In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
Per qualche scientologo il pellegrinaggio è stato fatale

Di Lucy Morgan, St. Petersburg Times, 7 Dicembre 1997.

Traduzione a cura di Martini.

Clearwater - Arrivano a Clearwater da tutto il mondo, in cerca di risposte. 

Settimana dopo settimana vengono attirati nella Chiesa di Scientology, cercando di migliorare o ricostruirsi la vita. 

Ma per alcuni di questi pellegrini la ricerca si è conclusa con la morte. 

Dal 1980, a Clearwater almeno otto membri della Chiesa di Scientology sono morti in circostanze che hanno lasciato amici, familiari e in alcuni casi le forze dell'ordine in cerca di risposte. 

«Stiamo diventando vecchi» ha detto Mary Frei, la madre di un giovane svizzero morto mentre stava ricevendo assistenza presso la chiesa. «Vorremmo sapere la verità su quanto è successo. Ma non so, forse non la sapremo mai». 

Tra questi, il caso di morte più importante è quello di Lisa Mc Pherson, una donna di 36 anni morta il 5 Dicembre 1995. 

Gli staff della chiesa la portarono alla fine all'ospedale, dove venne dichiarata morta poco dopo il suo arrivo, dopo una permanenza di 17 giorni presso il Fort Harrison Hotel di Scientology. 

La polizia e il pubblico ministero stanno portando a termine un'inchiesta che potrebbe contemplare imputazioni penali. 

Tuttavia un'accurata indagine del St. Petersburg Times ha trovato sette altri Scientologist, apparentemente in ottima salute, morti all'improvviso dopo essere arrivati a Clearwater per addestramento o assistenza. 

In quattro di quelle morti, come per la Mc Pherson, parenti e rappresentanti della legge sospettano che il concetto di salute della chiesa, la sua opposizione alle cure psichiatriche, abbiano precluso trattamenti medici adeguati. I casi di morte esaminati dal Times sono: 

 
 
  • Margarit Winkelmann, 51 anni, che nel Gennaio del 1980 si incamminò completamente vestita nella Baia di Clearwater e si annegò, dopo aver abbandonato il trattamento con Lithium e averne iniziato uno a base di vitamine e minerali raccomandato dalla chiesa.

  •  
  • Josephus A. Havenith, 45 anni, che morì nel Febbraio del 1980 al Fort Harrison Hotel, in una vasca da bagno piena di acqua tanto calda da avergli levato la pelle.

  •  
  • Andreas Ostertag, 38 anni, capo di una missione di Scientology a Stoccarda, Germania, che apparentemente annegò mentre stava nuotando verso una barca a vela ancorata al largo del Fort Desoto Park, nel 1985. I racconti pubblicati in Germania all'inizio di quest'anno hanno sollevato domande sulla sua morte.

  •  
  • Peter E. Frei, 37 anni, trovato morto in un canale di Dunedin nel Giugno del 1988, parecchi giorni prima che la Chiesa di Scientology ne denunciasse la scomparsa dalla sua stanza del Fort Harrison Hotel.

  •  
  • Heribert Pfaff, 31 anni, apparentemente morto di un attacco epilettico al Fort Harrison Hotel nell'Agosto del 1988, dopo aver smesso di prendere i farmaci che controllavano le crisi ed essere stato messo su un programma di vitamine e minerali.

  •  
  • Roger Nind, 49 anni, uno Scientologo che pare stesse cercando di farsi rimborsare 70.000 dollari [circa 120 milioni di lire - n.d.t.], arrivato a Clearwater dall'Australia nel 1992, rimasto ucciso in un incidente d'auto sulla Cleveland Street, il giorno seguente il suo arrivo.

  •  
  • Carrie Slaughterbeck, 23 anni, trovata morta nel suo appartamento di Clearwater nel Marzo del 1997 dopo aver ricevuto assistenza nutrizionale da un'importante Scientologist che vende le Alghe Super Blue Green, un integratore dietetico.
 
 
I rappresentanti di Scientology sostengono che queste morti sono casi isolati. Statisticamente, affermano, il tasso di decessi tra le migliaia di visitatori del loro quartier generale di Clearwater non è maggiore di quello di Cattolici, Luterani o membri di altre confessioni religiose. 

I casi, accusano i funzionari di Scientology, sono collegati solamente da sospetti deviati dei critici compreso la polizia di Clearwater, i detrattori di Scientology e i media. 

«Scientology aiuta la gente» insiste Ben Shaw, direttore dell'Ufficio degli Affari Speciali di Clearwater. «Di solito è per gli abili, per renderli più abili». 

Ma anche nei casi di decessi di routine gli Scientologist agiscono con modi così controllati da far drizzare orecchie e sospetti alla polizia. 

Pensate alla morte di Arthur Orwat nel 1996, un paziente di 69 anni malato terminale di cancro ai polmoni. 

I rapporti della polizia di Clearwater dicono che l'addetta di Scientology Judy Goldberr-Weber riferì alla polizia che, accortasi della morte di Orwat, non chiamò il 911 [equivalente al nostro 113 - n.d.t.] perché doveva prima notificare la cosa ai suoi superiori nella chiesa. 

Passarono quasi due ore prima che i rappresentanti di Scientology Brian Anderson e Judy Fontana arrivassero nell'appartamento di Orwat alla Hacienda Gardens, e chiamassero il 911. Secondo la polizia di Clearwater, sul luogo di ogni incidente che riguardi Scientologist incontra sempre rappresentanti della chiesa. 

Il portavoce di Scientology Ben Shaw insiste con veemenza che i rappresentanti della chiesa non hanno mai alterato particolari o interferito in alcun modo sulla scena dei decessi dei loro membri. Ma Shaw e Anderson non sono riusciti a spiegare perché due rappresentanti della chiesa di Clearwater furono convocati, prima ancora di chiamare la polizia, nell'alloggio di un paziente morto di cancro. 

«Mi hanno telefonato e detto che Arthur Orwat era morto, e sono andato alla Hacienda» ha detto Anderson. 

L'avvocato Lee Fugate di Clearwater, che rappresenta la chiesa, incolpa il governo tedesco, che negli ultimi anni ha iniziato un'accesa battaglia contro le sedi tedesche di Scientology, della polemica che circonda la morte della Mc Pherson. 

Un anno fa, dice Fugate, alcuni reporter della televisione tedesca hanno sollevato il dubbio che l'annegamento di Ostertag nel 1985 potesse essere stato di fatto un omicidio. Fugate crede che la faccenda abbia spinto le autorità locali a proseguire le indagini sulla morte della Mc Pherson. 

Funzionari della Contea di Pinellas stabilirono che Ostertag morì per annegamento. 

Ma alcuni di loro dicono che tutte le morti di Scientology, se acadessero oggi, sarebbero osservate con più attenzione dopo quanto appreso dalla morte della Mc Pherson, da anni di contatti con la Chiesa di Scientology e dalle migliorate tecniche investigative. 

«Tratteremmo le cose in modo diverso, oggi» dice Paul Maser, vice capo della polizia di Clearwater. «Saremmo più prudenti e parleremmo con più gente, e guarderemmo le scene dei decessi con più attenzione». 

Prima del caso della Mc Pherson, ha detto Maser, in molti nel suo dipartimento, pur considerando Scientology troppo reticente e aggressiva, non pensavano che potesse rappresentare un pericolo per l'incolumità fisica dei suoi membri. Ora sono più attenti. 

La polizia di Clearwater ha dei sospetti sul numero di chiamate al 911 in uscita dalle camere del Fort Harrison Hotel. La polizia risponde a ogni chiamata solo per sentirsi dire dalle guardie di sicurezza di Scientology che si è trattato di un errore. Alla polizia non è permesso controllare le camere da dove sono partite le chiamate. 

Negli ultimi undici mesi dalle camere dell'hotel sono state fatte 161 chiamate al 911, ma ogni volta le guardie di sicurezza di Scientology hanno detto che non c'erano emergenze. 

Rappresentanti di Scientology sostengono che la maggior parte delle chiamate sono errori che accadono quando gli ospiti stranieri cercano di digitare il prefisso di accesso internazionale, 011, dopo aver digitato il 9 per la linea esterna. Fugate ha detto di stare collaborando con la polizia per risolvere il problema. 

Alcuni ex Scientologist dicono che le morti, anche quelle apparentemente accidentali, contribuiscono a mantenere alto il livello di paura e trattengono i membri dal lasciare la chiesa. 

«Senza soldi, terrorizzati e intimiditi e consapevoli che altri si sono suicidati, sono morti in incidenti o forse sono stati uccisi, non se ne possono andare», ha scritto Lawrence Lee Sr. in una testimonianza giurata del 1989, rilasciata per una causa contro Scientology. «Senza contatti con il mondo esterno, non hanno nessuno a cui rivolgersi per cercare aiuto o protezione». 

I rappresentanti di Scientology sostiene che Lee si sbaglia. Non esiste paura tra gli Scientologist, insiste il portavoce Ben Shaw, è solo la paranoia della polizia. 

«Scientology tratta le materie dello spirito» dice Shaw. «Offriamo miglioramenti spirituali. Guardate quelli che vengono qui e traggono benefici. Scientology migliora la loro condizione». 

Da molto tempo Scientology denuncia la pratica della psichiatria accusandola di svariati crimini. Gli Scientologist non hanno il permesso di assumere farmaci psichiatrici o di sottoporsi a cure psichiatriche o psicologiche. 

Ma i rappresentanti di Scientology dicono che non ostacolerebbero mai i loro membri dall'usufruire di trattamento medico, e hanno una direttiva contraria all'offrire servizi a quei membri che stiano prendendo farmaci che alterano la mente. 

Scientology non interferisce quando il medico personale del membro ha prescritto un corso di terapia, insiste Shaw. 

Ma almeno due delle morti prese in esame dal Times sono avvenute quando il membro aveva abbandonato il farmaco prescritto e iniziato il corso di Scientology studiato per eliminare dal corpo droghe e altre tossine. 

«Semplicemente non si possono fare dei trattamenti medici allo scopo di liberare le persone dalle droghe senza contattare il dottore che li ha precedentemente posti in terapia», ha affermato Margaret Singer, una psicologa clinica ed ex professore all'Università Berkley della California. «È un modo di fare davvero pericoloso». 

La Singer è un'esperta di sette che è stata spesso particolarmente critica nei confronti di Scientology. 

Anche la Dott.sa Joan Wood, medico legale della Contea di Pinellas, critica la sospensione della terapia senza adeguato supporto. 

Dopo aver riguardato i rapporti d'autopsia delle sette morti su richiesta del Times, la Wood ha detto che la causa del decesso, per alcuni di loro, non si saprà mai. In alcuni casi la Wood non era sicura delle cause, ma poteva escludere l'omicidio. Per altre pensa che sarebbero necessarie ulteriori indagini. 

Il procuratore di Stato di Pinellas Bernie Mc Cabe ha dichiarato che, prima dell'articolo del Times, era all'oscuro di altri decessi di Scientologist oltre a quello della Mc Pherson. 

 

Margarit Winkelmann, 51 anni 

La mattina dell'11 Gennaio 1980 Elvira Borden, residente 71enne degli Oak Bluff Apartments di Clearwater, guardò con orrore una donna che correva giù per la strada, verso il litorale di Clearwater. 

Dal suo appartamento al 9° piano, la sig.ra Borden vide Margarit Winkelmann, una turista di Zurigo di 51 anni, camminare completamente vestita verso l'acqua lottare, un po' verso la riva e poi affogarsi a faccia in giù. 

All'arrivo della polizia la sig.ra Winkelmann galleggava morta, stringendo ancora nella mano un opuscolo di Scientology. Suo marito Ernst Winkelmann e altri Scientologist riferirono alla polizia che per anni la donna si era sottoposta a cure psichiatriche ed era venuta a Clearwater in cerca di un trattamento prescritto da Scientology che non contemplava farmaci o psichiatria. 

Al momento della morte la sig.ra Winkelmann stava prendendo vitamine e minerali prescritti da Scientology, e presumibilmente era su un programma studiato per purificare il corpo dalle tossine. 

Sembrava stesse "progredendo", ha detto Ernst Winkelmann alla polizia. Ma all'inizio della settimana gli aveva detto che stava meglio quando prendeva il Lithium prescrittole dal suo psichiatra in Europa. L'autopsia non ha rilevato Lithium nel sangue, e ha stabilito che la sua morte è stata un suicidio per annegamento. 

Oggi i rappresentanti di Scientology dicono che probabilmente la sig.ra Winkelmann non avrebbe dovuto essere accettata a causa della sua storia medica, ma dicono che nel 1980 può essere stata fatta un'eccezione. 

La Wood sostiene che non è saggio smettere di somministrare Lithium a un paziente senza accurata supervisione. 

 

Josephus A. Havenith, 45 anni 

Josephus A. Havenith era un cittadino olandese residente a Monaco, Germania, dove insegnava musica. Havenith era al Fort Harrison Hotel da due mesi, il 25 Febbraio 1980, riceveva assistenza e seguiva un regime di vitamine e minerali prescritto da Scientology. 

Una cameriera ha riferito che Havenith aveva lasciato un biglietto sulla porta della sua camera - la 771. Diceva "sto dormendo", quindi non fu disturbato fino a tarda ora quello stesso giorno, quando altri ospiti si accorsero che la moquette all'esterno della sua stanza era zuppa. All'interno l'acqua calda stava ancora scorrendo. 

All'epoca i funzionari della chiesa e la polizia dissero ai reporter che Havenith aveva circa "50 o 60 anni" ed era stato trovato morto a letto. In verità, la cameriera trovò Havenith morto nella vasca da bagno. L'acqua era così calda da avergli staccato la pelle. 

Nessuno conosce con esattezza il momento della morte. 

Il rapporto d'autopsia cita "probabile annegamento" come causa della morte, ma nota che la testa non era sott'acqua. All'epoca della morte di Havenith, nel 1980, gli agenti della Florida avevano scarsa conoscenza del programma di vitamine e minerali usato da Scientology. 

«È possibile che, visto quel che stava accadendo nel suo corpo, entrare nell'acqua calda possa aver fatto qualcosa?» Si chiede il medico legale Wood rivisitando il caso. «Può essere». 

Senza prove di lotta o altri reati nella sua stanza, la Wood dice di dover presumere qualche avvenimento improvviso relativo al cuore o alla dieta, e aggiunge: «Non sapremo mai quel che accadde, il quesito rimarrà senza risposta». 

Il corpo di Havenith fu cremato e spedito a casa in Olanda a spese della Chiesa di Scientology. Non è stato possibile rintracciare i familiari. 

 

Andreas Ostertag, 38 anni 

Andreas Ostertag, 38 anni, Scientologo da molto tempo, era a capo della missione della chiesa a Stoccarda, Germania, fin dalla sua fondazione ai primi anni '70. Anche il fratello e la sorella erano importanti Scientologist. 

Alla fine del 1985 Ostertag era a Clearwater per riunioni al quartier generale spirituale di Scientology. Il giorno di Halloween Ostertag e Joachim Bender, un amico tedesco, cercarono di raggiungere a nuoto lo schooner di 45 metri St. Christopher incagliato su una secca a circa mezzo miglio dalla costa del Fort Desoto Park. Bender, pure Scientologo, riferì alla polizia che Ostertag scomparve mentre nuotava nel mare mosso. Il corpo di Ostertag fu recuperato diversi giorni dopo. 

I racconti pubblicati in Germania all'inizio di quest'anno hanno messo in discussione quella morte, dicendo che Ostertag era stato convocato a Clearwater dai boss di Scientology per rispondere a domande su problemi finanziari della missione di Stoccarda. 

Rappresentanti di Scientology a Clearwater dicono che le chiacchiere diffuse da nemici in Germania hanno portato a sollevare questioni infondate sulla sua morte, e aggiungono che nei fascicoli di Clearwater non esiste alcun provvedimento disciplinare preso contro Ostertag o spiegazioni sul perché fosse a Clearwater all'epoca del suo annegamento. 

 

Peter E. Frei, 37 anni 

Un ufficiale di polizia fuori servizio di Dunedin stava pescando triglie nei pressi di Victoria Drive quando notò un corpo che galleggiava a faccia in giù vicino alla costa, il 30 Giugno del 1988. 

La polizia cercò inutilmente di identificare il cadavere per giorni. Poi il 4 Luglio la Chiesa di Scientology denunciò che Peter Ernst Frei risultava scomparso dal 29 Giugno. Il cittadino Svizzero era a Clearwater per corsi della chiesa e avrebbe dovuto rientrare in Svizzera il giorno del ritrovamento del cadavere. 

Quando la polizia arrivò [al FH Hotel - n.d.t.] rappresentanti della chiesa avevano già riassettato la camera di Frei e impacchettato i suoi effetti personali, ma gli amici hanno dichiarato alla polizia che mancava una borsa con il portafogli e altri valori. 

I genitori di Frei dicono che era partito con 20.000 franchi Svizzeri, circa 13.000 dollari [22 milioni lire - n.d.t.] e prima di lasciare casa aveva già pagato alla chiesa più di 40.000 franchi [circa 45 milioni - n.d.t.] per "sedute di assistenza". 

Mentre le autorità della Florida cercavano di identificarlo, l'appartamento di Frei in Svizzera fu scassinato e svaligiato, aggiungendo sospetti alla sua misteriosa morte. Wood, il medico legale, era sul luogo del ritrovamento di Frei. Rimane turbata dalla sua morte. L'attribuisce ad annegamento, ma ora dice che molte domande rimangono senza risposta. Frei aveva graffi sul braccio e tagli in testa e abbastanza fluidi nei polmoni da giustificare l'annegamento. Indossava scarpe, calze e shorts. 

«Che cosa ci faceva in acqua un uomo completamente vestito?», si chiede la Wood. «Di certo la sua morte dovrebbe essere indagata di nuovo. Non sappiamo ancora quel che accadde» 

I genitori sostengono che Frei non sapeva nuotare e non si sarebbe mai avvicinato all'acqua. 

«Non abbiamo indizi sull'accaduto», ha dichiarato Shaw, il portavoce di Scientology, «La maggior parte degli annegamenti degli US succedono il Florida». 

 

Heribert Pfaff, 31 anni 

Heribert Pfaff, 31 anni, divenne Scientologo dopo che uno dei suoi fratelli incontrò un reclutatore di studenti sui marciapiedi di Monaco, Germania. 

La decisione di entrare, ricordano ora i suoi familiari, gli fu fatale. 

Da un decennio, dopo essere sopravvissuto a un grave incidente automobilistico, Heribert Pfaff soffriva di gravi convulsioni che spesso iniziavano nel mezzo della notte. Nel 1988 Pfaff partì da Monaco per Clearwater per frequentare corsi alla Chiesa di Scientology. 

Il fratello di Pfaff, Georg, ha raccontato al Times che gli Scientologi tedeschi gli avevano promesso una cura per le convulsioni e avevano spinto Pfaff ad abbandonare i farmaci che le tenevano sotto controllo. 

Figlio di un benestante costruttore tedesco, Pfaff si registrò nella camera 758 del Fort Harrison Hotel. I familiari raccontano che per finanziare la sua visita si era portato circa 100.000 dollari [170 milioni - n.d.t.]. Sua moglie Anita ha raccontato alla polizia che viveva presso amici per non essere svegliata dalla convulsioni di cui soffriva il marito da quando aveva smesso le medicine. 

Il 28 Agosto 1988 il corpo nudo di Pfaff fu trovato a testa in giù, penzolante dal suo letto. L'autopsia determinò che la morte era stata probabilmente causata da una convulsione. Nel sangue non furono trovate tracce di anticonvulsivi. 

I 100.000 dollari scomparvero, dice il fratello Georg Pfaff. 

Pochi giorni prima della sua morte, la famiglia aveva bloccato un trasferimento bancario di Heribert Pfaff per altri 150.000 dollari [255 milioni - n.d.t.]. 

Georg Pfaff ha raccontato di aver scoperto, dopo la sua morte, che il fratello aveva pagato 26.330 dollari [circa 45 milioni] per un corso di Scientology, e 52.000 dollari [88 milioni] per un altro. 

Alla chiesa interessavano solo i suoi soldi, sostiene Georg Pfaff. 

I rappresentanti di Scientology dicono che la cura di Pfaff non fu raccomandata dalla chiesa. 

«Quando qualcuno è epilettico dovrebbe farsi vedere da un medico» commenta Shaw. «Fu una scelta sua quella di non prendere più le medicine». 

Un altro dei fratelli Pfaff, Joannes, rimane uno Scientologo. 

 

Roger Nind, 49 anni 

La famiglia di Roger Nind racconta che aveva cercato parecchie volte di lasciare la Chiesa di Scientology e di ottenere il rimborso dei 70.000 dollari [119 milioni] che aveva pagato per libri e corsi. 

«Cercò di uscirne, ma i loro artigli furono sempre forti a sufficienza da riportarlo dentro» racconta suo fratello William Nind, un appaltatore di Perth, Australia. «Ogni volta che cercava di farsi dare indietro i soldi gli offrivano gratis la session successiva, e ricaricavano quelle loro pazze credenze». 

Nind arrivò a Clearwater il 15 Ottobre del 1992. Un giorno più tardi giaceva morente su Cleveland Street, dopo essere uscito di corsa tra due palazzi ed essersi schiantato contro un'auto. 

«Che cosa aveva nella testa?» si chiede il Dr. Emile Brand, il medico pensionato di Clearwater che investì Nind. «Fu un caso così strano. Mi è rimasto impresso nella mente. Mi chiedo se non sia stato un suicidio. Mi sembra come se quell'uomo volesse farsi del male, o fosse sotto una pressione così forte da comportarsi in quel modo». 

La polizia dice che Brand, che procedeva a circa 45 km/h e al momento dell'incidente stava accelerando dopo uno Stop, non vide Nind che si buttava in mezzo alla strada. Brand non fu incriminato e si sottopose a test volontario per provare che non aveva bevuto. 

La polizia di Clearwater ha detto che Nind potrebbe aver guardato nella direzione sbagliata mentre attraversava, ma la famiglia di Nind dubita ancora dell'incidente. 

«Quell'incidente mi insospettì subito» dice William Nind. «Sembrava strano. Era stato altre volte in America. Era completamente sobrio. È strano che si sia lanciato contro un'auto». 

William Nind racconta di non essere mai riuscito a scoprire se suo fratello, quando fu investito, fosse solo o con altri. Portafoglio, passaporto e circa 1000 dollari in contanti furono resi alla famiglia. 

Prima di morire Roger Nind rimase in coma per parecchi giorni. William racconta che gli Scientologist lo chiamavano tutti i giorni in Australia per riportargli le condizioni del fratello. 

«Dicevano che avevano raggiunto la sua mente e che era felice di come le cose stessero andando», ha detto Nind. 

I rappresentanti di Scientology riferiscono che Nind, uno staff di Scientology di Perth, era venuto a Clerwater per frequentare corsi che non erano disponibili in Australia e rimase vittima di un incidente automobilistico probabilmente causato dal suo errore nel guardare nella direzione giusta mentre faceva la sua corsa mattutina. 

Nind indossava una giacca di pelle, calzoni a strisce bianche e nere, una cintura marrone, calzini grigi e scarpe da ginnastica alte. Il fratello racconta che faceva spesso passeggiate mattutine. 

I rappresentanti di Scientology dichiarano di non avere pratiche relative a richieste di rimborso da parte di Nind, ma hanno spedito 7.683,90 $ ai suoi parenti australiani dopo aver ricevuto una lettera che richiedeva i suoi effetti personali. 

 

Carrie Slaughterbeck, 23 anni 

Carrie Slaughterbeck e Alan Green, il suo ragazzo, si erano trasferiti insieme dall'Indiana a Clearwater nel Giugno del 1996 per lavorare per Kim Bright Cassano, un'importante Scientologa che dirige parecchi affari a Clearwater. 

I genitori della Slaughterbeck, Earl e Diane Slaughterbeck di Lafayette, Ind., raccontano che la Cassano era diventata la sua assistente nutrizionale e le consigliava di prendere grandi quantità di Super Blue Green Algae, un prodotto che la Cassano distribuisce attraverso un programma di multilevel marketing

Le alghe vengono raccolte nel Lago Klamath Superiore, nell'Oregon meridionale, e sono molto popolari tra gli Scientologist di Clearwater. Gli opuscoli promozionali la pubblicizzano per tutti - donne incinte, neonati e animali domestici. I detrattori la definiscono "schifezze di stagno". 

La sorella gemella Sandy riferisce che Carrie prendeva fino a 30 capsule di alghe alla volta, oltre ad altre vitamine raccomandate dalla Cassano, e si era iscritta a parecchi corsi di Scientology. 

Green ora dice che la Cassano faceva pressioni su di loro perché comprassero corsi di auditing di Scientology più costosi, e racconta che li aveva incoraggiati a trasferirsi a Clearwater solo per farli entrare nella Chiesa di Scientology. 

Mentre dalla causa in atto per la morte di Lisa Mc Pherson scaturivano nuovi racconti, Green tornò da una gita serale ad Orlando e trovò la Slaughterbeck morta nel loro appartamento di Island Way. 

Intanto che la polizia indagava convocò nell'alloggio la Cassano, e il portavoce della polizia Wayne Shelor le chiese se Carrie fosse sul "purification Rundown" di Scientology, un programma che prevede molta corsa, ore di sauna e vitamine e minerali. 

Shelor riferisce che la Cassano negò rabbiosamente che Carrie fosse sul programma. All'epoca le autorità si chiedevano se la Mc Pherson fosse stata su un programma simile. 

La Cassano non ha risposto alle ripetute telefonate. 

In un'intervista al Times, i rappresentanti di Scientology hanno inizialmente detto che Carrie «non aveva mai messo piede nella chiesa di Clearwater» finché non sono stati loro mostrati i certificati di frequenza a corsi che aveva fatto nel 1996. Ironicamente, i certificati erano firmati dal fondatore di Scientology L. Ron Hubbard, morto nel 1986. 

Shaw, il portavoce di Scientology, ha detto che la Slaughterbeck doveva aver fatto i corsi alla missione di Scientology, una struttura minore all'interno dell'organizzazione. Ha riferito che aveva chiesto di fare dei corsi di auditing, ma era stata rifiutata a causa della sua passata bulimia e indirizzata a un medico. 

Al momento del ritrovamento la Slaughterbeck, che era alta circa 1,75, pesava sui 46 kg. I suoi familiari hanno riferito che voleva essere magra perché pensava che questo l'avrebbe aiutata a trovare impiego come modella. 

Il medico legale Wood ha attribuito il decesso di Carrie a «morte improvvisa e inattesa - possibilmente prolasso della valvola mitralica». Carrie aveva problemi di cuore identici a quelli della gemella. Questo disturbo è presente in circa il 5% della popolazione e a volte causa battito cardiaco irregolare. 

Wood riferisce che non sapeva che Carrie stesse prendendo le alghe blue green, e non conosce gli effetti che hanno sul cuore. 

La US Food and Drug Administration ha ordinato per due volte che le alghe blue green fossero tolte dal mercato perché i rivenditori ne vantavano proprietà terapeutiche. A causa delle lamentele di consumatori che affermano che le alghe hanno causato loro aumento di frequenza cardiaca, difficoltà respiratorie e altri problemi, funzionari statali e federali continuano ad avere dubbi sulla sicurezza del prodotto. Sostengono che non esistono prove di benefici alla salute portati dalle alghe, ma non possono porre regole fintanto che vengono vendute come integratore alimentare e non come farmaco. 

 

Lisa McPherson, 36 anni 

Nel frattempo l'inchiesta penale sulla morte di Lisa Mc Pherson si sta avvicinando alla conclusione. Verso la fine del mese agenti del dipartimento Legale della Florida e della polizia di Clearwater si incontreranno con Mc. Cabe, il pubblico ministero che deve decidere se vi sono imputazioni penali. Gli investigatori sono del parere che alcuni rappresentanti della chiesa che assistettero la Mc Pherson nei suoi ultimi giorni debbano essere incriminati. 

Mc. Cabe ha inoltre dichiarato di voler insolitamente ascoltare i legali di Scientology prima di prendere decisioni. 

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it