolo e chi, invece, la dipinge come una delle sette più pericolose del nostro tempo. E chi, invece, la considera un cumulo di panzane prodotte dalla mente di uno scrittore di fantascienza fallito. Ma che cos'è esattamente Scientology, come si sviluppa? Si tratta di una religione o di una complessa e perfetta macchina per far soldi? Cosa si nasconde dietro il suo organizzatissimo e agguerrito sistema piramidale e quali sono gli ingranaggi che la muovono?


Dianetics & Company

Due facce della stessa medaglia e per questo imprescindibili l'una dall'altra. Dianetics, il fondamento, la bibbia di tutta la filosofia scientologica, che rappresenta la fase propedeutica (potremmo dire laica) indirizzata a corpo e mente che insegna a identificare tutte le ferite che ciascuno si porta dentro. Scientology (la parte mistica) focalizzata, invece, sul thetan che come tale aiuta a curare queste ferite, disintossicando l'uomo da tutto ciò che lo fa soffrire.


Il percorso verso la liberazione

Sono otto i gradini che conducono alla rivelazione, e si chiamano OT (thetan operanti). Otto livelli (dall'OT I all'OT VIII) che portano chi li percorre a scoprire veramente se stessi, a venire in contatto col proprio io primordiale che libera lo spirito dall'involucro del corpo e gli dona poteri finanche soprannaturali, come la capacità di spostare gli oggetti con la forza del pensiero.

Un percorso lungo e - dicono i" ministri" della chiesa - alla portata di tutti. Mica tanto, se è vero, com'è vero, secondo quanto raccontato da ex seguaci dell'organizzazione, che per passare da un gradino all'altro della rivelazione è necessario essere seguiti costantemente da maestri-guru e sborsare somme di danaro sempre più esose. Per arrivare ai livelli più alti di OT si parla addirittura di cifre che vanno dai 100mila ai 250mila euro.


Miniera d'oro

È facile, dunque, capire come un'organizzazione del genere sia in grado di movimentare un giro d'affari da capogiro. Si parla di miliardi di dollari. Basti pensare che il solo preventivo per la costruzione della chiesa madre che dovrebbe sorgere a Clearwater, la capitale del regno scientologico, ammonta a circa 50 milioni di dollari. Tutti soldi che arrivano dalle "donazioni" e dall'enorme business della religione che Scientology è riuscita a mettere in piedi. A muovere le fila, dagli Stati Uniti, di questi budget stellari il Religious Technology Center (RTC), responsabile - secondo un'inchiesta del Time - di smistare i suoi enormi introiti su conti correnti bancari segreti in Lichtenstein, Svizzera e Cipro. Dianetics e Scientology sono marchi regolarmente registrati e protetti dall'RTC che, non badando a spese, sforna continue azioni promozionali che non hanno nulla da invidiare alle più grandi multinazionali del largo consumo marketing oriented.

Tra queste campagne pubblicitarie, una frenetica attività di ufficio stampa capace di fare apparire la chiesa, solamente l'anno scorso, per ben 289mila minuti su radio e tv. E ancora sponsorizzazioni di eventi, campagne di sensibilizzazione contro l'abuso di farmaci e droga, per la rieducazione dei detenuti, per la diffusione di metodi di studio più efficaci per gli studenti, e così via. Tutti metodi - secondo i più critici - per venire in contatto con quelle realtà problematiche che sono sempre potenziali serbatoi di nuovi seguaci.

Senza poi contare tutta la gadgetistica e il materiale di "studio" che man mano viene venduto ai fedeli. Libri (alcuni dei quali verrebbero acquistati a stock nelle librerie proprio dai membri dell'organizzazione per farli rimanere sempre in vetta nelle classifiche dei bestseller), libercoli, dvd.

C'è poi tutto il mondo patinato dei testimonial. Personaggi dello star system che "presterebbero" il loro volto alla causa della chiesa. Secondo alcune fonti l'RTC (che di organizzazione "non-profit", come si definisce, sembra non avere poi molto!) spende ogni anno milioni di dollari per reclutare volti noti del mondo dello spettacolo, coccolandoli negli appositi celebrity center di Hollywood. Infine non bisogna dimenticare la potente e organizzata azione lobbistica che Scientology è in grado di portare avanti in svariati contesti sociali.


Le Accuse

Se l'obiettivo ultimo è quello di salvarsi dall'infelicità, allora non bisogna badare a spese. Lo stesso Hubbard sosteneva che la felicità non ha prezzo. La multinazionale che è stato in grado di mettere in piedi ne è la testimonianza più lampante. E intanto da tutti gli angoli del pianeta piovono denunce da parte di ex seguaci che la accusano di averli plagiati, truffati, portati alla rovina economica. Di aver distrutto le proprie famiglie, di essere stati sottoposti a minacce quando hanno deciso di lasciare l'organizzazione. Moltissimi di loro hanno deciso di spendere tutta la loro vita per evitare che qualcun altro ci caschi.

Ma gli scientologi non fanno una piega. Sorridono (in modo amaro!) davanti alle tante accuse che gli vengono mosse contro e continuano imperterriti il loro cammino, o meglio la loro "missione" per salvare il mondo.

Intanto, però, vietano nella maniera più assoluta ogni forma di contatto dei membri della "grande famiglia" con ex fedeli che abbiano appunto abbandonato la chiesa. Da questo atteggiamento viene fuori un altro dei suoi singolari aspetti. Scientology costituisce un vero e proprio mondo a parte per i suoi membri, invitati a disconnettersi, cioè troncare i contatti, con tutti gli elementi ostili al movimento, che rappresentano un ostacolo alla "pulizia" del pianeta. È in questo che Scientology si può definire a tutti gli effetti una setta, che come tale innalza un muro vero e proprio nei confronti di chi non la pensa allo stesso modo.

Sono moltissime le cause pendenti che tengono costantemente impegnato il nutrito ufficio legale dell'RTC. I reati contestati vanno dal sequestro di persona all'esercizio abusivo della medicina, dall'estorsione al plagio, dall'evasione fiscale all'istigazione al suicidio, dalla truffa al commercio di specialità medicinali non registrate.


Un fenomeno alla moda

Nonostante tutte queste zone d'ombra, Scientology continua a mietere simpatizzati e adepti in tutto il mondo. Sui dati ci sono diverse incongruenze a seconda della fonte, ma si stima che i fedeli, nei 159 paesi in cui è presente, siano circa 10 milioni. Nel nostro paese, secondo i dati diffusi dal Ministero dell'interno, sarebbero 7mila. Molti di più secondo la setta, che ne reclama oltre 20mila. L'Italia è una delle chiese europee in assoluto tra le più fiorenti con filiali (che somigliano a vene propri alberghi di lusso) presenti praticamente in tutte le maggiori città dello Stivale. E la chiesa di Milano è la più grande e importante d'Europa.


Come si entra nell'ingranaggio

Abbiamo visitato, nascondendo ovviamente la nostra identità di cronisti, proprio uno dei centri di reclutamento della chiesa milanese, in pieno centro città.

Siamo stati "adescati" da un giovanotto di una ventina d'anni che ci ha invitato a provare un test sulla personalità gratuito. Attraversiamo un lungo corridoio che dalla via superaffollata dei negozi ci conduce in una grande sala silenziosa e ordinata dagli arredi avveniristici e munita di apparecchiature super tecnologiche. Le luci sono quelle giuste, gli schermi al plasma proiettano i filmati sull'organizzazione, i divanetti invitano a rilassarsi, gli scaffali sono pieni di libri e dvd. Tutto è curato nei minimi dettagli. Ci accoglie il sorriso onnipresente di una delle "volontarie" (così si definisce) della chiesa di Milano, che con l'abilità di una showgirl navigata ci accompagna a scoprire, tra filmati e frasi appiccicate sui muri a caratteri cubitali, le premesse e le promesse della filosofia scientologica e dianetica. Tutto è perfetto e per questo irreale. Sembra di stare in una trasmissione televisiva. Segue poi la compilazione del test sulla personalità. Duecento domande che sondano i tratti generali della psiche, necessarie per individuare il cammino più congruo a risolvere i "nodi" che ciascuna persona avrebbe e che le impediscono di essere veramente felice. Ci accomodiamo, alla fine, in una specie di salottino un po' in disparte. Ed è qui che entra in gioco l'E-meter o elettropsicometro, un congegno studiato dal fondatore e utilizzato come una sorta di macchina della verità. Il suo compito? Individuare le zone di disagio mentale di una persona attraverso l'oscillazione di un ago che misura le reazioni emotive del soggetto di fronte alle domande che gli vengono poste.

È questa generalmente la prassi attraverso cui sempre più gente entra nell'ingranaggio. Si comincia per curiosità, quasi per gioco. Tanto non c'è nulla da perdere. È gratis. Niente di più sbagliato! Perché in Scientology a parte il test gratuito sulla personalità, tutto ha un prezzo che lievita man mano che si va avanti.

E infatti, la volontaria meneghina comincia subito col proporci di leggere (quindi acquistare) il libro che contiene la base della loro filosofia, Dianetics appunto. E poi un dvd sul male che la psichiatria sta facendo all'umanità, avvelenandola a suon di psicofarmaci. Infine l'invito a iscriverci in seduta stante al corso base di venti lezioni di un'ora ciascuna al prezzo stracciato di 20 euro, da cominciare subito, in quel preciso istante. Veramente niente se si tratta di migliorarsi. Insomma dalla fine del test, nel giro di pochi minuti sono partiti già cinquanta euro. Le diciamo di non avere in tasca contanti, nessun problema ci vien detto. A Scientology si accettano carte di credito...


Box pag. 98

Che Cos'è

La chiesa di Scientology viene fondata nel 1954 da Ron Hubbard, scrittore di fantascienza, in seguito alla pubblicazione del discusso libro Dianetics, la forza del pensiero sul corpo (1950), lo strepitosa successo editoriale che fino ad oggi ha venduto nel mondo oltre 20 milioni di copie.

Il termine Scientology viene dal latino scio (che significa conoscere) e dal greco logos (la parola che esprime un pensiero interiore). Si tratta di un miscuglio (qualcuno lo definisce un polpettone) tra filosofia, cosmogonia, psicologia e religione.

Sul sito ufficiale www.scientology.org, il culto viene definito una "religione del ventesimo scolo che ha scoperto alcune verità fondamentali per l'uomo, capaci di liberarlo daisuoi problemi e condurlo ad una felicità duratura".


Box pag. 100

La dottrina

In Scientology non c'è un concetto preciso della divinità, ma tutto ruota intorno al thetan (lo spirito) capace di portare l'uomo al completo controllo del corpo e della mente. Perché ogni individuo ha delle potenzialità enormi che non conosce e quindi normalmente non usa, ma che se utilizzate gli darebbero il potere di guarire dalle malattie con la forza del pensiero (ben il 90% di esse sarebbero, infatti, di origine psicosomatica) e di risolvere molti dei suoi problemi attuali. Uno degli assunti di questa filosofia è che i problemi di ogni persona sono la diretta conseguenza dl ricordi, traumi, esperienze negative fatte in passato (anche in vite precedenti) che continuano ad avere inconsciamente il loro influsso sull'esistenza umana. Ricordi dai quali è necessario liberarsi per ritrovare il proprio benessere.

Essi, infatti, verrebbero immagazzinati in una parte della mente (mente reattiva) sotto forma di engram (il ricordo preciso ed inconscio della sensazione legata a una determinata situazione di dolore vissuta in passato) e si riattiverebbero ogni qual volta ci si trova in una situazione o un luogo simili a quelli in cui si è fatta l'esperienza negativa. Ciò darebbe vita a tutta una serie di patologie e sofferenze psichiche, che impediscono di essere pienamente felici.

Gli engrammi avrebbero avuto origine - secondo quanto svelato al fondatore in uno dei suoi viaggi extracorporei per l'universo - da un castigo inflitto all'umanità 75 milioni di anni fa da Xenu, un crudele governatore della galassia che, per limitare la popolazione e accrescere il suo potere, avrebbe confinato sulla Terra miliardi di creature (i progenitori della specie umana). Qui esse avrebbero cominciato ad accumulare, passando di generazione in generazione attraverso la reincarnazione, tutta quella serie di esperienze negative che sono la causa dei drammi e dei problemi degli uomini di oggi. La ragion d'essere di Scientology è, dunque, proprio quella di liberare l'uomo dagli effetti devastanti degli engrammi, conducendolo allo stato di clear, quello cioè in cui si libera dei traumi passati, diventando pienamente cosciente della sua mente reattiva e imparando ad utilizzare gli sconfinati poteri della sua mente. Tra programmi per liberazione dalle droghe, industrie e donazioni, Scientology è oggi una macchina da soldi capace di incassare milioni di euro ogni anno.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it