In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
In Svezia Scientology salda un debito fiscale
 
La Chiesa di Scientology liquida il debito fiscale, e acclama vittoria.
 
Articolo tratto dall'AP Worldstream. Stoccolma, Svezia. 2 Dicembre 1999.
 
Traduzione a cura di Martini.
 
La chiesa di Scientology si è accordata per un debito fiscale risalente a diversi anni fa con la Svezia. Secondo l'accordo, la chiesa pagherà 630.000 corone (circa 144 milioni di lire) entro il 30 Aprile per arretrati relativi al periodo 1986-1989. Le autorità hanno rinunciato ad altre 660.000 corone (circa 150 milioni) in onorari e interessi.
 
La chiesa, che in Svezia ha cominciato le sue attività 30 anni fa, ha accettato l'accordo con le autorità fiscali di Stoccolma dopo che una corte d'appello aveva stabilito che queste avevano il diritto di imporre le tasse per il periodo in esame.
 
Una questione chiave era costituita dalle pratiche contabili della chiesa, ha spiegato l'avvocato di Scientology Lars Engstrand, che ora sono conformi agli standard statali.
 
«Abbiamo ottenuto una vittoria tremenda. Stavamo combattendo da 20 anni», ha dichiarato Tarja Vulto, portavoce della chiesa.  [1] 
 
Tuttavia il funzionario Johansson delle autorità fiscali martedì ha affermato che la chiesa viene ufficialmente considerata una associazione no-profit a scopo religioso fin dagli anni '80. Le autorità valutano ogni anno le attività del gruppo per determinare se per quell'anno devono o meno essere tassate, aggiungendo che la chiesa di Scientology, negli anni '90, non ha avuto reddito tassabile.
 
 
 
Note
 
[1] Francamente, non ci sembra affatto una "vittoria tremenda", come rivendicato dalla multinazionale. In sintesi, la questione è piuttosto semplice: 1) Scientology in Svezia viene riconosciuta di rito come associazione religiosa no-profit, salvo il pagamento di penali per infrazioni ai regolamenti in vigore, nel caso commetta delle irregolarità in materia fiscale; 2) anni fa, le autorità competenti in materia hanno riscontrato delle violazioni e oggi, a seguito di una disputa protrattasi nel tempo, a conti fatti impongono all'organizzazione di restituire la somma di 630.000 corone. Il testo della decisione (23 Novembre 1999) è accessibile a questo indirizzo.
 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it