In ottemperanza al provvedimento 08/05/2014 Garante per la protezione dei dati personali, si avvisa il lettore che questo sito potrebbe utilizzare cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche anonime. Proseguendo con la navigazione si accetta l'uso dei cookie.
I retroscena dell'Età d'Oro della Tech

Di Jon Howard (alias Dan Koon).
©Traduzione a cura dello staff di "Indipendentologo", © revisione di Simonetta Po, luglio/agosto 2010.
Sito originale di provenienza: community.freezone-tech.info

 

Età d'Oro della Tech, background e (cattiva) amministrazione

Dalla sua pubblicazione nel 1996, L'Età d'Oro della Tech è stata argomento di grande interesse oltre che bottone molto caldo per parecchie persone, sia all'interno che all'esterno della Chiesa di Scientology formale. Eccovi i dettagli di come ci si arrivò e qualche opinione su come è stata male attuata, che cosa poteva essere fatto meglio e che cosa può essere fatto adesso dal movimento degli Indipendenti per estrapolare da quel periodo ciò che poteva essere utile per migliorare la qualità dell'auditing. Era proprio quello lo scopo originale dell'Età d'Oro della Tech - per quanto essa possa essere aspramente criticata. Di seguito troverete molti dettagli, che da quanto ne so non erano mai stati resi pubblici, su che cosa accadde realmente durante l'evoluzione che nel maggio 1996 portò alla sua pubblicazione.

L'anno prima, nell'estate del 1995, David Miscavige aveva trascorso parecchio tempo a Flag. Forse non molti sanno che in ogni stanza di auditing di Flag ci sono telecamere connesse a monitor delle HGC dove, su una serie di schermi, i dirigenti possono osservare a distanza tutte le session, in qualsiasi momento. La cosa non viene troppo pubblicizzata, come potete immaginare. Non c'è niente di meglio che sapere che 20 dirigenti potrebbero essere lì che osservano la TUA session. Alle parcelle di Flag!
Questi "sistemi di osservazione", come vengono chiamati, esistono in tutte le Org della Sea Org, come minimo al Celebrity Center Int ed anche in qualche Org di Classe V delle più moderne. Ad essere giusti, il loro scopo è di migliorare la qualità dell'auditing. D'altronde quando telefoni al tuo fornitore di TV via cavo per lamentarti, la voce registrata ti dice "Questa chiamata potrebbe essere monitorata per migliorare la qualità dei nostri servizi". Non so se lo stesso fattore di realtà viene dato a tutti i pc che entrano in session. Forse sì. E dovrebbe essere fatto.

Comunque sia, a volte DM [David Miscavige] entrava nella stanza dei monitor dell'HGC di FSO e guardava le session. Di solito erano presenti anche parecchi ispettori di RTC e dirigenti di Flag per assistere alle sue "critiche costruttive" sulle session. Le qualifiche tecniche di DM per fare tali critiche sono in realtà pari a zero, si è semplicemente auto qualificato. Le policy di LRH dicono di stare in guardia contro i dirigenti che fanno da C/S, mentre il Film Tecnico del Training N. 13 spiega come un C/S dovrebbe usare la critica dei TRs per migliorare il training e la qualità degli auditor. C'è anche un consiglio che LRH scrisse nei primi anni 80 quando l'auditor di Classe XII Merrill Mayo, che non era addestrata come C/S, aveva C/Sato un'azione per un caso - ma aveva delle attenuanti. LRH lo era venuto a sapere e aveva scritto a David Mayo, all'epoca Senior C/S Int, che se un auditor avesse fatto il C/S di un folder su un livello per il quale non era addestrato come C/S, avrebbe perso all'istante tutti i suoi certificati. Tanto per dire quanto LRH considerasse sacro il posto di C/S. DM è a conoscenza di questo consiglio (che non intendeva ovviamente modificare i C/S scritti dagli auditor, come delineato nella C/S Series 25 "LA NUOVA FANTASTICA LINEA DELL'HGC").


Out Tech di Flag

DM iniziò a notare auditing mal fatto di alcuni auditor di Flag che indicavano erroneamente degli F/N, e ciò causò un'esplosione nucleare nelle HGC, negli uffici dei C/S e nella struttura dirigenziale della FLB. A Int, intanto, RTRC (Ron Technical Research & Compilation) era impegnata nella compilazione dell'ormai mitico Dizionario di Scientology. A Int cominciarono ad arrivare rapporti allarmanti (è raro che ce ne siano di natura diversa) in merito "all'orribile scena out tech di Flag". Poi iniziarono ad arrivare ordini per raccogliere riferimenti su questa o quella cosa tecnica. Poi gli uffici del Senior C/S e del personale tecnico di RTC fecero ispezioni per verificare che tipo di auditing si stesse facendo nella Qual di Gold e si osservarono delle outness simili. Ka-Boom! Flag e la Qual di Gold divennero le torri gemelle versione 11 Settembre della Tech di Scientology.

I primi caduti furono gli auditor, che divennero lo staff più introvertito e con lo sguardo più tormentato che possiate immaginare. In quell'estate e durante l'autunno seguente le statistiche di FSO toccarono i minimi storici. In base alle C/S Series 86, "LA LINEA DEL CARTELLINO ROSSO", le HGC si videro azzerate le statistiche per settimane di fila in quanto dei cartellini rossi non erano stati riparati fino a F/N entro le 24 ore. Non so quanto ci fosse di valido in tutto questo. Penso che forse qualcosa di vero c'era, ma c'è gente che non riesce a vivere se tutti i giorni non ci sono allarmi rossi per incendio o delle Hill 10 e, in una organizzazione rigidamente gerarchizzata,chi sta al vertice può scatenare queste cose ogni volta che gli va di farlo oppure quando si incastra nei suoi progetti. Il detto "I Thetan amano le Hill 10" contiene un fondo di verità (Hill 10 è un termine gergale di Scientology che significa "stato di grande emergenza").

Alla fine del 1995 DM ritornò alla base. Il progetto del dizionario venne girato ad altri al di fuori di RTRC e sparì dalla circolazione, apparentemente per sempre (Se mai dovesse uscire sarebbe un prodotto fantastico - nessun dubbio a riguardo.)


Le basi dell'Età d'Oro della Tech (GAT) - Riferimenti di LRH

Dal gennaio al maggio del 1996, e oltre, venne intrapreso un lavoro intensissimo per dare esecuzione ai piani che LRH aveva menzionato nel lontano 1971, in una sua conferenza a bordo dell'Apollo. Il 5 settembre di quell'anno, infatti, aveva tenuto una famosa conferenza (almeno per i membri della SO) intitolata "Un discorso sulla Qual di base", in cui citava un progetto in corso per trasformare ogni azione di auditing in esercizi grazie ai quali gli auditor potessero apprendere gradino per gradino le azioni dell'auditing:

"Esercizi?", direte voi. Ebbene sì. In realtà stiamo preparando proprio adesso un Corso di Esercizi che ha un esercizio per ogni azione di auditing, la cosa più incredibile che avrete mai modo di vedere in vita vostra. Non sono stati ancora fatti i pilota, ma lo stanno compilando degli esperti. Riguarda direttamente la vostra Sezione di Cramming, indipendentemente se insegnavate un Corso di Esercizi. Per esempio: quel tizio sembra incapace di fare il listing e nulling?. Bene, adesso ci sono esercizi per il listing e nulling, tutto è per iscritto e quelli sono i gradini da fare. Così l'Addetto al Cramming dovrebbe semplicemente prenderlo, darglielo in mano, e... listing e nulling. Lui fa i gradini con il meter davanti, lo fa utilizzando una bambola sino a che impara bene tutti i gradini. E dice: "Oh , Adesso capisco. Um... sì. Ho capito." Capite? Lui va attraverso i movimenti, perché è la confusione sulla sequenza dei movimenti che deve affrontare, su cui è insicuro. Quindi l'ufficiale di Cramming potrà prendere subito dal grosso pacco degli esercizi quello sul quale il tizio sta sbagliando, e farlo esercitare su quelle cose. Poi lo metterà insieme a un'altra persona e gli farà leggere, usando il Metodo 2, i bollettini che dovrebbe essere in grado di eseguire, e troverà le parole che non ha capito. E se hai una biblioteca con queste informazioni allora ce l'hai fatta, avrai dell'auditing perfetto! Facile come mangiare una fetta di torta!" - LRH
Già nel 1969 LRH aveva fatto la stessa cosa con il vecchio HSDC (Hubbard Standard Dianetics Course), pubblicando una serie di esercizi sulla procedura di R3R. Si trovano nell'HCOB 17 Luglio 69, "ESERCIZI PER L'ADDESTRAMENTO SUI COMANDI DI DIANETICS". I 4 esercizi erano TR 101, 102, 103 e 104. Nel 1978, con l'avvento di Dianetics della Nuova Era, l'HCOB 17 Luglio 69RA (Riv. 11 Luglio 78) "ESERCIZI PER L'ADDESTRAMENTO SUI COMANDI DI DIANETICS DELLA NUOVA ERA" aggiunse due ulteriori esercizi, TR 100 e TR 100-A. Nell'ottobre del 1971, per rendere esecutivo l'ordine originale di LRH, fu pubblicata una versione di esercizi per azioni di auditing sino a Classe IV. Ecco l'elenco originale delle pubblicazioni che contenevano quegli esercizi:

HCOB 9 Ott 71 I - ADS # 1 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi di Base"
HCOB 9 Ott 71 II - ADS # 2 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Livello 0"
HCOB 9 Ott 71 III - ADS # 3 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Livello I"
HCOB 9 Ott 71 IV - ADS # 4 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Livello 2"
HCOB 9 Ott 71 V - ADS # 5 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Livello III"
HCOB 9 Ott 71 VI - ADS # 6 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Livello IV"
HCOB 9 Ott 71 VII - ADS # 7 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi di Dianetics"
HCOB 9 Ott 71 VIII - ADS # 8 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Rundown dell'Interiorizzazione".
HCOB 26 Nov 71 IV - ADS # 9 "Corso di Esercizi per gli Auditor, Esercizi del Expanded GF-40X Drills"

Purtroppo le pubblicazioni di quegli esercizi non erano molto buone e facevano fare esercizi sbagliati su cose come il L&N (Listing e Nulling), con conseguenze disastrose. Quelle pubblicazioni non furono apprezzate e vennero successivamente cancellate. Malgrado questo, i due riferimenti - la conferenza del 1971 e gli "Esercizi per l'addestramento sui comandi di Dianetics" - divennero la base della Età d'Oro della Tech. (Tra l'altro il nome proviene da un accenno di LRH fatto in una delle Conferenze sugli Ls).


Il Lavoro iniziale

Per prima cosa, RTRC delineò tutte le azioni di auditing. Si schematizzarono ed elencarono le azioni di auditing generico tipo i ruds, vari tipi di procedimenti, liste preparate e così via. Per ogni singola tipologia di abilità ad audire venne usato lo stesso modello che LRH aveva sviluppato per gli Esercizi dell'Addestramento dei Comandi di Dianetics.

I TRs di Dianetics sono fondamentalmente quanto segue:

TR 101 era imparare a memoria i comandi di auditing. Lo studente doveva sedersi di fronte ad un muro con il BTB dei comandi dell'R3R, e ripeterli di continuo fino a impararli a memoria. LRH chiamava quei comandi "il rosario dei procedimenti", perciò costituì il primo livello degli esercizi della GAT (Golden Age of Tech), che infatti fu chiamato "Patter Drills" [definizione di patter: recitare preghiere (come nel padrenostro) rapidamente o meccanicamente - Etimologia: Middle English patren, da paternoster].

Il TR 102 serviva per imparare ad eseguire le azioni di una session di Dianetics seduti come in una session, attenendosi alla procedura.

Nel TR 103 si percorreva una session su una bambola, con l'allenatore seduto a fianco dello studente: l'allenatore rispondeva al posto della bambola, muoveva il TA (o lo faceva muovere con uno strumento che scavalcava il Tone Arm sul meter) e presentava varie situazioni alla studente, il quale le doveva maneggiare.

Il TR 104 era una session completa di Dianetics con un "pc che faceva le provocazioni". Seduto sulla sedia del pc, doveva cercare di far vedere i sorci verdi allo studente affinché riuscisse a percorrere una seduta senza errori, e in ogni condizione possibile.

Nel periodo precedente al vero inizio del progetto GAT, fu trovato un riferimento utilissimo che poi andò a costituire la base di uno dei tipi di esercizi poi incorporati nella gestione della GAT. In una delle conferenze ai Classe XII sull'Apollo, LRH aveva citato un esercizio in via di sviluppo in cui l'allenatore presentava allo studente una certa situazione, poi chiedeva "Che cosa dici?" oppure "Che cosa fai?" - Una delle due domande, non ricordo quale. Comunque sia, questa divenne la base per gli "Standard Tech Procedure Drills" (STPs).

Il TR 103 divenne la base per gli "Standard Tech Session Drills (STSs)" e il TR 104 divenne il modello per tutti i "Session Drills" che fanno parte della GAT.


La compilazione degli esercizi

Partendo da lì, tre staff dell'ufficio del Senior C/S INT, Dan Koon, Ray Mithoff e Tom Ford, misero assieme le sequenze di base da usare per tutti gli esercizi. Per esempio, presero una situazione comune nell'auditing in cui si fa una domanda (di auditing) e seguirono la sequenza delle azioni da intraprendere, a seconda delle diverse possibili situazioni che potevano presentarsi. Vale a dire: a) il meter leggeva e il pc aveva una risposta da dare; b) il meter leggeva ma il pc non aveva nessuna risposta; c) il meter non leggeva e il pc non aveva nessuna risposta; oppure d) il meter non aveva letto ma il pc aveva una risposta da dare. Poi basandosi sulle possibili variazioni che potevano presentarsi, compilarono degli esercizi per i ruds, il sec checking, le liste preparate, il L&N, i procedimenti ripetitivi e quant'altro.

Fecero tutto questo setacciando i Volumi Tecnici, le conferenze, i bollettini e le conferenze dei Corsi Avanzati per determinare quali fossero le sequenze precise delle azioni di un auditor. Ci volle parecchio tempo. Ma alla fine l'analisi dei riferimenti di LRH chiarì come dovessero fluire le azioni dell'auditing di base.

Una volta terminata questa fase, si iniziarono ad assemblare gli esercizi cominciando dai rudimenti - Rotture di ARC, Problemi del Tempo Presente e Withhold Mancati. Per ogni rudimento vennero compilati gli esercizi di patter. Si stesero poi gli Esercizi della Procedura della Standard Tech, con la descrizione di ogni possibile situazione che un auditor potesse incontrare, poi quelle situazioni vennero mescolate a caso per fornire tre versioni diverse di esercizi per ogni rudimento. Allo stesso modo furono poi sviluppati gli Esercizi della Session della Standard Tech in modo da poter esercitare la procedura su di un meter, assieme a un piccolo strumento messo a punto dalla Unità degli Audio Visivi di LRH (sigla RAV - Ron Audio Visual) chiamato "Simulatore degli Esercizi".

In concomitanza con il lavoro svolto dall'Ufficio del Senior C/S, Gary Lew (detto Luigi) - I/C della RAV - era riuscito a programmare uno strumento che, una volta collegato a un meter, poteva produrre tutte le possibili letture e posizioni del Tone Arm. L'allenatore poteva sedersi a fianco dello studente e premere i bottoni del simulatore per dare determinate reazioni durante l'esercizio, e quindi aggiungere quel realismo che era precedentemente mancato nel training degli auditor.

Alla fine si svilupparono gli Esercizi delle Sedute, dove l'allenatore poteva inserire tutto quello che gli veniva in mente affinché lo studente riuscisse a risolvere la cosa in maniera standard, e ricevere un pass su quella serie particolare di esercizi. Man mano che uscivano dall'Ufficio del Senior C/S, gli esercizi veniva mandati alla Qual di Gold per essere sottoposti a test pilota. Marty Rathbun di RTC e il Senior C/S di Flag Richard Riess, che al tempo era alla Base di Int, furono tra chi fece il pilota degli esercizi. Gli studenti che facevano il pilota riferivano ogni intoppo o errore ovvio che riscontravano e li mandavano indietro per la correzione.

Inoltre in quello stesso periodo si stava sviluppando un nuovo meter, il Mark Super VII Quantum. In aree specifiche della Base stavano progredendo parecchie cose. Ma abbastanza stranamente, molte altre aree della Base erano all'oscuro di quanto stava succedendo. Chi era al lavoro sul Progetto GAT era impegnato dalle 20 alle 24 ore al giorno, e non teneva aggiornate le altre unità. C'era una forte mancanza di collegamento tra le unità di management, gli Exec Strata e CMO INT su quanto stesse bollendo nella pentola in fondo al corridoio. Comunque sia, gli esercizi iniziarono ad essere messi a punto. Sempre più persone venivano reclutate per scrivere gli esercizi in base della prima ondata e adattarli ad altre azioni. Per esempio, la serie di base degli esercizi per la L1C venne sistemata e poi adattata per altre liste preparate.

Via via che venivano scritti, pilotati e definiti, gli esercizi venivano mandati alla Compilazione Libri di LRH (R Comp) per la produzione dei vari raccoglitori, i quali a loro volta dovevano essere progettati, bisognava farne il prototipo e poi definirli. Occorreva scegliere una carta resistente, poi stampare gli esercizi e tradurli in 14 lingue diverse. A Los Angeles partì una gigantesca operazione per produrre tutto quanto. Bisognava anche stabilire, in base ad ogni org esistente, quanti raccoglitori di esercizi fossero necessari e in che lingua.


Corsi, bollettini e addestramento

L'allineamento dell'addestramento da auditor non venne modificato. La sequenza dei corsi rimase la stessa: Student Hat, Corso dei Pro TRs, Corso degli Upper Indoc TRs, Corso del Pro Metering, Livelli della Accademia 0 - IV. Ma bisognava rivedere i checksheet per accludervi gli esercizi e spiegare come si adattavano a quel corso. Bisognava fare alcune revisioni dei bollettini, oppure scriverne dei nuovi. L'operazione più significativa fu la compilazione delle critiche di LRH ai TRs, tratte dal lavoro che aveva fatto nel 1979 sull'addestramento dei TRs.

Il Corso dello Student Hat fu ricompilato per includervi gli esercizi relativi alla Tecnologia di Studio. Al corso venne data una nuova sequenza, adeguandolo alla presentazione cronologica dei materiali di studio - cosa che si dimostrò un grave errore.

Il grosso della Tecnologia di Studio è contenuta nei nastri sullo studio del 1964, usciti prima dei relativi bollettini. Quei bollettini erano stati scritti negli anni '70, spesso estrapolati dai nastri stessi. Però la nuova sequenza non fu una buona pensata in quanto anni di successi nella consegna dello Student Hat avevano dimostrato che molti studenti avevano bisogno della Tecnologia di Studio essenziale contenuta in quei bollettini prima di poter affrontare facilmente i nastri sullo studio. Di conseguenza adesso il corso richiede molto più tempo di prima. (Grazie, Shelly.) [Shelly Miscavige moglie di David - N.d.T.]

Il Corso dei Pro TRs e quello degli Upper Indoc TRs non cambiarono molto, visto che quegli esercizi esistevano già.

Il Corso del Pro Metering fu completamente rivisto, con la richiesta di fare gli esercizi 5 volte. I libri sull'E-Meter vennero rivisti e ripubblicati.

Naturalmente i checksheet dell'Accademia dovevano essere rivisti per accludervi i nuovi esercizi.


I gradini per fare un auditor

Nell'estate del 1978 LRH istituì il RTRC affinché lo aiutasse nelle ricerche tecniche e nelle stesure. Una delle prime cose che ordinò furono dei nuovi checksheet per i Livelli dell'Accademia. Quella evoluzione conteneva un commento molto significativo circa l'addestramento degli auditor: diceva che un auditor dell'Accademia doveva essere in grado di fare bene una serie di azioni meccaniche. In altre parole, un auditor dell'Accademia era essenzialmente un tecnico. Non doveva essere allo stesso livello degli auditor del Saint Hill Special Briefing Course e non gli si chiedeva di sicuro di essere un Classe VIII. Doveva essere un tecnico che sapesse fare bene delle azioni specifiche.

Un altro fattore rilevante è la progressione con la quale si raggiunge la capacità di giudizio su qualsiasi argomento. LRH diceva che la sequenza è questa: 1) Duplicazione; 2) Comprensione; 3) Giudizio. È un tipo di sequenza lampante. Devi duplicare l'azione tecnica prima di poter audire con un certo successo, abbastanza da capire come si maneggia un caso; infine sviluppi un vero giudizio sui casi. La sequenza è valida per tutte le professioni, dal riparare motori alla chirurgia cerebrale.

La sequenza della GAT si adatta bene come gradino iniziale della visione espressa da LRH sull'addestramento degli auditor. La GAT doveva essere il primo passo: lo studente impara bene gli esercizi (Duplicazione), tanto da riuscire a compiere da tecnico capace le azioni di base dell'auditing. La validità di avere uno studente che conosce i comandi per far "volare i rudimenti", o che raggiunge un livello di abilità tale da riuscire a leggere le righe di una L4B senza incespicare, è innegabile.
Naturalmente, gli auditor esperti hanno imparato queste cose sull'internato oppure dopo avere audito per un numero adeguato di ore. Ma l'idea di LRH era di addestrarli così bene in Accademia che, una volta diplomati dal corso e pronti per le sedute, gli auditor riuscissero a compiere quelle azioni con grande naturalezza.

I soli esercizi, però, non portano necessariamente a una vera comprensione dell'auditing, il secondo passò è la progressione. Quindi il secondo stadio della GAT dovrebbe comprendere il SHSBC, durante il quale si ascoltano 447 conferenze, si leggono tutti i libri di LRH e tutti i suoi bollettini. Il risultato finale naturalmente è una persona con comprensione filosofica completa della mente umana e grande padronanza delle tecniche dell'auditing moderno. Si tratta di un gradino molto più alto dal livello di tecnico appreso in Accademia, alto livello che comunque non può essere raggiunto senza passare per il primo.

Con la Duplicazione e la Comprensione si può allora salire al livello di Giudizio, raggiunto con l'addestramento di Classe VIII - dove l'auditor impara l'applicazione standard, intransigente e invariata della Standard Tech al 100%, come la chimava LRH.

Tutto questo suona molto ragionevole ed essendo conforme all'intenzione di LRH sull'addestramento degli auditor, lo è. Quindi cos'è che è andato storto?


La taglia unica scontenta tutti

È evidente che la GAT odierna era solo il primo dei tre gradini necessari. Ma fu inserita in un contesto di auditor che spaziavano dagli studenti dello Student Hat a quelli in addestramento in Accademia, fino agli studenti del Briefing Course - per non parlare delle migliaia di persone esperte e già bene addestrate, alcune delle quali avevano alle spalle migliaia di ore. Questa confraternita di auditor comprendeva elementi validissimi ed altri non così bravi, auditor delle HGC di Flag ed auditor che lavoravano come lupi solitari sul campo.

DM ordinò che l'attuazione dei nuovi esercizi e procedure venisse pubblicata in una serie di Bollettini del Senior C/S INT, i quali dovevano spiegare le nuove pubblicazioni e anche accludere i programmi attuativi di ogni aspetto dell'evoluzione, per esempio come disporre le classi dei corsi in modo da alloggiare i nuovi raccoglitori, come usare e prendersi cura dei nuovi simulatori degli esercizi, come far fare gli esercizi gli auditor già addestrati ecc.

Ciò che sostanzialmente accadde fu che ogni auditor, addestrato o meno, con o senza esperienza, veniva schiacciato dentro questo nuovo stampo, uno stampo che però era adatto allo studente alle prime armi e progettato per creare un tecnico competente - non necessariamente un Maestro-che-sa-tutto-di-tutta-la-tech, ma un buon operaio qualificato. Eppure tutta questa grande varietà di auditor e di abilità di auditing venne schiacciata nella stessa scatola.

Ora se c'è una cosa che incatena gli scientologist è l'approccio della taglia unica che va bene per tutti.

La mazza della propaganda atta a colpire insensatamente la gente dentro la GAT fu la parola "perfezione". Venne ripetuta così spesso e così forte che presto sovrastò il dato espresso molto più pacatamente da LRH, secondo cui "gli assoluti non sono raggiungibili".Questa mazza propagandistica venne usata quanto bastava per permettere l'entrata in scena degli arbitrari.


Invalidazione ed altri errori

Per quanto riguarda il Corso dei PRO TRs, LRH aveva stabilito lo standard per passarli in un film da lui diretto proprio allo scopo. Quello standard è del tutto corretto in ogni sua parte ed è certamente adeguato agli studenti in addestramento sull'Accademia. Come facciamo a saperlo? Perché il film fu diretto da LRH in persona, che stava seduto a non più di 4 metri dagli attori che facevano gli esercizi e dava l'OK quando era soddisfatto.

Ma che cosa troviamo invece oggi sui corsi? Ci sono supervisori e Senior C/S, e persino rappresentanti di RTC, che aggiungono ogni tipo di arbitrario allo standard richiesto per poter passare un video dei TRs, cosa che ha rovinato molti studenti. ("Quel primo riconoscimento non era proprio... uh... proprio... uh... fai un altro video") Chi dà il pass finale dovrebbe essere in grado di confrontarlo con il film e, se le cose combaciano i TRs sono corretti e lo studente riceve il pass. Fine del corso. LRH ha scritto una policy molto importante intitolata "ISTRUZIONE ED ESAMI, MIGLIORARNE LO STANDARD", in cui mette in guardia sul considerare di standard paragonabile gli studenti di basso livello e quelli di livello più alto. Non attenendosi strettamente agli standard del film, i supervisori, i C/S e gli altri dirigenti tendevano ad aggiungere le loro idee su quale doveva essere l'interpretazione dei TRs corretti.

Il Corso degli Upper Indoc TRs di solito non dà nessun problema, forse perché sono i supervisori che danno il pass finale.

Non è così per il Corso dell'E-Meter. Va tutto liscio fino a quando non si arriva all'Esercizio della Datazione (Esercizi dell'E-meter n 23 e 25) e all'esercizio dell'assessment finale. Naturalmente la capacità di leggere bene il meter è vitale, e un auditor deve essere in grado di accertare le liste in modo accurato. Ma per quello, gli Esercizi di Datazione non sono necessari. Oltre a imparare il patter relativo a quegli esercizi, non c'è proprio motivo di farli, anche perché LRH ha sviluppato la tech del Datare/Localizzare nel 1978. Ma quei due esercizi sono diventati l'incubo di moltissimi studenti, dei loro supervisori e dei dirigenti delle org che si ritrovavano con un flusso bloccato nelle classi di studio.

Malgrado i tentativi di RTRC di eliminare quegli esercizi durante la stesura del checksheet del Corso di Pro Metering, DM non volle sentir ragione. E la quantità di BPC [carica oltrepassata] che ciò ha causato agli studenti potrebbe tenere accese le luci del mondo per anni. Anche i video di assessment finale sono pieni di arbitrari, quando invece il prodotto finale è: lo studente riesce a fare un lavoro appropriato per un tecnico? Per fare questo corso alcuni studenti hanno impiegato un anno.

Una volta superato il Corso dell'E-Meter, il resto della sequenza procede relativamente liscia.

(Come nota a margine, un altro fattore che ha contribuito a complicare la cosa è che quasi tutti quelli che hanno lavorato su quell'evoluzione, da chi lavorava sugli esercizi a chi li scriveva o traduceva, a chi li verificava, stampava, creava i pacchi dei corsi, i libri, e aggiungeva le pubblicazioni da implementare, lo hanno sostanzialmente fatto in uno stato di pesante deprivazione del sonno, per quasi tutto il tempo. Molti restavano in piedi tutta la notte. Qualche ora di sonno per notte era la regola. Ovvio quindi che vi fossero errori e gli studenti delle org mandavano rapporti, il che rese necessario inviare correzioni da accludere ai raccoglitori).

Gli auditor di HGC delle org, molti dei quali già sovraccarichi di lavoro con i loro pc, dovevano mantenere le stesse ore di auditing e contemporaneamente addestrarsi sul Corso della Certezza di Auditor. Ad auditor già addestrati fu ordinato di rifare tutto l'addestramento per migliorare i loro esercizi, anche il Corso dei Pro TRs e quello del Metering. Ciò rappresentò una invalidazione a tappeto di tutto quanto quegli auditor avessero fatto nel passato. Tutti gli auditor ricevettero l'ordine di iscriversi al Corso della Certezza di Auditor per la loro Classe, ma ciò includeva anche la Certezza dello Student Hat, del Pro TRs, dell'Upper Indoc TRs e il Pro Metering. È indubbio che ad alcuni auditor la cosa ha giovato. Ma per altri fu un "pulire il pulito". Se i propri TRs sono IN, perché bisogna ri-esercitarsi? Una volta LRH disse che se un auditor ha i TRs IN, essi non vanno OUT. Se si riesce a leggere un meter e ottenere letture su una lista, perché ri-addestrarsi sul meter?

È chiaro che l'implementazione [della GAT] sarebbe dovuta essere molto più attenta all'auditor individuale al fine di determinare quali tra gli esercizi l'auditor doveva fare. Se quella persona non aveva problemi con lo studio, aveva buoni TRs e riusciva a leggere un meter, perché fare quelle azioni? Una buona risposta è che il Management Internazionale di Scientology (vale a dire Miscavige) vede il "bicchiere mezzo vuoto" quando si tratta di persone e del mondo. Pertanto "il cieco ha guidato il cieco" e tutti devono fare le azioni X, Y e Z.

Gli auditor del campo, alcuni dei quali avevano ottenuto per anni risultati eccellenti, si sentirono dire che non potevano più audire sinché non avessero fatto tutta la sequenza dei Corsi sulla Certezza. Molti semplicemente se ne andarono, disgustati - l'esatto contrario di ciò che LRH avrebbe voluto vedere. Qualsiasi auditing è meglio di nessun auditing.

Un approccio molto più semplice e scientologico per gli auditor già addestrati sarebbe dovuto partire da una posizione di fiducia e rispetto, lasciando che la persona dimostrasse se se li meritava o meno. Viceversa, il Management è partito dal presupposto che non ci si può fidare delle persone (o che esse non sono degne di rispetto) e che toccava a loro guadagnarselo (oggi il rispetto si guadagna facendo le donazioni. Nel 1996 dovevi pagare per ri-addestrarti sui corsi).

In altre parole, il Management avrebbe dovuto usare un approccio individuale. L'auditor doveva essere informato sull'intera evoluzione e poi persuaso a farsi verificare i TRs, il metering e le azioni di base, al che sarebbe seguito un programma speciale per quell'auditor. Dopotutto, gli auditor sono gli esseri di maggior valore del pianeta, e come tali andavano trattati. Invece è stata messa in dubbio la validità di tutti i certificati. Per gli auditor certificati la cosa poteva essere maneggiata con un'azione di cramming, come disse specificamente LRH nella conferenza del 1971. Potevano essere trattati con rispetto, presentandola come un'azione opzionale. Un auditor sa se ha delle aree deboli, e tutti gli auditor dedicati vogliono migliorarsi. Chi si nutriva di sola propaganda sarebbe comunque stato scoperto, perché i suoi pc non avrebbero avuto risultati. Ma possiamo dire che le leggi di mercato valgono anche qui, persino nel monopolio che la Scientology organizzata esercita sull'auditing.

E adesso parliamo degli auditor di Solo.


La Golden Age of Tech per OT

Subito dopo avere messo a pieno regime la compilazione degli esercizi, quel medesimo modello venne applicato all'addestramento dei Solo Auditor e ai Corsi Avanzati. Si analizzarono gli auditor di Solo NOTs [cioè gli OT VII che si audiscono da soli, N.d.T.], con conseguente modifica di tutta la sequenza del loro addestramento. Furono sviluppati degli esercizi per i vari Corsi Avanzati. Nulla da dire, non c'è niente di male ad assicurarsi che i gli auditor di Solo conoscano la loro materia. Poi si passò all'applicazione.

Sostanzialmente, tutti gli auditor di Solo NOTs furono catapultati all'inizio della sequenza con l'ordine di ri-addestrarsi, a costi molto elevati e con tutti gli arbitrari descritti in precedenza. Poi si sentirono dire che dovevano tornare [a Flag] ogni 6 mesi per una "rinfrescata" e per delle verifiche di sicurezza. Nella C/S Series 73, LRH aveva scritto di non interferire con il progresso dei Solo Auditor sui Corsi Avanzati, ma chissenefrega. E chissenefrega anche se LRH, nel dare consigli a David Mayo, aveva sottolineato che dare troppi sec check può sconvolgere un caso. Nossignore, tutti gli auditor di Solo vengono oggi trascinati a Flag due volte l'anno per ricevere verifiche di sicurezza, il che può far consumare un mucchio di ore di auditing.

Chi si stava audendo su Solo NOTs non fu intervistato o esaminato per verificare se avesse lacune su qualche abilità di auditing. Si diede semplicemente per scontato che ne avevano, sul presupposto che "il cieco ha guidato il cieco". Nessun riguardo per quei pre-OT che stavano avendo vittorie incredibili, che fin dagli anni '60 modificavano i loro universi con i Corsi Avanzati, ed erano tanti. TUTTI dovevano passare per il setaccio fine.

In entrambi i casi, auditor e Solo auditor, l'addestramento voluto da LRH e quello attuato da DM sono due cose completamente diverse.


Non una, ma due ciliegine sulla torta

Per molti il tocco finale furono gli arbitrari inseriti sulle letture istantanee e gli F/N. Per quanto riguarda le read istantanee, tutto quello che c'è da dire è: "quella reazione dell'ago che avviene esattamente alla fine di ogni pensiero principale espresso dall'auditor".

Tutto quel che c'è da dire sugli F/N è contenuto nell'HCOB del 21 Luglio 78, "CHE COS'È UN AGO LIBERO?" che vi cito integralmente:

Un ago libero è una spazzata ritmica dell'ago sul quadrante, con una andatura lenta e regolare. Questo è ciò che è un F/N. Nessun'altra definizione è corretta.
Ho sentito una interpretazione che vuole che l'ago, per essere libero, debba spazzare tre volte. Ho visto aghi liberi che spazzavano molto più che tre volte, e F/N che spazzavano meno. Tutti li hanno visti, non sono stato il solo.

È folle voler scavare in queste questioni, salvo che per dire che la cosa ha certamente portato un sacco di confusione tra gli auditor, e come risultato ha portato a un sacco di pc che hanno dovuto percorrere item che non avevano letto, e a procedimenti in overrun e portati oltre il punto di release.


Ma... un auditor che cosa deve fare?

Il risultato della cattiva attuazione di una buona idea sembra abbia fatto calare il totale dell'auditing attualmente consegnato. Gli auditor del campo se ne sono andati. Gli auditor di HGC sono stati portati al limite, se non proprio scoppiati. Gli auditor di Solo sono sepolti dai debiti. Adesso sono tutti sui Fondamenti. Adesso le Accademie consegnano Corsi di Divisione 6 e si dice che i pc sui Gradi devono andare a Flag per ricevere Gradi più "Veloci" (Quicky - il che sarà oggetto di un altro articolo). All'atto pratico, Accademie e HGC sono stati fatti fuori.

Non abbiamo mai pensato che Scientology fosse "perfetta". Ci si aspettava che fosse funzionale. Tutti gli auditor con un discreto numero di ore sulla sedia ha dato session che non sono andate bene, ed altre che sono state sicuramente miracolose. La maggioranza era nel mezzo tra le due.

La Golden Age of Tech era intesa ad aiutare gli scientologist interessati all'auditing a raggiungere più velocemente e con maggior certezza un livello di competenza superiore a quello ottenuto in periodi precedenti. Ma è stato pubblicato solo il primo gradino, quello che doveva creare dei tecnici in grado di fare bene delle azioni specifiche.

Un'evoluzione simile per il Saint Hill Special Briefing Course, e una terza per il Corso di Classe VIII, sarebbero completamente diverse. Non dovrebbero nemmeno avere degli esercizi. Ma nessuno ha osservato la cosa dal punto di vista di quanto si ottiene per ogni Classe di auditor.

Quindi, Golden Age o no, dove dovrebbe andare l'auditing? Nel campo Indipendente! Garantito, gli arbitrari saranno molti di meno, risolti più facilmente, e la padronanza delle proprie abilità sarà molto più autodeterminata. Con l'auditing sul libero mercato, per così dire, un buon auditor avrà dei pc, e se gli altri auditor vogliono mantenersi in attività dovranno addestrarsi meglio. Gli auditor migliori saranno pagati meglio. Se vi sembra che stia appoggiando l'idea che è il mercato a determinare il prezzo, allora dovete sapere che nel novembre del 1950 LRH tenne una conferenza in cui consigliava che gli onorari si basassero su quanto il pc era in grado di pagare, o potesse donare all'auditor per aiutare altri. Il monopolio che la chiesa ha dell'auditing, in contrapposizione all'auditing nel campo Indipendente, sarà materia di un articolo a parte.

Quanto ho scritto voleva soltanto spiegare l'Età d'Oro della Tecnologia nel più ampio contesto dell'addestramento degli auditor, e sottolineare l'intenzione originale di LRH in contrapposizione alla reale attuazione di questa evoluzione. Adesso tocca a voi fare domande e commenti.

Joe Howard

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non è consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it